fbpx
Connect with us

ANTICIPAZIONI

Paul Verhoeven collabora con lo scrittore di “RoboCop” per il thriller “Young Sinner”

Dopo i giudizi contrastanti del suo ultimo film, 'Benedetta', il regista ritorna ad una storia al femminile

Publicato

il

Paul Verhoeven (Basic Instinct“), i cui ultimi film “Benedetta” ed “Elle” hanno gareggiato a Cannes, tornerà a Hollywood con “Young Sinner“, un thriller politico erotico che sta sviluppando con il co-sceneggiatore di “RoboCop” Edward Neumeier.

Verhoeven e Neumeier hanno recentemente parlato del progetto durante un’intervista con Movie Maker. Il regista olandese ha detto che “Young Sinner” “sarà una versione innovativa di film come ‘Fatal Attraction’ e ‘Basic Instinct'”. Ha aggiunto che voleva che il film avesse il minor numero possibile di effetti speciali e  che fosse “più esplosivo” rispetto ad altri thriller che ha già diretto.

Young sinner di Paul Verhoeven: un thriller politico

Neumeier, che in precedenza ha collaborato con Verhoeven in “RoboCop” e “Starship Troopers“, ha affermato che “Young Sinner” sarà un thriller politico ambientato a Washington DC e ruoterà attorno a un “giovane membro dello staff che lavora per un potente senatore, è coinvolto in un rete di intrighi e pericoli internazionali”. Ha detto che “ci sarà anche un po’ di sesso” nel film.

Young Sinner” documenterà anche a fondo la malavita politica. “Ci siamo consultati con un ex ufficiale dei servizi segreti, Ron Marks, che sta cercando di mantenerci sinceri su Capitol Hill e sul business delle spie, ma la satira sembra sempre emergere quando Paul e io lavoriamo insieme, quindi mi aspetto che la nostra nuova avventura avrà un tono leggero“, ha detto Neumeier a Movie Maker.

Immagine

Gli ultimi due film di Verhoeven,Elle” e “Benedetta”, sono film in lingua francese. Entrambi i film sono stati prodotti in Francia e hanno ottenuto il plauso della critica, essendo stati presentati in anteprima mondiale in concorso al Festival di Cannes. Per“Elle”  la sua star, Isabelle Huppert, ha ottenuto una nomination all’Oscar. “Benedetta”, che è stata acquisita da IFC Films prima della sua uscita a Cannes, intreccia sessualità, religione e ambizione umana nella storia di una giovane novizia (nell’Italia del 17° secolo) che inizia una relazione con un’altra suora.

Il regista farà il suo debutto televisivo prossimamente con “Bel Ami”, una serie in lingua francese basata sul romanzo “Bel Ami” di Guy de Maupassant.

Variety fonte

Su Netflix Basic Instinct: da Hitchcock al Noir l’esperimento di Verhoeven

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta