fbpx
Connect with us

Videodrhome

Young Sherlock Holmes in steelbook blu-ray

Piramide di paura, ovvero Young Sherlock Holmes, rivive in blu-ray.

Pubblicato

il

Plaion Pictures in collaborazione con Paramount, riscopre in blu-ray Young Sherlock Holmes, conosciuto in Italia anche con il titolo Piramide di paura. Un’edizione limitata in steelbook per rivivere in alta definizione le avventure di un adolescente Sherlock Holmes. Quella che dovrebbe essere la sua prima valida indagine, per la precisione, ovviamente affiancato da un giovanissimo John Watson.

Al timone di regia Barry Levinson, futuro vincitore del premio Oscar grazie a Rain man – L’uomo della pioggia, mentre a produrre è nientemeno che Steven Spielberg.

Chi, se non lui, considerando che stiamo parlando di una pellicola del 1985, periodo in cui era il re incontrastato del cinema per ragazzi? Ed è Chris Columbus – artefice, tra gli altri, di mamma, ho perso l’aereo e della saga su Harry Potter – a sceneggiare Il tutto. Con un plot ambientato in un esclusivo college frequentato da un Holmes studente, cui concede anima e corpo Nicholas Rowe. College improvvisamente turbato da una serie di strani suicidi dietro cui si nasconde il disegno preciso di una spietata mente malata.

Spingendo Sherlock a svolgere per conto proprio delle indagini insieme, appunto, a John Watson alias Alan Cox, nuovo arrivato. In modo tale che, tra corse contro la morte e immagini fantasiose, Young Sherlock Holmes provveda a svecchiare la creatura letteraria di Sir Arthur Conan Doyle. Perché è proprio il mix di classicismo e fantasia che lo caratterizza ad aver consentito a Piramide di paura di trasformarsi in un cult movie.

Un mix che Levinson riesce a condensare portando sano intrattenimento che non lesina in momenti horror e che gioca d’astuzia nella sua narrazione. Proprio come il protagonista fa con le proprie indagini.

Protagonista che altro non è che un Holmes reso una sorta di Indiana Jones per adolescenti, con tanto di ampio ricorso ad effetti visivi. Senza dimenticare la stop motion, tra l’altro dispensatrice di temibili dolcetti viventi intenti a soffocare Watson. Non dimentichiamo, poi, che stiamo parlando del primo lungometraggio in cui è presente un personaggio interamente concepito in CGI. Di chi si tratta? Del cavaliere di vetro, al centro di una delle sequenze maggiormente iconiche di Young Sherlock Holmes. Disponibile nello store FanFactory, un’operazione avvincente ancora oggi, nel 2023, come lo fu trentotto anni fa.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers