fbpx
Connect with us

Focus Italia

‘Maschile plurale’ Basta seguire la ricetta

In sala dal 15 febbraio, prima di approdare su Prime Video, Maschile plurale è il sequel di Maschile singolare. Tornano sulla scena Giancarlo Commare, Gianmarco Saurino e Michela Giraud, per nuove avventure, sentimentali e culinarie.

Pubblicato

il

maschile plurale

Sequel dell’apprezzatissimo Maschile singolare (2021), arriva il 15 febbraio 2024, in alcune sale selezionate, l’atteso Maschile plurale, per la regia di Alessandro Guida. Il film è prodotto da Fabula PicturesRufus Film, in collaborazione con Prime Video con il contributo del Ministero della Cultura, e sarà disponibile sulla piattaforma streaming tra qualche mese, a giugno.

Maschile plurale | La trama

Sono trascorsi tre anni dalla morte di Denis (Eduardo Valdarnini) e da quando Antonio (Giancarlo Commare) e Luca (Gianmarco Saurino) si sono persi di vista. Il primo ha ora un ruolo di rilievo in una pasticceria molto nota sui Social, il secondo ha deciso di dedicare il suo tempo a una casa famiglia. Le vite dei due hanno preso strade differenti, ma il pensiero della loro storia non li ha mai abbandonati.

Io ho iniziato a pensare al plurale.

Quando Luca ricontatta Antonio, quest ultimo – insieme alla sua immancabile migliore amica Cristina (Michela Giraud) – crede che ci sia un secondo fine dietro il gesto. In realtà, i sentimenti del suo ex datore di lavoro sono cambiati, ma non per forza in maniera negativa. Il giorno del fatidico incontro riporterà a galla tanti ricordi, conditi di rimpianti e di aspettative.

La sfida del sequel

A volte capita che dei piccoli film, fatti con tanto cuore e portatori di messaggi importanti, riescano a imboccare un percorso inaspettato. È il caso di Maschile singolare, divenuto in breve un vero e proprio fenomeno mediatico. Comprato da numerosi paesi stranieri, con il titolo internazionale Mascarpone, l’esordio cinematografico di Matteo Pilati e Alessandro Guida ha conquistato spettatori in ogni dove e di ogni tipo. La genuinità, la delicatezza, l’ironia che caratterizzano la narrazione, lo hanno reso semplicemente irresistibile.

Abbiamo te, che sei l’ingrediente più importante.

maschile plurale

Ingredienti che ritroviamo anche in questo secondo capitolo, che si proponeva come una sfida a tutti gli effetti. Forse meno fresco e originale, ma comunque riuscito ed emozionante, Maschile plurale fonda la sua forza, innanzitutto, sul gruppo di lavoro che c’è dietro la realizzazione. A partire dagli autori – Guida ne firma la sceneggiatura, insieme a Giuseppe Paternò Raddusa e a Gaia Maria Musacchio -, sino ad arrivare, ovviamente, al cast.

Commare si muove, a suo completo agio, dentro al suo Antonio: davanti agli occhi del pubblico è difficile non riconoscerne la verità, affezionarsi e considerarlo un amico. La sintonia con il collega Saurino permette loro di muoversi su territori comuni, già esplorati ma ancora pieni di potenzialità. Ad arricchire il parterre, l’entrata in scena di Francesco Gheghi, sempre più convincente, qualsiasi veste indossi, e quella di Claudio Colica, irriverente e geniale.

Maschile plurale soddisfa le aspettative

L’umanità messa in campo, forte e fragile al tempo stesso, desiderosa di cambiare ma ancorata al passato, alle prese con nuovi sogni e ferite del passato, travalica il discorso generazionale, andando a rivolgersi a un pubblico vastissimo. Oltre alle tematiche LGBTQIA+, si parla di amicizia, di famiglia, di Social, di popolarità, di seconde occasioni e di scelte. Maschile plurale diviene un contenitore quasi inesauribile di suggestioni, dal quale attingere per motivi tra i più disparati, per un confronto, per uno spunto su cui riflettere o per puro divertimento.

maschile plurale

Qui è dove siamo stati felici.

La ciliegina sulla torta restano, anche stavolta, le canzoni, naturali conduttrici di emozioni che non tardano a palesarsi e che rendono il tutto ancor più godibile. Se, come suggesrisce una battuta del film, la magia del passato è difficile, se non impossibile, da replicare, Maschile plurale ci prova, senza paura e pretenziosità, e il risultato non può che essere apprezzabile.

‘Maschile Plurale’ di Alessandro Guida – trailer, poster e sinossi

*Salve sono Sabrina, se volete leggere altri miei articoli cliccate qui.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Maschile plurale

  • Anno: 2024
  • Genere: commedia
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Alessandro Guida
  • Data di uscita: 15-February-2024