Connect with us

Live Streaming & on Demand

Seriously single | La nuova commedia sudafricana su Netflix

Disponibile da fine luglio sulla piattaforma streaming, Seriously single offre uno spaccato semplice ma colorito della moderna società, dal punto di vista di una donna innamorata dell'amore.

Publicato

il

Seriously single è la nuova commedia romantica di origine sudafricana, diretta e prodotta da Katleho e Rethabile Ramaphakela, ideata da Emerging Black Filmmakers Transformation Fund, dalla collaborazione tra South African National Film and Video Foundation, Department of Trade & Industry e Industrial Development Corporation.

Seriously single

Disponibile su Netflix dal 31 luglio, è la storia di Dineo (Fulu Mugovhani), che sogna il grande amore e pensa di averlo trovato con Lunga (Bohang Moeko). Fino al momento in cui tutti i nodi verranno al pettine e solo l’amicizia con Noni (Tumi Morake) la aiuterà a uscire dalla difficile situazione.

I want love” | Seriously single racconta la necessità di essere amate

Il tempo della narrazione viene scandito dai mesi dell’anno, per cui facciamo la conoscenza con Dineo a febbraio, in pieno periodo di San Valentino. In tal modo leggiamo la protagonista attraverso una lente particolare.

C’è chi aspetta la festa degli innamorati con trepidante attesa, chi la ignora senza neanche pensarci e chi la vive come fosse un giorno dei tanti. Dineo appartiene senza dubbio alla prima categoria.

Per questo quando le arriva un pacco in ufficio non perde un attimo a far partire la diretta Instagram, così da mostrare a tutti i suoi follower quanto amore la circonda. Se non che la sorpresa è una di quelle davvero spiazzanti, tutto fuorchè desiderate e piacevoli da condividere.

Mollata nel peggiore dei modi, umiliata e sull’orlo di una crisi di nervi, la donna va avanti come se nulla fosse.

Il valore dell’amicizia come punto di forza, nella vita come nella finzione

Per fortuna al suo fianco ha un’amica come se ne vedono di rado, eccessiva negli atteggiamenti ma sincera nell’affetto verso di lei. Ed è proprio in questo legame quasi atavico che sta uno dei punti di forza di Seriously single, una commedia altrimenti priva di grandi suggestioni ed originalità.

Dineo e Noni si conoscono da anni, somigliano molto a due sorelle, che si confidano, contano l’una sull’altra, all’occasione bisticciano. Il loro rapporto dà una marcia in più alla narrazione.

Merito anche della forte caratterizzazione data a Noni, eccezion fatta per qualcosa che riguarda il suo passato e che resta – purtroppo – nell’ombra. Tra rossetti improponibili e parrucche ancor più vistose, è forse il personaggio più riuscito e al quale si deve anche la linea narrativa più godibile.

Se infatti da un lato Dineo continua, nella sua disperata ricerca del vero amore a passare da una situazione sbagliata all’altra, Noni sa cosa vuole e sta benissimo nella sua eccentrica pelle.

Non amo essere da sola” | La vita di coppia che sconvolge l’esistenza

Ecco allora che l’arrivo in scena di Max (Yonda Thomas) sconvolge completamente la sua esistenza, nonché la sua visione del mondo.

Il tema dell’identità assume un valore importante se analizzato con quest’ottica. Le due donne appaiono agli antipodi, tanto insicura e bisognosa di piacere l’una, quanto compiaciuta del suo essere sopra le righe l’altra. Ma pian piano, nel corso della narrazione, entrambe impareranno qualcosa in più su loro stesse e accetteranno lati prima nascosti.

La riflessione sulla condizione di single e sul passaggio alla vita di coppia, include, come tantissime altre cose, una doppia faccia. Da un lato la libertà, ma anche la sensazione di solitudine, la probabilità di incontrare tipi e proposte alquanto strani. D’altra parte vivere con un’altra persona limita inevitabilmente, costringe al compromesso, ma fa sentire meno soli. Nella vita ogni esperienza serve e la dimostrazione più grande arriva dal finale.

Numerosi sono gli elementi che concorrono a dare l’idea di cambiamento, di evoluzione in un certo senso, di maturità.

Seriously single | L’idea di cambiamento e il senso dei social

Dineo passa dal desiderio, anzi dalla necessità, di avere qualcuno accanto, con cui tornare ogni giorno a casa, al trovare finalmente la sua dimensione, condita di un’indipendenza e una sicurezza impossibili da quantificare.

Nel tragitto arriva a superare i confini imposti dalla società civile, tramutandosi in una sorta di stalker e non rendendosi conto degli inganni che la circondano e che lei stessa contribuisce a mettere in piedi.

I social sono quindi il simbolo perfetto a rendere questa immagine di apparenza, di costruzione, ma possono anche essere un mezzo per mettersi a nudo. Affidando a un gruppo di sconosciuti i propri pensieri, i sogni e gli obiettivi da raggiungere, è possibile sfogarsi in maniera (in)diretta.

Filtrati dallo schermo di un cellulare e annessi, i commenti, i consigli, le critiche arrivano sì a colpire ma anche a dare un senso, a motivare, a reagire. Certo i casi sono tra i più vari e complessi, ma in Seriously single la protagonista compie un percorso utile e necessario, anche nell’utilizzo dei social.

Graziosa infine la scelta di mostrare alcuni dei momenti clou di tale trasformazione attraverso delle polaroid accompagnate da imprescindibili hashtag.

*Sono Sabrina, se volete leggere altri miei articoli cliccate qui.