fbpx
Connect with us

2018

Terapia di coppia per amanti, la commedia tratta dall’omonimo libro di Diego De Silva con Ambra Angiolini e Pietro Sermonti

Tratto dall'omonimo libro di Diego De Silva, Terapia di coppia per amanti racconta una storia d'amore da una prospettiva piuttosto inusuale, quanto originale, quella di due amanti in crisi che decidono di andare in terapia di coppia per ritrovare l'amore

Pubblicato

il

Ambra Angiolini è stata recentemente al cinema con un altro film, una commedia, La verità vi spiego sull’amore (regia di Max Croci). Oltre alla protagonista femminile, con Terapia di coppia per amanti, diretto da Alessio Maria Federici, i due film hanno in comune di essere entrambi adattamenti di libri. Due pellicole dove Ambra Angiolini interpreta più o meno lo stesso ruolo: una madre con uno stile di vita agiato, con un solo e unico problema nella vita, l’amore.

Se nella pellicola di Max Croci era un’idea e uno stile di regia brillante (a metà tra commedia americana e commedia italia) a sorreggere l’intero film, in Terapia di coppia per amanti, è l’interpretazione dei co-protagonisti, Pietro Sermonti e Sergio Rubini, che dà carattere alla commedia.

Viviana (Ambra Angiolini) e Modesto (Pietro Sermonti) sono una coppia di amanti in crisi, entrambi sono sposati con altre persone, ma dopo tanti anni passati tra incontri clandestini nella camera di un B&B, anche questa relazione sembra stia per finire. Viviana decide così di trascinare Modesto dall’analista, il prof. Malavolta (Sergio Rubini), un dottore specializzato in problemi di coppie che, travolto anche lui dai problemi con la sua amante, finirà per mettere in discussione la sua stessa professione.

Il problema di questo film sta nelle interpretazioni femminili, o meglio, nelle interpretazioni femminili a cui il film relega le attrici, provocato soprattutto dal fatto che l’immagine della donna – che tenta di raccontare il punto di vista di uomini e donne in una relazione – viene continuamente messo su un gradino più basso rispetto all’uomo.

Anche se è Viviana a proporre la terapia, per il resto del film non è capace neanche di occuparsi della sua unica responsabilità, andare a prendere il figlio dopo gli allenamenti in piscina. Lo stesso vale per l’amante dell’analista, una donna che viene mostrata pochi minuti e che poi non fa altro che tormentare il professore. Al contrario, l’uomo è raccontato attraverso personaggi di diverso stampo: Modesto, con il suo modo di esorcizzare i problemi attraverso l’umorismo e la passione per la musica, e il terapista, con la sapienza della sua professione, sono mostrati come delle “vittime” delle rispettive compagne; lo stesso padre del protagonista, un uomo anziano che frequenta ragazze molto più giovani di lui, a cui non è rimasto altro che la musica, viene rappresentato come una figura, tutto sommato, positiva.

Il personaggio di Ambra Angiolini costringe l’attrice all’interno di un confine piuttosto limitato; al contrario delle controparti maschili, molto più a loro agio nel film. Così, il film di Alessio Maria Federici inizia con una buona idea, ma sembra confondersi mentre i minuti passano. Da una parte la coppia protagonista non incide particolarmente: Viviana non è mai abbastanza vitale o intrigante, ma al massimo irresponsabile e fastidiosamente impulsiva, e Modesto, la cui passione per la musica, e il tanto decantato talento, non viene mai messo veramente in mostra. Dall’altra Terapia di coppia per amanti finisce per inserire un personaggio, quello dell’analista, che, per il ruolo che assume alla fine del film e il tempo che gli viene dedicato, non è mai abbastanza esplorato per comprenderne almeno il turbarmento emotivo.

Con un’idea buona, ma una realizzazione non troppo sicura di sè, Terapia di coppia per amanti finisce per aggiungere degli inspiegabili intermezzi musicali, come Alan Sorrenti che entra in scena confessandosi un outsider, e suonando in un nightclub che sembra così piccolo e anonimo da sembrare un’allucinazione del protagonista: ma forse è stato inserito per giustificare il talento di Modesto come chitarrista.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2017
  • Durata: 97'
  • Distribuzione: Warner Bors. Pictures
  • Genere: Commedia
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Alessio Maria Federici
  • Data di uscita: 26-October-2017