Mamma Rai alla Festa del Cinema di Roma

rai cinema

Rai Cinema partecipa all’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma con 11 titoli, che ha contribuito a realizzare. Ecco nel dettaglio i film e i documentari presenti alla Festa del Cinema:

In pre-apertura, il 12 di ottobre IN GUERRA PER AMORE, opera seconda di Pierfrancesco Diliberto, “Pif”. Il film, una produzione Wildside con Rai Cinema, è ambientato nel 1943, nel pieno della seconda guerra mondiale. La storia racconta di Arturo, un giovane squattrinato, interpretato dallo stesso regista, che vive la sua travagliata storia d’amore con Flora, Miriam Leone. Il film uscirà in Italia il 27 ottobre con 01 Distribution.

Nella Selezione ufficiale NAPLES ’44, scritto e diretto da Francesco Patierno, una produzione Dazzle Communication con Rai Cinema, in associazione con Istituto Luce Cinecittà. Il film documentario è basato sul libro del giovane ufficiale inglese Norman Lewis, “Napoli ’44”, che narra di quando nel 1943 entrò con la Quinta Armata Americana in una Napoli distrutta e piegata dalla guerra.

7 MINUTI, l’ultimo lavoro di Michele Placido, ispirato ad una storia vera e tratto dal testo teatrale “7 minuti” di Stefano Massini edito da Einaudi. Il film ha un cast quasi tutto al femminile che vede Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido, Ottavia Piccolo, insieme ad altre interpreti, operaie di un’azienda tessile italiana. Il film è una produzione Goldenart Production con Rai Cinema e uscirà in Italia distribuito da Koch Media.

SOLE CUORE AMORE il nuovo film di Daniele Vicari, una produzione Fandango con Rai Cinema. Racconta l’amicizia tra due giovani donne che hanno fatto scelte molto diverse nella vita; il contesto è quello di Roma, il suo immenso interland e le dure condizioni di lavoro. Protagoniste di questa storia Isabella Ragonese e Eva Grieco, e al loro fianco Francesco Montanari.

Sempre in pre-apertura il 9 ottobre LA GUERRA DEI CAFONI, di Davide Barletti e Lorenzo Conte con Claudio Santamaria ed Ernesto Mathieux ambientato nel villaggio salentino di Torrematta dove ogni anno esplode la guerra tra i figli dei ricchi – i signori – e i figli dei pescatori e dei contadini, i cafoni.

 

Nella sezione Riflessi, una scelta di quattro documentari:

CRAZY FOR FOOTBALL, di Volfango De Biasi, una produzione Skydancers con Rai Cinema, racconta la prima nazionale italiana di calcetto per pazienti psichiatrici che concorre ai mondiali. Il regista ritrae la battaglia per il reinserimento sociale dei pazienti che porta avanti da anni il dottor Santo Rullo, Presidente dell’Associazione Italiana di Psichiatria Sociale, insieme a molti altri colleghi. In questa battaglia il calcio si è rivelato uno strumento efficacissimo, una terapia salvifica. Il documentario sarà distribuito da Istituto Luce Cinecittà.

Altro documentario è quello di Giovanna Gagliardo dal titolo LE ROMANE – Storie di donne e di quartieri, una produzione GA&A Productions con Rai Cinema, in collaborazione con Rai Teche. Il progetto mette a fuoco alcune figure femminili storicamente e culturalmente riconosciute, nate e vissute nei quartieri di Roma, come Gabriella Ferri a Testaccio, Anna Magnani a Cinecittà, Jia Ruskaja all’Aventino. “Le romane” arricchito dalle testimonianze di altre figure femminili, traccia il ritratto di una vera e propria “città delle donne”.

CINQUE MONDI è il film documentario con cui Giancarlo Soldi racconta il cinema di Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Gabriele Salvatores, Paolo Sorrentino e Giuseppe Tornatore; le loro personali riflessioni sul senso di fare cinema ci permettono di capire qual è stata la molla che li ha portati ad esordire. Il progetto è prodotto da Bizef Produzione in associazione con Istituto Luce Cinecittà, in collaborazione con Rai Cinema. Sarà distribuito in Italia da Istituto Luce Cinecittà.

E infine WILLIAM KENTRIDGE, TRIUMPHS AND LAMENTS di Giovanni Troilo e prodotto da Todos Contentos y yo tambien in collaborazione con Rai Cinema. Un documentario su uno degli artisti contemporanei più famosi al mondo, in particolare sulla sua colossale opera “Triumphs & Laments”, che Kentridge ha deciso di dedicare ad una location d’eccezione: il museo a cielo aperto di Roma. Il documentario ripercorre le tappe che hanno portato alla realizzazione di quest’opera, per svelare la poetica, il processo creativo e la tenacia di questo artista sudafricano.

 

Inoltre due film presenti nella sezione autonoma e parallela di Alice nella Città:

HO AMICI IN PARADISO, opera prima di Fabrizio Maria Cortese, prodotto da Golden Hour Films e Rai Cinema, in associazione con l’Opera Don Guanella di Roma e la collaborazione della Fondazione Ente dello Spettacolo. Il cast è composto sia da attori professionisti come Valentina Cervi, Fabrizio Ferracane, Antonio Catania, che da “attori” esordienti, diversamente abili. Persone con disabilità mentali, associate anche ad altre patologie, che impreziosiscono con la loro spontaneità, le vicende narrate. La storia racconta il cambiamento di Felice Castriota, un uomo coinvolto in loschi affari, costretto allo svolgimento di servizi sociali nel Centro di Riabilitazione. Dopo un iniziale atteggiamento di rifiuto, Felice trova la sua dimensione ideale e i disabili diventano i suoi nuovi amici, il suo Paradiso in terra.

2NIGHT di Ivan Silvestrin, prodotto da Controra Film in co-produzione con Jando Music and Mountfluor Films, in collaborazione con Rai Cinema. La storia, con protagonisti Matilde Gioli e Matteo Martani, di due trentenni di oggi, i loro pensieri, i dubbi e le paure. Si incontrano per una notte di sesso per poi dimenticarsi l’uno dell’altro, invece abbandonano le maschere e un sentimento imprevisto cambierà i loro destini. Uscirà in sala distribuito da Bolero Film.



Condividi