fbpx
Connect with us

Top & Flop

Gabriel Garko | Il più bello d’Italia fa parlare di sè

Gabriel Garko, dopo il coming out e l'esperienza al Grande Fratello Vip, continua a popolare le pagine dei tabloid. La curiosità riguardo al più bello d'Italia non accenna a diminuire.

Publicato

il

Dopo aver calcato le luci della ribalta con il suo coming out, Gabriel Garko (qui il profilo Instagram) continua a popolare le pagine dei tabloid con la sua vita privata o i programmi televisivi a cui partecipa.

Gabriel Garko | Un coming out “rischioso”

Da ultimo il Grande Fratello Vip, durante il quale ha cominciato a far trapelare qualcosa riguardo alla sua omosessualità. La sua rivelazione ha creato molto scalpore nell’ambiente. Oltre a mettere in luce le difficoltà e le paure di tutti quegli artisti (e non solo) costretti a mentire circa il loro orientamento.

Il rischio di non ottenere parti o di venire etichettati una volta per tutte può spaventare, anche se non dovrebbe. Motivo per cui lo stesso Garko ha atteso così a lungo per uscire allo scoperto e dichiararsi gay.

Dopo Eva Grimaldi è il turno di Tommaso Zorzi

Tra le più celebri storie d’amore che lo hanno visto protagonista c’è quella con Eva Grimaldi. La storica fidanzata. La loro convivenza è durata ben otto anni. Una relazione mai consumata, creata a tavolino, che ha portato però entrambi a stabilire un legame profondo e duraturo.

Nel frattempo l’attore originario di Torino è stato visto in giro con Tommaso Zorzi, uscito anche lui dalla casa del Grande Fratello Vip e opinionista all’Isola dei Famosi. Il giovane influencer (26 anni il 2 aprile) milanese avrebbe conquistato il cuore di Garko tra le quattro mura di Cinecittà, almeno stando alle ultime indiscrezioni.

Il più bello d’Italia ha un curriculum invidiabile

Nato nel capoluogo piemontese il 12 luglio 1972, Gabriel Garko ha vinto il titolo di “più bello d’Italia” nel 1995. Sebbene oggi sia in parte rifatto per fronteggiare l’incedere del tempo. Nel corso della sua carriera ha incontrato grandissimi nomi del cinema italiano, tra Ferzan Ozpetek (qui la recensione de La Dea Fortuna), Tinto Brass e Dino Risi, alternando le apparizioni sul grande e sul piccolo schermo.

E proprio sul set di Senso 45 si mette a nudo, nel vero senso della parola, sfidando se stesso e le malelingue.

Ma non dimentichiamo neanche il suo curriculum teatrale. Ha infatti lavorato con un artista del calibro di Luca Ronconi e con Alessandro Benvenuti per il divertente spettacolo Odio Amleto, in scena al Teatro Sala Umberto di Roma.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.