fbpx
Connect with us

Live Streaming & on Demand

Rebecca: su Netflix l’adattamento con Armie Hammer e Lily James

Disponibile su Netflix, Rebecca di Ben Wheatley è il nuovo adattamento dell'omonimo romanzo di Daphne du Maurier, con Armie Hammer e Lily James nei panni degli affascinanti protagonisti.

Publicato

il

Disponibile su Netflix e diretto da Ben Wheatley, Rebecca è solo l’ultimo dei numerosi adattamenti cinematografici del romanzo di Daphne du Maurier del 1938. Il più celebre porta la firma del maestro Alfred Hitchcock. Nomi di richiamo di questo nuovo progetto sono invece Armie Hammer, Lily James e Kristin Scott Thomas.

Mentre sta lavorando come dama di compagnia a Montecarlo, una giovane donna conosce Maxim de Winter. L’uomo è un aristocratico affascinante e disponibile, essendo rimasto vedovo solo l’anno prima. Tra i due scatta subito qualcosa e ben presto decideranno di convolare a nozze, trasferendosi a Manderley, nella tenuta di lui.

Rebecca | Le premesse del successo

Rebecca

Cr. KERRY BROWN/NETFLIX

Rebecca ha più di una freccia al suo arco. In primis il cast: Hammer è bello come il sole ed eredita il testimone da Laurence Olivier; la James punta sul suo aspetto fresco e ingenuo, a cui fa da contraltare quello austero e rigido della Scott Thomas. Il trio di attori è quindi un primo punto di forza/interesse, dal momento che sono tutti perfetti come fisionomia e incarnazione dei rispettivi personaggi.

La fotografia, insieme al lavoro sui costumi e sui dettagli che vanno a comporre ed arricchire il quadro, esalta il mood del racconto, a seconda dei differenti momenti. L’apertura a tinte horror ne è un esempio. Dai titoli di testa al primo sguardo su Manderley, emerge forte la sensazione di mistero, di minaccia, che avviluppa tutto quanto graviti intorno a quel luogo. La natura ha preso il sopravvento, riappropriandosi di ciò che le apparteneva un tempo e senza curarsi degli eventi lì accaduti. Quindi si fa un salto indietro, guidati dalla voce fuori campo della protagonista.

Dalla commedia romantica…

L’estate a Montecarlo è il punto di partenza: l’incontro tra lei e Maxim appartiene alla più classica delle commedie romantiche e gode di una totale freschezza. Cominciano a delinearsi le personalità in gioco, almeno a livello più superficiale, perché lo scavo nei ricordi avverrà solo più avanti, vorticosamente.

Cr. KERRY BROWN/NETFLIX

Il tema della solitudine tocca entrambi, chi in un modo e chi in un altro. La loro condizione sembrerebbe cambiare nel momento in cui decidono di dividere la vita insieme, ma ciò non significa esattamente stare in compagnia. Al contrario, la nuova Mrs de Winter soffrirà la scarsa presenza del marito, soprattutto a causa dei segreti che incombono sul suo passato. Alla fine della fiera diventerà una persona diversa, non per forza migliore o peggiore, ma capace di sorprendersi, di lottare e rischiare tutto per salvare l’unica cosa per cui valga la pena attraversare le fiamme: l’amore.

…al thriller: il cambio di registro

Nel corso dei 120 minuti di durata, Rebecca passa da un genere all’altro, cambiando tutto a un tratto registro, sebbene il binario principale resti senza dubbio quello del thriller. Wheatley gioca con i vari canoni e restituisce buona parte delle suggestioni del romanzo.

Siamo ovviamente lontani dall’opera di Hitchcock, ma sono anche altri tempi. Per cui gli va riconosciuto il merito di saper riportare in auge un racconto ormai datato e ben noto, sfruttando tutte le carte a sua disposizione in maniera oculata e strategica. Un piacevole divertissement.

*Salve sono Sabrina, se volete leggere altri miei articoli cliccate qui.