fbpx
Connect with us

FILM DA VEDERE

Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg, con Tom Hanks

Un film di guerra contro la guerra. Salvate il soldato Ryan è un grande racconto della memoria, un flashback nei sentimenti e nelle emozioni che il tempo non ha potuto cancellare. Molto buona la direzione degli attori, con un Tom Hanks intenso al punto giusto nella parte del capitano ed eccellenti caratteristi

Publicato

il

Salvate il soldato Ryan, un film del 1998 diretto da Steven Spielberg, che vinse il suo secondo premio Oscar per la miglior regia. La storia è ambientata durante la seconda guerra mondiale, in particolare nei giorni del D-Day.

Di grande interesse sono i primi 24 minuti del film, che dipingono in maniera cruda e realistica lo sbarco dei soldati a Omaha Beach, particolarmente intensi e apprezzati soprattutto grazie agli effetti sonori (due Oscar a questo reparto).

Prodotto con un budget di 70 milioni di dollari, il film debuttò al primo posto del botteghino nordamericano con un incasso di oltre 30 milioni nel suo primo weekend. Divenne un successo finanziario, incassando 216.540.909 nei soli Stati Uniti e 265.300.000 all’estero, per un totale di 481.840.909 in tutto il mondo. Fu il maggior successo dell’anno negli Stati Uniti e il secondo complessivo in tutto il mondo dopo Armageddon – Giudizio finale. Con Tom Hanks, Matt Damon, Tom Sizemore, Edward Burns, Barry Pepper.

TRAILER SALVATE IL SOLDATO RYAN

Sinossi

Il 6 giugno del 1944 i soldati americani comandati dal capitano John Miller si stanno preparando allo sbarco in Normandia. Nel corso dello sbarco il capitano Miller riceve l’ordine di portare il suo drappello di soldati oltre le linee nemiche per trovare e salvare il soldato Ryan, l’unico sopravvissuto di quattro fratelli.

Un film di guerra per parlare contro la guerra. Un film sulla realtà cruda, terribile, straziante della guerra senza finzioni o sottrazioni. Steven Spielberg mette lo spettatore di fronte alla prova di sentirsi addosso la paura fisica degli spari e della morte incombente: questo nei trenta minuti iniziali di cinema puro. Poi altre due ore di immersione nel tunnel dello scontro bellico, nel buio dove annega la ragione e prevale la forza. Salvate il soldato Ryan è un grande racconto della memoria, un flashback nei sentimenti e nelle emozioni che il tempo non ha potuto cancellare. Spielberg, pur tra alcuni stereotipi tipicamente americani, ricorda che la guerra ha un solo volto: quello della follia e dell’orrendo uccidersi reciprocamente. In un clima antieroico, si dice con toni accorati che la guerra mai si presenta come giustificabile o dal volto umano. Film di denuncia, quindi, che si inserisce nel filone di nobile ispirazione civile che mette in scena la guerra per dirne contro, sulla scia di tanti altri esempi di storia del cinema. Molto buona la direzione degli attori, con un Tom Hanks intenso al punto giusto nella parte del capitano e bravi caratteristi, fra cui vanno menzionati almeno Jeremy Davies, Giovanni Ribisi ed Edward Burns, ma il film si raccomanda essenzialmente per la notevole perizia delle scene di combattimento, mentre la sceneggiatura poteva essere curata di più in certi particolari. Nel confronto inevitabile con La sottile linea rossa vince Malick, anche se il soldato Ryan ha avuto un successo molto superiore.

salvate il soldato ryan

Curiositá sul film

  • Tutti gli attori principali, ad eccezione di Matt Damon, hanno dovuto seguire estenuanti allenamenti militari. Damon è stato risparmiato in modo che gli altri attori lo odiassero e esprimessero al meglio il risentimento verso il suo personaggio durante le riprese.
  • Molti veterani del D-Day si sono congratulati con il regista Steven Spielberg per l’autenticità del film.
  • Il film è stato bloccato dal Censor Board dell’India per la troppa violenza. Il Consiglio ha chiesto che le scene più cruente fossero tagliate, ma Steven Spielberg ha rifiutato. A questo punto è intervenuto il ministro degli Interni indiano Indrajit Gupta che ha deciso di assistere personalmente alla proiezione del film e alla fine ha dato il via libera senza tagli. Il film, invece, è stato bandito in Malesia.
  • Nel 2006, Tom Hanks è stato inserito nella “Ranger Hall of Fame” dell’esercito degli Stati Uniti come membro onorario, in gran parte grazie all’interpretazione del Capitano John Miller.

Dove vedere Salvate il soldato Ryan

Il film é visibile su Netflix

Una clip della scena dello sbarco in Normandia

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 1998
  • Durata: 167'
  • Genere: Guerra
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Steven Spielberg