fbpx
Connect with us

Mubi Film

Febbraio 2024 su MUBI: cosa propone la piattaforma per il mese dell’amore?

Un romanticismo cinefilo quello proposto dalla piattaforma d'autore per eccellenza: tra Lynch e triangoli amorosi, MUBI non delude neanche questo mese

Pubblicato

il

Sono parecchi i nuovi titoli di febbraio 2024 su MUBI, la piattaforma d’autore che propone film scelti con cura. Non importa che abbiate bisogno di compagnia per il temuto e/o amato San Valentino o che cerchiate un passatempo da condividere con la vostra dolce metà: MUBI potrà soddisfare qualsiasi esigenza.

La piattaforma festeggia San Valentino celebrando l’amore per il cinema. Quale modo migliore di farlo se non quello di regalarci titoli come L’imbalsamatore  (2002) di M. Garrone (incluso in una nuova rassegna dedicata al neo-noir) o una sezione con tre titoli del visionario D. Lynch (Mulholland Drive, The Elephant Man, Inland Empire)? Questo è però solo un vago accenno alle sorprese mensili di MUBI

La rassegna dedicata ai triangoli amorosi nel cinema: Truffaut e non solo…

Non è strano per i curatori di MUBI proporre del cinema non sempre convenzionale. È per questo che non ci stupisce che proprio nel mese in cui si celebra l’amore, venga resa disponibile su MUBI una rassegna con questo tema. “Il triangolo no: i ménage a trois al cinema” includerà, a partire dal 9/02 (e oltre), titoli come Jules and Jim (1962) di F. TruffautL’età acerba (1994) di A. Téchiné, Brevi incontri (1967) di K. Muratova e svariati altri. Sono inoltre già disponibli Passages (2023) di I. Sachs, Le chansons d’amour (2007) di C. Honoré Lions love (…and lies) (1969) di A. Varda.

Altre due splendide rassegne: Vicari e Coppola tra i nomi

Ritratto di Daniele Vicari

Elio Germano in ‘Diaz’: foto tratta dal sito di Filmiatalia

Oltre alle precedenti, MUBI rende disponibili altre due interessanti rassegne. Abbiamo infatti un dittico dedicato a Daniele Vicari che offre un’immersione nell’opera del regista attraverso due film. Velocità massima (2002) rivolge lo sguardo sul crudo mondo delle corse clandestine, intrecciando adrenalina e dramma. In contrasto, Diaz – non pulire questo sangue (2012) rivive gli eventi scioccanti del G8 di Genova, esplorando le tensioni sociali e la brutalità delle forze dell’ordine.

Invece la rassegna “Grandi Nomi per Piccoli Film”, che rende disponibili alcuni cortometraggi di importanti registi contemporanei, dimostra che la durata non conta. Lick the stars (1998) è un cortometraggio di S. Coppola in bianco e nero e della durata di 14 minuti, girato in formato 16 mm. Il corto anticipa alcuni degli argomenti ricorrenti della regista, come il senso di solitudine delle ragazze adolescenti, qui centrale nella figura della protagonista Kate.

Gli altri titoli di febbraio: La antena ma non solo

Questo San Valentino ritorna in programmazione il primissimo film mostrato su MUBI. L’autore visionario E. Sapir è stato un pioniere del nuovo cinema argentino degli anni Novanta e il suo secondo film La antena è una favola innovativa sul potere della voce umana. Anticipando The artist, Sapir utilizza il linguaggio del cinema muto per un’incantevole allegoria sul potere e sul consumismo.

Ma l’amore si celebrerà anche con altri titoli come Chocolat (1988), Gli amanti del pont-neuf (1991) e anche un titolo italiano ossia L’amore in città (1953).

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.