fbpx
Connect with us

Documentari

Il Coraggio del Leone: Anna Foglietta racconta Venezia 2020

Il Coraggio del Leone di Marco Spagnoli racconta la Mostra di Venezia 2020 con occhi di Anna Foglietta. Uno sguardo intelligente e emozionato sull’evento che ha permesso di dimostrare che il cinema potesse ripartire dopo il lockdown

Pubblicato

il

Il Coraggio del Leone è il documentario di Marco Spagnoli che racconta l’esperienza di Anna Foglietta come madrina della 77ma Edizione della Mostra di Arte Cinematografica di Venezia.
In sala dal 3 Giugno, sarà presentato in anteprima nella sezione Art & Music del Biografilm Festival.

Si apre e si chiude con Anna Foglietta il documentario che Marco Spagnoli ha scritto con Alessandro Giberti e Mattia Carzaniga.

Anna Foglietta arriva a Venezia di notte; esce dal traghetto e osserva in silenzio la laguna, le luci provenienti dai palazzi che vi si affacciano e confida alla macchina da presa di sentirsi  rapita e in uno stato di sospensione.

Il legame di Venezia con il cinema e l’importanza che la Mostra si svolgesse anche nell’anno del COVID-19 sono  i temi principali di Il Coraggio del Leone. Mentre cercava di capire se si sarebbe svolta o meno, Alberto Barbera, direttore artistico, ha scoperto che prima del lockdown tanti titoli erano stati completati e non aspettavano altro che essere proiettati in sala. In quel momento ha compreso che avrebbe dovuto trovare il modo per realizzare la Mostra del Cinema.

“È stata dura, lo è ancora adesso, ma il futuro non è scritto e questa volta abbiamo la possibilità, ma anche il dovere, di immaginarlo, ma soprattutto di costruirlo”

Il futuro che non sembrava arrivare più nei giorni di lockdown, la paura, l’ansia e l’attesa.
Mentre pronuncia il suo discorso alla serata di apertura, Anna Foglietta dà voce ai sentimenti di tutti e, soprattutto, a quelli di chi in quei giorni difficili non aveva pensato a questa parola. Futuro.

Dopo la giornata di apertura, gli altri giorni trascorrono passeggiando per Venezia, la casa del cinema che ora sembra vuota senza il pubblico. Fermatasi a parlare con una coppia, osservandola mentre racconta la sua vita a Venezia, Anna Foglietta percepisce ancora di più il rapporto tra il cinema e questa città.
Venezia è il cinema. E il cinema è di tutti. Tecnici, attori, registi, sceneggiatori e pubblico. Come concordano altri protagonisti del documentario, tra cui Diodato e Claudio Giovannesi. Il cinema è la sala. E non c’è sala o cinema senza pubblico.

“Venezia sta accadendo” – Gianfranco Rosi

Forte del suo rapporto con la Mostra e con Venezia, la Foglietta riconosce nelle parole di Giovannesi un’altra realtà. Il cinema è scambio.  La stravagante e affascinante comunità del cinema,  intelligente e accogliente non potrebbe esistere senza Venezia.

Il Coraggio del Leone: un documentario essenziale per capire quanto la pandemia ci abbia permesso di riscoprire la condivisione, la magia, il sogno.

Arrivata alla giornata di chiusura, emozionata e concentrata, la Foglietta parla dei suoi ricordi di Venezia. Da quando era una semplice fan, arrivata in Laguna per incontrare David Lynch, a quando è passata dalla parte del tappeto rosso. Esperienze in cui le emozioni provate erano le stesse. Questa volta però, ogni giorno ha sperato che tutto andasse bene, che potesse esserci la giornata di chiusura e che tutti potessero tornare a casa senza contagi.

I numeri parlano chiaro. Venezia 2020 è stata un successo, un luogo sicuro e forse ancora più magico di quello che era in passato, perché qui si è dimostrato che la sicurezza non si è  sottovalutata e che, anche in un momento storico come questo, si può vivere di cinema.

 

Il Coraggio del Leone, in sala il 3 Giugno. Produttori associati sono la stessa Foglietta con la sua società Blue One, Daniele Orazi con la sua DO Cinema e Andrea Zoso.

Leggi qui la News su Il Coraggio del Leone

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.