fbpx
Connect with us

Disney+ SerieTv

‘Only Murders in the Building 3’ Una serie di cui abbiamo bisogno

La nuova stagione di Only Murders in the Building è finalmente approdata su Disney+, con Meryl Streep come guest star d'eccezione. Una serie di cui abbiamo bisogno.

Pubblicato

il

Only Murders in the Building 3 serie

Disponibile su Disney+ Only murders in the building 3, la serie di successo con Selena Gomez, Steve Martin e Martin Short.

Dopo l’uscita della prima stagione nel 2021, Only Murders in the Building, l’esilarante murder mystery creata da John Hoffmann Steve Martin e distribuita da Disney+ Star, ha fatto tanto parlare di sé, diventando presto una delle serie più deliziose presenti sulla piattaforma.

La sinergia dei protagonisti, lo stesso Martin accompagnato da Selena Gomez Martin Short, una sceneggiatura accattivante e le atmosfere pittoresche dell’Arconia hanno fatto di Only Murders in the Building un gioiellino del genere giallo, qui brillantemente mescolato alla commedia e qualche tocco di dramma.

Le prime due stagioni, oltre al trio di protagonisti, hanno visto inoltre la partecipazione di guest stars d’eccezione, quali Nathan Lane, Jane Lynch, Shirley MacLaine Cara Delevingne.

In questa stagione si aggiungono al cast Paul Rudd Meryl Streep. 

Only Murders in the Building 3 – Perché abbiamo bisogno di questa serie

Per chi scoprisse soltanto ora dell’esistenza di questa serie, la trama è piuttosto semplice: tre inquilini dell’Arconia, un imponente condominio newyorchese, con la passione per i podcast crime, si ritrovano invischiati in un misterioso delitto avvenuto all’interno del palazzo. Uniti da un’improbabile amicizia, i tre  decidono di investigare, fondando il loro personale podcast: per l’appunto, Only Murders in the Building.

Arrivati alla terza stagione, conosciamo ormai bene la ricetta: crimine, investigazione, risoluzione (anche se mai così scontata come potrebbe sembrare).

La domanda sorge quindi spontanea: perché Only Murders in the Building continua ad appassionarci?

La risposta, come per tutte quelle storie basate su una buona scrittura, risiede nei personaggi. Noi abbiamo bisogno di serie come Only Murders in the Building, ma non a causa di una profonda morale, di grandi insegnamenti o temi esponenziali.

No, noi abbiamo bisogno di personaggi veri, genuini, che ci risuonino profondamente come simili a noi pur attraverso la patinatura di un’appetibile fotografia e le battute sagaci.

Charles, Oliver, Mabel

Non giriamoci attorno. Sono loro, i tre protagonisti, i pilastri su cui è costruito l’Arconia e il suo intricato dedalo di corridoi, appartamenti e misteri. Loro sono il motivo per cui Only Murders in the Building è la serie più vista su Hulu, la piattaforma di distribuzione statunitense, e ripetutamente candidata ai premi Emmy e Golden Globe.

Come mai Charles, un attore dimenticato, Oliver, regista teatrale sfortunato, e Mabel, una ragazza alla soglia dei trent’anni che ancora non ha trovato il suo posto, ci piacciono tanto? Forse è perché noi, il pubblico, siamo composti da persone così. Gente di tutte le età, di varia estrazione sociale, ognuno alle prese con i propri, personali rimpianti: giovani dal futuro incerto, gente matura che cerca un senso alla propria esistenza guardando alle proprie scelte di vita, persone che volevano spaccare il mondo ma che ancora sono alle prese con la prima pietra.

Questa è la realtà di tutti i giorni, nessun “grande tema universale”, ma solo le proprie piccole passioni, i dubbi, le amicizie improbabili. Per questo abbiamo bisogno di Charles, di Oliver o di Mabel. Perché ci siamo stufati dei personaggi perfetti, decisi, pronti a tutto. Siamo felici di osservare due persone in là con gli anni tentare di adattarsi al linguaggio giovanile di una ragazza; siamo felici di vedere una persona giovane senza un obiettivo, incerta, tentennante, ma che trova conforto nell’amicizia con persone più grandi.

Osservare il trio ci ricorda che gli eventi più incredibili e le amicizie migliori non hanno mai il volto più scontato, e che “sono quelli ritardatari, a far girare il mondo”.

I delitti, il mistero, ci intrigano. Ma vedere tre persone assemblate tra loro in una combinazione bizzarra che tentano di risolvere l’enigma e risolvere i propri casini, ci piace molto di più.

Il trailer

Disponibile su Disney+ Star.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers