Sharazad – Sharazad Ep

Sharazad

    Gli Sharazad sono un giovane trio tutto italiano e qui parliamo del loro primo omonimo EP, rilasciato con la neonata etichetta indipendente Lady Blue Records. Con le sue quattro tracce e una durata totale sotto i venti minuti, Sharazad è un prodotto moderno e suggestivo, dove l’overdubbing regna sovrano, accompagnato da synth e bit elettronici di chiara natura sperimentale. Il mood è abbastanza cupo -non troppo- con una netta prevalenza di progressioni in minore e sound elettronico di fondo: un crossover tra un synth pop inizi ’80 e un alternative rock decisamente più moderno, condito con echi rock dai migliori anni ‘60/‘70.

    La opening track Dinamiche è un brano decisamente riuscito, allo stesso tempo di piacevole ascolto, nella migliore tradizione dell’indie/alternative italiano, ma per niente banale..

    Con Agosto iniziamo a farci un’idea non solo del potenziale del gruppo, ma di uno stile già alquanto distintivo: testi in italiano, arrangiamenti ben pensati e un muro sonoro non tanto imponente o esuberante, quanto più denso, forte di un’effettistica molto presente ma comunque ben dosata. Una sonorità avvolgente e coinvolgente che, con il primo singolo/videoclip Il male che fa, prosegue e rafforza la propria linea stilistica attraverso un brano caratterizzato da chitarre decise e un’ormai assodata ricerca sonora e che, a larghe linee, è riassuntivo dello stile del gruppo e di tutto l’Ep.

    La chiusura è affidata ad Arvo, interamente strumentale, che si apre a quella sperimentazione guidata dal bit e dalla sovraincisione che nella parte finale del pezzo evoca, seppure da lontano, la psichedelia sperimentale dei primi Floyd Barrettiani.

    Gli Sharazad, che sono Alessandro Moroni (chitarra elettrica/effettistica/synth/mandolino), Diego De Franco (chitarra elettrica/tastiere/synth/batteria/voce) e Federico Uluturk (chitarra elettrica e acustica/basso/synth/organetto/voce), hanno un loro stile, una musicalità accattivante, per niente scontata, e specialmente hanno il piacere di sperimentare, con gusto e senza pretese o esagerazioni. Un risultato ottimo per essere un gruppo che sta in piedi da meno di un anno e che, con ogni probabilità, il più lo ha ancora da dire.

    Voto 3.5 / 5

    Davide Contu

    http://open.spotify.com/album/3lgdjSYrnrpCRcTyGCFv6o

    https://www.facebook.com/Sharazad-660207720791668


    QUANTE STELLE DAI A QUESTO ARTICOLO?

    1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle

    Condividi

    Tags

    Design by Daniele Imperiali