fbpx
Connect with us

FESTIVAL DI CINEMA

Corti in opera, i premi e la serata finale

Si è conclusa con un bilancio molto positivo la quinta edizione di Corti in Opera, andato in scena a Lucera dal 10 al 13 maggio 2023

Pubblicato

il

Corti in Opera: Marco Torinello, Fabrizio Gifuni, Gianni Finizio

Si è conclusa, nella bella cornice di Lucera, una città tutta da scoprire nei suoi tesori artistici e archeologici, la quinta edizione di Corti in opera.

La premiazione finale è stata impreziosita dalla presenza di Fabrizio Gifuni, ospite d’onore che ha restituito le emozioni provate nella vittoria del suo recente David di Donatello, grazie al magnifico ruolo di Aldo Moro in Esterno notte di Marco Bellocchio. Una serata brillantemente condotta, con competenza e senso del ritmo, da parte del giornalista Felice Sblendorio e occasione per vedere un poker di cortometraggi, tra i più premiati della scorsa annata cinematografica, selezionati da direttore artistico Marco Torinello. Ogni autore ha poi avuto modo di far conoscere i dettagli di lavorazione del proprio film e la sua visione cinematografica, dialogando con il pubblico e il conduttore.

Il Premio Cinema e Puglia è andato a Faccia di cuscino di Saverio Cappiello, un tenero e feroce racconto in dialetto barese sulle periferie di ogni dove e sui riti di passaggio dall’infanzia all’adolescenza, in cui l’accettazione da parte dei più grandi, la violenza e la scoperta del sesso, si fondono con un irredimibile senso di solitudine ed esclusione. Il Premio è stato consegnato «per la sua capacità di farci respirare le atmosfere della periferia barese e le sensazioni contrastanti che attraversano il piccolo protagonista. Un racconto di formazione che trasuda realismo e lascia il segno».

Il Premio per la regia è andato a Il barbiere complottista di Valerio Ferrara, una macchina cinematografica perfetta, in cui regia, sceneggiatura, attori e musiche trovano una memorabile sintesi. Un corto dal ritmo scoppiettante, vagamente surreale nel modo in cui tratta una delle patologie del nostro mondo sempre più social. La motivazione del Premio è stata che, «partendo da una sceneggiatura brillante, l’autore ha dato vita a una commedia acuta e curata nei dettagli, da cui emerge un ritratto lucido e graffiante della società contemporanea» (a parlarne in sala, proprio i due sornioni sceneggiatori: Alessandro Logli e Matteo Petecca).

La regista Lucia Bulgheroni

La regista Lucia Bulgheroni

Il Premio Speciale è stato conferito a Cromosoma X di Lucia Bulgheroni, un film d’animazione di grandissima sensibilità e sbalorditiva forma visiva, che colpisce il cuore e la mente nei suoi passaggi sempre emotivamente coinvolgenti. Un’originalissima riflessione cinematografica sulle differenze culturali inculcate negli uomini e nelle donne sin da bambini. Così la motivazione del Premio: «un viaggio onirico in stop-motion sorprendente e ricco di invenzioni, in grado di generare una profonda riflessione su stereotipi e discriminazioni di genere».

Il Premio per il Sociale è andato, invece, a Guerra tra poveri di Kassim Yassin Saleh, un racconto durissimo, in un bianco e nero affilato ed elegante (anche sotto il segno del direttore della fotografia Daniele Ciprì), in cui ignoranza, indigenza ed estrema destra tessono la narrazione di un film che ricorda da vicino L’odio di Mathieu Kassovitz e, per li rami, il primo Pier Paolo Pasolini e il Neorealismo italiano. «Un corto teso e incalzante che riesce a condensare in un quarto d’ora diversi temi di urgente attualità (povertà, alloggi popolari, razzismo, intolleranza), culminando in un finale dalle molte sfumature», come recita la motivazione.

La città della luce, toponimo di Lucera, ha omaggiato la luce del cinema, con Corti in Opera, nella migliore maniera: con una calorosa e partecipata cornice di pubblico che ha riempito le proiezioni, dando vita a una manifestazione colta, popolare, ricercata.

La costumista Luciana Potito, la giovane attrice Lucrezia Patella e il regista Kassim Yassin Saleh

La costumista Luciana Potito, la giovane attrice Lucrezia Patella e il regista Kassim Yassin Saleh

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers