fbpx
Connect with us

Taormina Film Fest

Due Ceasar salads a ‘La plage’. Valeria Marini si racconta davanti all’Isola bella

La 'strega buona' stellare, in occasione della presentazione del nuovo film di Francesco Cinquemani, al 69 'Taormina Film Fest', si racconta nell'incantevole hotel di lusso 'La plage'. Ne esce una Valeria Marini generosa, dinamica, disponibile con tutti

Pubblicato

il

Valeria Marini

Al 69 ‘Taormina Film Fest’, abbiamo incontrato, nell’incantevole hotel di lusso ‘La plage’, la stellare Valeria Marini (Ortensia nel film).

In occasione della presentazione del nuovo lavoro di Francesco Cinquemani, Billie’s magic world, una fiaba per ragazzi con l’elemento fantasy, sboccia il fine pedagogico e sociale.

Generosa, dinamica, disponibile con tutti, la ‘strega buona’ del film, alias Ortensia, ha risposto a Taxidrivers.it

Corredati da generose granite alla mandorla e la disponibilità, tutta sicula, del direttore Christian Glogner, l’incantevole racconto di Valeria Marini, che sogna di lavorare con Nicolas Cage, Almodovar o Ozpeteck. Ma va bene anche Jhon Landis. Ama Mulin Rouge e il Grande Gatsby di Baz Luhrmann. Adora Michelle Pfeiffer, Whoopi Goldberg ed è amica di Bella Thorne.

Attaccatissima alla mamma, che protegge da ogni disavventura, Valeria è una donna completa e camaleontica. Onnivora. Balla, recita, canta, è doppiatrice, fa tv. Insomma una forza della natura. Piena di vita.

GSS: Che rapporto hai con l’arte figurativa?

VM: pensati che un artista bulgaro Ilian, mi ha ritratta come La venere di Botticelli, mesi prima della campagna pubblicitaria e tutto quel rumore. Poi adoro Fiume che mi ha persino ritratto. Ho dei suoi dipinti. Amo tanto l’arte, i ritratti, mi piace andare ai musei. Sono nata in teatro col sogno di fare il cinema, ma passata alla tv, per cui ringrazio Pingitore che mi ha ‘creata’ anche nella visibilità. Ho debuttato in televisione, poi ho fatto tante cose. E tante ne farò…

GSS: Che rapporto hai col cinema e in particolare con il Taormina Film Fest. Un tuo commento sull’edizione di quest’anno che sta per volgere al termine?

VM: Ottima qualità, bellissima edizione, molto internazionale anche se è stata fatta in corsa. Il tempo era poco e ho conosciuto il direttore Barrett Wissman direttamente sul palco. Devo dire che ha fatto un lavoro grandioso, coinvolgendo attori e star internazionali, come la mia amica Bella Thorne. O anche solo invitando il nostro film, cioè di Francesco Cinquemani, che ha unito per la prima volta nello schermo i due fratelli Baldwin, soprattutto dopo la disavventura di Alec…

GSS: Il tuo regista e attore preferito o i maestri a cui ti sei ispirata?

VM: Almodovar e Nicolas Cage

Valeria Marini

GSS: “Billie’s magic world” del regista di origini palermitane Cinquemani, un lungometraggio in tecnica mista. Il tuo che ruolo è?

VM: Per interpretare la maga cercavano una donna bella e sensuale, ma anche capace di trasmettere ironia. E hanno pensato a me. Sarò una strega. Ma buona. E’ dedicato ai bambini, alla loro energia. Un omaggio a loro da parte di Francesco Cinquemani, che ci ha pensato durante il covid. Il film è prodotto da Santo Versace e Gianluca Curti, proiettato al Teatro Antico in anteprima. Poi ha un bellissimo messaggio, cioè che il mondo si salverà attraverso i bambini a cui si rivolge. C’è un mago buono che vuole ricostruire il mondo con l’energia dei bambini. Io sono Ortensia e innamorata di loro.

GSS: Ho letto le dichiarazioni di Alec Balwind che dice che sei un’attrice comica straordinaria, ironica.

VM: Lo credo bene, se no anche Alberto Sordi non mi avrebbe scelto. (Ride)

GSS: e il film come è venuto quindi?

VM: Se metti che c’era un cast internazionale, con persone d’elezione, tutti madrelingua eccetto me. Ho trovato il set americano di “Billie’s Magic World” particolarmente accogliente. E’ stata un’esperienza utile e costruttiva in cui grandi attori sono stati gentili, in grado di mettere a proprio agio gli altri. Anche la sceneggiatura è un sogno. Ha la fantasia di un bambino, incanta, oltre ad avere temi socialmente pregnanti, che esorta a proteggere il fragile mondo dei bambini.

La sinossi di Billie’s magic world

La vicenda è quella di Billie (Mia McGovern Zaini, già diretta dal regista in “The Christmas Witch”), da poco orfana della mamma, che le ha lasciato in eredità il peluche Johnny Puff (voce e fattezze di Johnny Depp). Assieme al suo giocattolo custode, già visto nella webserie “Puffins”, vivrà una straordinaria avventura contro il perfido mago Lord Domino (Alec Baldwin), intenzionato a usare la rabbia di Billie e di altri bambini per alimentare un cannone con cui dominare il mondo. Nel film dal cast internazionale (con William Baldwin, fratello di Alec, Elva Trill e Samuel Kay) Valeria Marini, nei panni di Hortense, assistente e compagna dell’antagonista, “una strega buona”

La produzione

Il film è prodotto da Minerva Pictures e ILBE – Iervolino & Lady Bacardi Entertainment. Nelle sale americane uscirà fra novembre e dicembre.

 

More on the Festival

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

'Billie's magic world'

  • Genere: Fantasy
  • Nazionalita: usa
  • Regia: Francesco Cinquemani