fbpx
Connect with us

Berlinale

‘My New Friends’ il ritorno di André Téchiné e la ribellione del quotidiano

Il celebre regista francese dirige Isabelle Huppert in un dramma di piccole dimensioni ma dal grande significato, in anteprima alla Berlinale 2024

Pubblicato

il

Isabelle Huppert in My New Friends (André Téchiné, 2024)

My New Friends (Les gens d’à côté), presentato in anteprima mondiale alla 74esima edizione del festival internazionale del cinema di Berlino, è il nuovo film dell’apprezzato regista francese André Téchiné, qui al lavoro con un’interprete eccezionale come Isabelle Huppert nel ruolo della protagonista. Accanto a lei, l’attrice franco-algerina Hafsia Herzi (Cous Cous) e l’argentino Nahuel Pérez Biscayart (120 Battiti Al Minuto).

La monotona e solitaria vita di Lucie, un’agente della polizia scientifica guidata da un’etica ineluttabile, prende una piega inaspettata, quando incontra casualmente i suoi nuovi vicini, Julia e Yann, una coppia con una figlia giovanissima. Passando sempre più tempo con loro, Lucie si affeziona alla famiglia, salvo poi scopre una verità destabilizzante che la obbligherà a dover compiere scelte che cambieranno il corso della sua vita.

My New Friends è parte della categoria ‘Panorama‘, storicamente la selezione più audace della Kermesse berlinese che, nel corso degli anni, ha portato film innovativi, arditi, espliciti, in grado di osare con coraggio e accendere, dunque, il pubblico su temi attuali tramite un linguaggio cinematografico contemporaneo.

Piccole e grandi ribellioni

La rivolta è nel DNA della popolazione francese. C’è ribellione in ogni aspetto della vita, anche nelle piccole cose. My New Friends racconta proprio questo e lo fa seguendo una donna che fa parte, canonicamente, del ‘sistema’ che tanti francesi vogliono combattere e la mette di fronte a chi ha idee opposte alle sue, donandogli un volto, un nome ed emozioni vere tanto quanto le sue.

Lucie (Huppert) è indirizzata verso la terza fase della propria vita e la solitudine che la circonda sta quindi iniziando a pesare sempre di più. É ancora in cerca di stimoli e motivazione ed è qui che il destino le pone davanti una scelta, di quelle in grado di portare una persona, indipendentemente dall’età anagrafica, a rivedere le proprie certezze e la propria integrità. Dopo aver stretto un rapporto quasi materno con Julia e la bambina ed essersi confrontata con l’animo esplosivo di Yann, Lucie scopre una ‘bolla’ diversa da quella in cui ha sempre vissuto e un misto di ansia ed euforia la pervadono.

Da autore navigato ed eclettico quale è, Téchiné affronta la vicenda con pratica chiarezza, senza inutili sovrastrutture. Opta per uno stile di ripresa che oscilla tra il documentaristico e il televisivo con poche e calibrate sequenze estrose, mai esagerate. Mantenere una dimensione concreta, razionale, permette allo spettatore di entrare in sintonia con Lucie e di appassionarsi alla sua piccola, grande ribellione, sposandone la causa.

Isabelle Huppert protagonista a Berlino anche con ‘A Traveler’s Need’

Isabelle Huppert My New Friends 2024

Isabelle Huppert in My New Friends (André Téchiné, 2024)

Attuale, ma con uno stile d’altri tempi

Le scelte stilistiche possono far storcere il naso agli amanti di quel cinema estetico e retorico, di cui l’industria è ormai schiava consapevole, ma l’approccio vintage di Téchiné si rivela estremamente corretto e funzionale, una decisione ponderata e che merita assolutamente il rispettoso riconoscimento che la Berlinale le ha riservato, includendolo in una delle categorie più attese del festival.

Mettendo da parte il lato puramente visivo, My New Friends mostra una realtà, non certo rose e fiori, come quella delle giovani famiglie francesi, e dell’infinita lotta delle persone comuni contro un sistema sempre più datato, incapace di venire incontro ai cambiamenti che gli ultimi decenni hanno rapidamente introdotto. Questo film parla di una criminalità opinabile, di rapporti d’amore e amicizia, di solitudine e, ancora una volta, di rivolta.

L’attualità di My New Friends risiede infatti in ciò che ci viene mostrato, il ritratto di un paese sempre più riottoso, estremamente eterogeneo e conseguenza diretta di due dei macro eventi geopolitici più importanti di questo secolo, l’immigrazione e i limiti della democrazia. La Francia vive un epoca di forte subbuglio, alimentato dai recenti drammi di matrice terrorista e dalle sempre più frequenti manifestazioni che bloccano le strade di Parigi. E un regista attivista che è conseguenza diretta della Nouvelle Vague come Téchiné, va ascoltato.

My New Friends (2024)

Isabelle Huppert con Hafsia Herzi e Nahuel Pérez Biscayart in My New Friends (André Téchiné, 2024)

André Téchiné: Il grido di battaglia di un animo gentile

André Téchiné, francese figlio dei Cahiers du Cinéma, si è sempre distinto per il grande successo che le sue pellicole hanno ottenuto ai più importanti festival internazionali. Da sempre Téchiné ha analizzato le varie sfaccettature della moralità, mettendo in dubbio le certezze dei suoi protagonisti, esplorando temi come l’omosessualità, il tradimento, il divorzio, l’abuso di droghe e la politica, spesso in tempi non sospetti, denotando anche una notevole capacità analitica della società.

Come un lupo che perde il pelo, Téchiné, raggiunta la soglia degli ottant’anni, mantiene il vizio di raccontare la sua Francia tramite storie di persone semplici. Presentandoci il bianco e il nero, il regista disegna una zona grigia nel mezzo. É giusto che Lucie segua le imposizioni del proprio stato sociale e professionale o forse la visione opposta, quella di Yann e della sua famiglia, è la più umana, giusta?

Taxidrivers al Festival Del Cinema di Berlino 2024

L’uscita nelle sale francesi di My New Friends, prodotto da Les Films du Worso e distribuito da Pyramide International con il titolo originale Les gens d’à côté, letteralmente ‘le persone della porta accanto’, è prevista per l’8 maggio 2024.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

My New Friends (Les gens d’à côté)

  • Anno: 2024
  • Durata: 85'
  • Distribuzione: Pyramide International
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Francia
  • Regia: André Téchiné
  • Data di uscita: 08-May-2024