fbpx
Connect with us

FILM DA VEDERE

Hotel Meina. La storia vera di una strage. Il film di Lizzani e l’altra faccia della Germania nazista

Publicato

il

 

Hotel Meina é un film del 2007 uscito nelle sale nel 2008 ed è un devoto segno d’amore verso un cinema storico semi-sconosciuto e di cui Carlo Lizzani è sempre stato un partecipe rappresentante. Classe ’22, flemmatico: Lizzani ha diretto con una certa dose di autostima e inventiva visiva un dramma fortemente fobico.

Ma di cosa parla Hotel Meina?

Un gruppo di 16 ebrei italiani provenienti dalla Grecia sono ospiti dell’Hotel Meina sul Lago Maggiore. In seguito all’armistizio stipulato l’8 settembre del 1943 fra l’Italia e gli Alleati, un reparto di SS capitanato dal comandante Hans Krassler – un geniale Benjamin Sadler – irrompe a Meina, destabilizzando fortemente gli equilibri. I due innamorati Noa Benar (Ivana Lotito) e Julien Fendez (Federico Costantini) vengono così divisi come i restanti presenti, rinchiusi per settimane dentro una prigione senza sbarre ma che profuma, ogni mattina, di schiavitù e morte.
Forse Luis Buñuel con L’angelo sterminatore ha già raccontato sotto metafora una situazione simile: del tempo che smista la paura attraverso un focus operativo incerto, inquietante di un gruppo di prigionieri desiderosi di libertà. Tuttavia lo stesso Carlo Lizzani non vuole paragonarsi ai mostri sacri del cinema, convinto della modestia del suo operato e della forte attrattiva che può ancora coinvolgere le nuove generazioni. Il film trae spunto dall’omonimo racconto di Marco Nozza su fatti realmente accaduti, volendo rappresentare l’altra faccia della Germania nazista contrapponendola alla cruenta realtà storica: viene fuori un film dal taglio televisivo, impacciato nel rappresentare la morte, ma immenso nel chiudere, con una visione onirica, il ricordo di una giovane sopravvissuta.

Vito Sugameli

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2007
  • Durata: 110
  • Distribuzione: Mikado
  • Genere: drammatico
  • Nazionalita: italia
  • Regia: Carlo Lizzani