Stanotte alle 01,20 su Iris Le conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino

  • Anno: 2004
  • Durata: 100'
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Paolo Sorrentino

Le conseguenze dell’amore è un film scritto e diretto da Paolo Sorrentino uscito nelle sale cinematografiche il 24 settembre 2004 e presentato in concorso al 57º Festival di Cannes, plurivincitore ai David di Donatello 2005, ai Nastri d’argento 2005 e ai Globi d’oro. A seguito delle premiazioni il film è stato riproposto nelle sale italiane.

Titta Di Girolamo è un uomo di 50 anni, che da 8 anni vive una vita grigia e monotona all’interno dell’albergo in cui alloggia a Lugano, in Svizzera. Apparentemente non fa nulla, in realtà “lava” i soldi della mafia. Una donna anonima, che indossa sempre occhiali da sole, due volte a settimana, arriva con una valigia piena di denaro che Titta, grazie alla sua fedina penale pulita, provvede a depositare a suo nome in una banca. Soffre d’insonnia, è separato dalla moglie da 10 anni, ha 3 figli a cui spesso telefona, ma che non gli vogliono parlare. Trascorre le giornate tra la hall e il bar dell’albergo; a volte si concede una passeggiata in città e una visita in un centro commerciale. Gli unici rarefatti contatti umani che ha sono quelli con il direttore dell’albergo, ogni primo del mese, e con una coppia anziana, ricchi ormai decaduti, con i quali gioca a carte. Molto colto, ma poco propenso al dialogo, non saluta quasi mai la cameriera e spiazza in modo brillante nei colloqui le persone troppo curiose. Da 24 anni, ogni mercoledì mattina alle 10:00, s’inietta una dose di eroina. Una volta all’anno si sottopone ad una procedura di “lavaggio” totale del sangue. Questa sua vita, fatta di azioni rigidamente preordinate, comincia a scomporsi quando inizia a parlare con la giovane barista dell’albergo, Sofia, che da tempo tentava di avere un dialogo con lui. Titta, in un appunto sul suo taccuino, ricorda a se stesso di “non sottovalutare le conseguenze dell’amore”; conseguenze che lo porteranno a ribellarsi al proprio destino di marionetta nelle mani di Cosa Nostra.

Premi e riconoscimenti
2004 – Festival di Cannes
Nomination Palma d’oro a Paolo Sorrentino
2005 – David di Donatello
Miglior film
Miglior regista a Paolo Sorrentino
Migliore sceneggiatura a Paolo Sorrentino
Miglior attore protagonista a Toni Servillo
Miglior direttore della fotografia a Luca Bigazzi
Nomination Miglior produttore a Domenico Procacci e Nicola Giuliano
Nomination Miglior attore non protagonista a Raffaele Pisu
Nomination Miglior colonna sonora a Pasquale Catalano
Nomination Miglior montaggio a Giogiò Franchini
Nomination Miglior sonoro a Daghi Rondanini e Emanuele Cecere
2005 – Globi d’oro
Miglior sceneggiatura a Paolo Sorrentino
Miglior attrice rivelazione a Olivia Magnani
Nomination Miglior attrice a Olivia Magnani
2005 – Nastri d’argento
Migliore attore protagonista a Toni Servillo
Migliore attore non protagonista a Raffaele Pisu
Miglior soggetto a Paolo Sorrentino
Miglior fotografia a Luca Bigazzi
Nomination Regista miglior film a Paolo Sorrentino
Nomination Miglior produttore a Fandango
Nomination Migliore montaggio a Giogiò Franchini
Nomination Miglior colonna sonora a Pasquale Catalano
2005 – European Film Awards
Nomination Premio del pubblico al miglior regista a Paolo Sorrentino
Nomination Premio del pubblico al miglior attore a Toni Servillo
2005 – Italian Online Movie Awards
Miglior film italiano
Migliore attore protagonista a Toni Servillo
2004 – Festival di Cabourg
Grand Prix a Paolo Sorrentino

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 8 Maggio, 2016



Condividi