Ti amo o qualcosa del genere: una commedia per tutte le stagioni

Non sempre le commedie dell’intrigo sono così piacevoli ed eleganti. Senza bisogno di eccessi in turpiloquio e doppi sensi, Diego Ruiz ci intrattiene per due ore di spettacolo che non può non ricordare le schermaglie alla Marivaux, più che alla Feydeau. Una coppia che non sa di esserlo, l’amicizia tra uomo e donna, le gelosie che s’intrecciano tra i quattro personaggi, divengono di volta in volta occasione per una nuova conoscenza di sé e delle dinamiche psicologiche, che, al maschile o al femminile, identificano i ruoli e i generi. Tutto possibile, ma niente di scontato.

La grazia di Gaia De Laurentis, in bilico tra i sentimenti e l’interpretazione del suo partner, l’attore scrittore e regista della piece Diego Ruiz, piena di saporosa spontaneità, appaiono subito vincenti.  Diego rivela di averci messo ben due mesi per scriverla, e a noi sembra assai poco per costruire quest’abile intreccio e sfornare un prodotto moderno ed efficace.

Non c’è bisogno di artificio per questa fresca e costantemente dinamica rappresentazione. Tra le trovate più divertenti sono i giochi dei nomi perduti e dimenticati da un’impareggiabile Francesca Nunzi, che non riesce mai a chiamare nessuno col proprio nome e inventa incredibili sostituzioni. Questo simpatico contesto e una fantasia di situazioni grottesche sono il filo conduttore della storia.

Ultimo, non ultimo, l’ingresso in scena di Roberto Ciufoli che con la sua bella interpretazione caratterizza con puntuale ironia il suo personaggio. L’attore, con la sua inconfondibile simpatia e sensibilità anche alle problematiche sociali, è noto al grande pubblico per essere uno dei membri del quartetto comico “La premiata ditta”.

Il testo di Ruiz, che è il primo a divertirsi nell’interpretare la sua commedia, risulta vivace e senza tempo, unito, poi, a una recitazione collettiva libera e veloce rende questa rappresentazione particolarmente godibile e interessante. Dopo una serie di anteprime estive in tutta Italia,  Ti amo o qualcosa del genere sarà al Teatro Ghione dal 1 al 18 ottobre  2015.  Con Roberto Ciufoli, Gaia De Laurentis, Francesca Nunzi, Diego Ruiz. Testo e regia Diego Ruiz.

Alessandra Cesselon



Condividi