fbpx
Connect with us

Latest News

Sulla infinitezza, il film di Roy Andersson dal 27 maggio al cinema

Presentato al Festival di Venezia 2020, dove ha vinto il Leone d'argento per la migliore regia, esce nelle sale il 27 maggio Sulla infinitezza, dello svedese Roy Andersson

Publicato

il

Sulla infinitezza di Roy Andersson

Esce il 27 maggio nelle sale Sulla infinitezza, nuovo film del regista svedese Roy Andersson, distribuito da Wanted. Il film era stato presentato a settembre 2020 al Festival di Venezia, dove ha vinto il Leone d’argento per la migliore regia. Andersson, che con Venezia ha un rapporto ormai consolidato, dopo il Leone d’oro per Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza nel 2014, si è occupato anche della sceneggiatura e della produzione, con la Roy Andersson Filmproduktion.

Sulla infinitezza: la trama

Una riflessione sulla vita umana in tutta la sua bellezza e crudeltà, splendore e banalità. Trasportati in un sogno, siamo guidati dalla gentile voce narrante di una Sherazad. Momenti irrilevanti assumono lo stesso significato degli eventi storici: una coppia fluttua su una Colonia devastata dalla guerra; mentre accompagna la figlia a una festa di compleanno, un padre si ferma per allacciarle le scarpe sotto una pioggia battente; ragazze adolescenti ballano all’esterno di un caffè; un esercito sconfitto marcia verso un campo di prigionia. Ode e lamento al tempo stesso, Om det oändliga è un caleidoscopio di tutto ciò che è eternamente umano, una storia infinita sulla vulnerabilità dell’esistenza.

Cast

Nel cast troviamo Martin Serner, Tatiana Delaunay, Anders Hellström, Jan Eje Ferling, Bengt Bergius e Thore Flygel.

 

“La cornucopia è il mitico corno di una capra, ed è ricolma di simboli di ricchezza e abbondanza. Di solito è rappresentata traboccante di prodotti e di frutta di ogni genere: un’abbondanza generosa che, secondo il mito, non diminuisce mai, perché vera e propria rappresentazione dell’inesauribilità infinita. È stato il mito greco a ispirarmi a unire tutte queste scene, tutti questi temi in uno stesso film. Io voglio sottolineare la bellezza di essere vivi e umani, ma per dimostrarlo ci vuole un contrasto, bisogna rivelare anche il lato peggiore. Questo film è sull’infinità dei segni dell’esistenza,”

ha dichiatato il regista.

Il trailer di Sulla infinitezza

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.