fbpx
Connect with us

Netflix Film

‘Un piccolo favore’ il thriller ‘domestico’ diretto da Paul Feig

Un piccolo favore è una commedia che si trasforma a poco a poco in un mistery contemporaneo, intriso di humor nero, con due donne protagoniste di un intreccio di segreti inconfessabili e fatali bugie: al tempo stesso il film parla delle scelte di vita che le donne decidono o hanno l’occasione di fare, tra lavoro e famiglia

Publicato

il

Tra ricette, segreti e scelte di vita al femminile, arriva su Netflix Un piccolo favore, il thriller ‘domestico’ diretto da Paul Feig – regista di commedie cult come Le amiche della sposaSpy e Ghostbusters al femminile – che ha sorpreso e incantato pubblico e critica in America, ottenendo un record di incassi al botteghino.

Cosa aspettarsi da Un piccolo favore

Partendo da un’idea apparentemente semplice, quella di mettere a confronto le vite di una ‘tranquilla’ e ligia mamma vlogger e di un’ambiziosa e distratta madre in carriera, i cui figli piccoli diventano amici frequentando la stessa classe scolastica, il film liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Darcey Bell, edito in Italia da Rizzolicostruisce una trama complessa, che trasformerà la storie delle due donne e il loro modo di rapportarsi alla realtà.

La recensione

Fin da subito appare chiaro che le protagoniste sono due persone agli antipodi: Stephanie è una giovane casalinga che ama cucinare biscotti, partecipare alle iniziative scolastiche del figlio piccolo e condividere ricette ed emozioni con amiche virtuali sul suo video blog, mentre Emily, l’affascinante e misteriosa mamma con cui fa casualmente amicizia, è una donna in carriera, che odia badare alla casa, è sempre in ritardo e beve un Martini dopo l’altro. Si tratta probabilmente di due donne che non sarebbero mai state amiche se non fosse stato per i loro figli, ma Stephanie si lascia attrarre dalla nuova conoscente, elegante, bellissima e trasgressiva, con un marito e una casa perfetti, mentre Emily è incuriosita dall’ingenuità, dalla disponibilità ma anche dall’intelligenza di questa vlogger single, aperta a sperimentare la novità.

Tutto sembra andare per il meglio, finché un giorno Emily chiede all’amica ‘un piccolo favore’, quello di riprendere il figlio a scuola e tenerlo fino al suo rientro: in realtà non tornerà più, né quella sera, né il giorno dopo. Stephanie inizia così a cercare l’amica coinvolgendo, oltre alla polizia, il marito di lei uno scrittore che ha perso l’ispirazione riscoprendo in se stessa, nel corso della sua indagine privata, un ruolo attivo e grintoso da tempo sopito, condividendo ogni sua decisione e fase della ricerca con le attente followers del suo video blog, testimoni e partecipi del corso degli eventi.

Un piccolo favore, dunque, è una commedia che si trasforma a poco a poco in un mistery contemporaneo, intriso di humor nero, con due donne protagoniste di un intreccio di segreti inconfessabili e fatali bugie: al tempo stesso il film parla delle scelte di vita che le donne decidono o hanno l’occasione di fare, tra lavoro e famiglia, attirate da mondi differenti, spesso costrette a  scegliere dei ruoli precisi da svolgere nella vita e ad essere ‘punite’ se non vi aderiscono.

Alcune dichiarazioni su Un piccolo favore

Il film parla della natura dei segreti – racconta la sceneggiatrice/adattatrice Jessica Sharzer  – e del modo in cui essi si propagano verso l’esterno influenzando le nostre relazioni e le nostre vite ma riguarda anche le scelte delle donne: volevo che questa storia trattasse di come donne diverse si sentano ancora costrette a scegliere tra carriera e figli. Quali sono i compromessi che facciamo e cosa perdiamo nei diversi casi? Queste sono domande che mi pongo sempre con i miei amici: sono argomenti importanti e trovo interessante il fatto che un thriller possa evidenziare questi temi“.

La pellicola ha destato interesse sia per la discreta ‘ferocia’ e l’originalità dei dialoghi, sia per l’escalation di tensione e ritmo narrativo, in relazione alle vite familiari delle due protagoniste ed al dipanarsi della trama, in bilico tra legami spezzati, conflitti latenti, tradimenti e riconciliazioni, rivelazioni e colpi di scena.

Il cast

Distribuito da 01 Distribution il film, un’esclusiva per l’Italia di Leone Film Group in collaborazione con Rai Cinema, si avvale di due protagoniste d’eccezione, Blake Lively, icona internazionale e attrice di talento (Adeline, Café Society) nel ruolo della madre tutta lavoro e misteri, e la candidata agli Oscar Anna Kendrick (Tra le nuvole, Pitch Perfect) nei panni della mamma ingenua e perfetta che a poco a poco prenderà coscienza della verità e tirerà fuori parti sconosciute di sé. Nel cast anche Henry Golding (Crazy Rich Asians) e Rupert Friend (HomelandThe Young Victoria).

#Migliori film in sala del 2018

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2018
  • Durata: 116'
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Genere: Commedia, Drammatico
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Paul Feig
  • Data di uscita: 13-December-2018