Connect with us

NEWS

Premio Amidei 2015: al via domani la 34° edizione

Al via domani 10 luglio la 34° edizione del Premio Amidei con il corso di formazione giornalistica “Dentro le forme della critica cinematografica”, l’Amidei Kids e le sezioni dedicate ad Álex de la Iglesia, alla scrittura seriale e allo humour nero. Ad inaugurare le proiezioni serali al Parco Coronini Cronberg Duccio Chiarini, regista di “Short Skin”, primo film in concorso per il Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura Cinematografica 2015

Publicato

il

Prenderà il via domani 10 luglio la 34° edizione del Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura Cinematografica Sergio Amidei in programma al Palazzo del Cinema – Hiša Filma e al Parco Coronini Cronberg di Gorizia fino al 16 luglio p.v.

Un’intera settimana di intensa programmazione per presentare il meglio della sceneggiatura internazionale dedicata al mondo del cinema e da quest’anno anche il meglio della sceneggiatura tv e del web tra autori cult del panorama cinematografico italiano e internazionale, retrospettive integrali, pellicole rarissime, tavole rotonde e un corollario di eventi collaterali.

In un quadro così ricco, è stato affidato ad un corso di aggiornamento professionale per giornalisti il compito di aprire ufficialmente l’edizione 2015 (sala 2 – Kinemax Gorizia, ore 9). Intitolato “Dentro le forme della critica cinematografica” e condotto da Sara Martin, docente Dams e coordinatore organizzativo del Premio Amidei, e Roy Menarini, docente di Cinema e Industria Culturale presso la sede di Rimini dell’Università di Bologna e critico cinematografico, il corso offrirà un percorso attraverso le diverse modalità della critica cinematografica: dalla recensione “classica” da quotidiano, alle forme di recensione e critica specialistica fino alle nuove forme di critica che si collocano nel web, siti e blog personali. Uno spazio sarà dedicato, inoltre, alla cinematografica su portali video (vimeo, youtube) e alle forme brevi di critica sui social network.

Contestualmente, alle ore 10 nella sala 1 del Kinemax, spazio ai più piccoli con l’Amidei Kids. Per la gioia di giovani cinefili, ma non solo, l’Amidei proporrà il film di animazione in claymation, ovvero con l’uso di pupazzi in plastilina animati in stopmotion, Shaun, vita da pecora – Il film (2015), tratto dalla celebre e omonima serie televisiva del 2007 della Aardman Animation, studio cinematografico inglese già autore dei lungometraggi Galline in fuga (2000), Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro (2005), Giù per il tubo (2006), Pirati! Briganti da strapazzo (2012), nonché dei due cortometraggi premiati con l’Oscar, Una tosatura perfetta (1995) e I pantaloni sbagliati (1993).

Alle ore 10 nella sala 3 del Kinemax prenderà il via una delle sezioni tematiche più attese dell’Amidei 2015, la Scrittura seriale, un nuovo spazio inedito che indaga l’universo della scrittura long running rintracciabile nelle serie televisive, dove la forza della sceneggiatura si fa sentire con sorprendente intensità. “Nel tempo i running plot si sono via via complicati sempre di più, trame e dialoghi sono diventati progressivamente più azzardati e coinvolgenti, i personaggi sono stati scritti in maniera così intensa e credibile da diventare delle vere e proprie icone dell’immaginario contemporaneo, pensiamo per esempio a Tony Soprano (The Sopranos), a Carrie Bradshow (Sex and the City) al Dr. House (Dr. House – Medical Division)” come ha ricordato Sara Martin nel catalogo Amidei 2015. Per inaugurare la sezione il Premio Amidei partirà dal contesto nazionale proponendo al pubblico Gomorra – La serie, l’eccellente produzione nostrana che ha saputo attirare gli interessi di una platea internazionale.

Il pomeriggio dell’Amidei si aprirà alle ore 14.30 con Plutón B.R.B. Nero, puntata pilota della serie tv inedita in Italia di Alex de la Iglesia che aprirà ufficialmente la lunga serie di proiezioni della retrospettiva integrale dedicata al suo cinema. Un omaggio che Il Premio Amidei ha voluto fortemente per tributare l’autore insignito del prestigioso Premio all’Opera d’Autore 2015 per essersi distinto come artista completo nell’ambito della scrittura, della sceneggiatura e della narrazione. Nel corso della giornata saranno proiettati anche Film per non dormire – La stanza del bambino e Perdita Durango, pellicole realizzate a vent’anni di distanza l’una dall’altra, nel 1977 la prima, nel ’97 la seconda

Al via anche la sezione Piccola antologia dello humour nero con due pellicole imperdibili: il semisconosciuto Gente felice – Benvenuto, onorevole! per la sceneggiatura di Mino Loy, Adriano Baracco, Roberto Nardi e la regia di Mino Loy  e Brutti, sporchi e cattivi per la sceneggiatura di Ruggero Maccari ed Ettore Scola e la regia di Ettore Scola.

Dal Kinemax al Parco Coronini Cronberg. Cambio di location per entrare nel vivo della programmazione con il primo film in concorso per il Premio Internazionale all Migliore Sceneggiatura Cinematografica Sergio Amidei 2015, Short Skin di Duccio Chiarini che verrà proiettato alla presenza del regista e co-sceneggiatore della pellicola scritta assieme a Ottavia Maddeddu, Marco Pettenello, Miroslav Mandic.

Ad anticipare il film della serata l’evento speciale Folk Reporter Parade, corto di Olivia Averso Pellis che introduce lo straordinario progetto di recupero dell’omonimo archivio che intende rendere accessibili a tutti, in formato digitale, le 300 unità archivistiche tra film e nastri magnetici con registrazioni in presa diretta, i circa 40.000 tra fotografie e diapositive, l’intera biblioteca con gli scritti della Averso Pellis e il copioso materiale tecnico composto da cineprese, macchine fotografiche, registratori audio, moviole.

L’intero Fondo è stato donato all’Associazione Palazzo del Cinema – Hiša filma, che a partire dal 2014 ha avviato un progetto di inventariazione e catalogazione dei materiali, nonché di preservazione e digitalizzazione dei film e dei nastri audio. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e si avvale della consulenza e delle lavorazioni del Laboratorio “La Camera Ottica” (DAMS – Università degli Studi di Udine).