fbpx
Connect with us

CANNES

Un Certain Regard: a Cannes vince il dramma russo di Kovalenko

Unclenching The Fists / Les Poings Désserrés racconta la vita di Ada una ragazza osseta che sogna la fuga

Publicato

il

Un Certain Regard, la selezione ufficiale del Festival di Cannes fondata da Gilles Jacob nel 1978, in questa 74ma edizione ha visto partecipare 20 opere, nessuna italiana: trionfo per le opere al femminile, quattro premi su sei complessivi, tra cui la vincitrice assoluta, l’autrice russa Kira Kovalenko, regista di Razzhimaya Kulaki (Unclenching The Fists / Les Poings Désserrés).

Il film racconta la vita di Ada, una ragazza osseto che pianifica una fuga dalla sua vita in una piccola città di Mizur in Nord Ossezia , la Russia.

Un Certain Regard tanti autori emergenti

La selezione si è molto focalizzata sulla scoperta degli autori emergenti: delle due decine di opere in Concorso, 6 erano opere prime che hanno anche partecipato quindi anche per la Camera d’Or.

Il film di apertura è stato Onoda10.000 notti nella giungla di Arthur Harari.

Un Certain Regard

Onoda-10000 Notti nella giungla apre Un certain regard

I membri della Giuria – Monia Meddour, Elsa Zylberstein, Daniel Burman, Michael Covino – guidati dalla regista britannica Andrea Arnold, hanno dunque scelto un film di nazionalità russa.

Premio della giuria è stato attribuito a GREAT FREEDOM, dramma carcerario dell’austriaco Sebastian Meise.

Una pioggia di riconoscimenti ulteriori ha festeggiato molti dei film della sezione: per l’insieme del cast è stato segnalato BONNE MERE dell’attrice-regista tunisina (naturalizzata francese) Hafsia Herzi.

Un Certain Regard

Un Premio per l’originalità va all’islandese LAMB di Vladimir Johannsson, thriller psicanalitico che ruota intorno a un misterioso agnellino adottato da Noomi Rapace e da suo marito.

Lamb (2021): Esperienza sensoriale da vivere con il fiato sospeso

Un Premio per il coraggio a LA CIVIL di Teodora Ana Mihai che narra la disperata ricerca di sua figlia rapita dai narcos messicani da parte di Cielo, una “madre coraggio”. La menzione speciale è andata infine a NOCHE DE FUEGO di Tatiana Huezo, emozionante ritratto di una zona di guerra civile con la prospettiva di tre bambine ignare di un gioco mortale.

Fonte Deadline

Un Certain Regard

Un Certain Regard:

Tutti i riconoscimenti della sezione:

Prix Un Certain Regard

Razzhimaya Kulaki (Unclenching The Fists / Les Poings Désserrés) di Kira Kovalenko

Prix della Giuria

Die Grosse Freiheit (Great Freedom) di Sebastian MEISE

Prix d’ensemble

Bonne Mère (Good Mother) di Hafsia HERZI

Prix de L’Audace

La Civil di Teodora Ana MIHAI

Prix de L’Originalité

Lamb di Valdimar JÓHANNSSON

Menzione Speciale

Noche de Fuego (Prayers for the Stolen) di Tatiana HUEZO

Trailer:

A Chiara vince la Quinzaine a Cannes 2021

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.