Gli orrori a episodi di Creepy tales of pizza and gore

Reso disponibile in dvd da Digitmovies in collaborazione con Home Movies, ha un titolo che è tutto un programma: Creepy tales of pizza and gore.

 

Mediometraggio della durata di neppure un’ora, porta la firma di Lorenzo Fassina ed è un horror a episodi concepito indipendentemente senza alcun budget. Totalmente muto, Creepy tales of pizza and gore è accompagnato in maniera esclusiva da una voce demoniaca narrante che parla in latino.

A dare il via al tutto è una consegna speciale di pizza a domicilio effettuata da un giovane munito di skateboard.

Una consegna a domicilio che, dunque, provvede a tenere unite le cinque diverse brevi storie destinate a susseguirsi, senza mai prendersi troppo sul serio. Cinque diverse brevi storie a cominciare da quella che, nel vedere protagonista un tizio dai discutibili gusti musicali, risente chiaramente delle ghost story orientali. Le ghost story tempestate di spettri femminili dai lunghi capelli neri che hanno fatto la fortuna delle saghe The ring e The grudge, per intenderci.

Prima che si passi alla seconda, immersa nel torture porn e nello splatter per inscenare le violenze assortite inflitte su un ragazzo. Lo splatter che non manca neppure all’interno della terza, la cui tematica riguarda i morti viventi. Mentre, nel mezzo della campagna, è una mostruosa creatura (di cartapesta!) ad assalire una coppia in viaggio in automobile nel corso della quarta.

Anticipando la videocassetta assassina posta al centro della quinta ed ultima, al servizio di un insieme realizzato in evidente omaggio a determinate produzioni underground statunitensi. Perché, se, ovviamente, il primo modello di riferimento che balza alla memoria è il romeriano Creepshow, è impossibile non pensare ad esempi meno illustri.

Non a caso, tra colonna sonora hard rock ed emoglobina grondante, Creepy tales of pizza and gore non sfigurerebbe nel catalogo della trashissima Troma.

Ed è proprio la sua tutt’altro che celata genuinità a riportarci piacevolmente nell’atmosfera dei low budget casalinghi made in USA degli anni Ottanta e Novanta. Quelli che i collezionisti incalliti di bizzarrie dell’orrore andavano caparbiamente a ricercare tra polverosi scaffali e inserzioni su riviste ai gloriosi tempi del nastro magnetico. Bizzarrie come pure i cortometraggi Abominio e Sigillum, presenti nella sezione extra del disco di Creepy tales of pizza and gore. Sezione comprendente anche un breve video di presentazione della casa di produzione, commento audio del regista e un’intervista allo stesso divisa in tre parti. Senza contare i trailer dei suoi lavori, dieci minuti di making of e due videoclip degli Insanity Alert: Macaroni maniac e Pact with Satan.

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 8 Marzo, 2020



Condividi