Twin Peaks la terza stagione è appena partita su Sky Atlantic

Dopo più di 25 anni dalla proiezione della madre di tutte le serie Tv, torna Twin Peaks, la fiction targata David Lynch. Un evento trasmesso in Italia da Sky Atlantic

L’attesa è finita ed è iniziata finalmente la terza stagione di Twin Peaks. E’ Sky Atlantic a trasmetterla.

Era il 1991 quando in Italia venne trasmessa per la prima volta la serie I segreti di Twin Peaks. Un successo quasi inaspettato. Milioni di telespettatori incollati allo schermo per sapere chi aveva incastrato Laura Palmer. Creata dal duo Mark Frost e David Lynch, rappresentò la madre di tutte le serie Tv. Per tale motivo, dopo l’intermezzo di Fuoco cammina con me, prequel postumo de I segreti di Twin Peaks, ecco un prodotto tutto nuovo, lungo 18 episodi da 60 minuti ciascuno.

Con un cast che unisce volti storici e nuove leve, la voglia di scoprire l’atteso ritorno a Twin Peaks è frenetica. Solo questo è dato sapere. Basta comunque la certezza di David Lynch a certificare un sicuro successo. Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, Lynch è tra i migliori della sua generazione. Di certo è stato tra i primi a intravedere nei tempi dilatati della Televisione, un prodigioso strumento per amplificare il successo. Se un film è condensato in poche ore, una Serie Tv offre approfondimenti e analisi che, se graditi, garantiscono una costante fetta di pubblico.

Per volontà degli stessi autori, la trama è avvolta dal più fitto dei misteri. Ciò che si sa per certo è che 25 anni dopo la morte di Laura Palmer, l’agente speciale Dale Cooper – interpretato dal collaudato Kyle MacLachlan – fa ritorno a Twin Peaks. La volontà di un sequel non è figlia del caso: era il 2014 quando Frost e Lynch cominciarono a gettare le basi della sceneggiatura. Le riprese iniziarono l’anno dopo, tra il settembre del 2015 e l’aprile del 2016. Negli Stati uniti, le prime due puntate saranno trasmesse da Showtime a partire dal 21 Maggio. In Italia, Sky Atlantic taglierà il nastro di partenza il 26 Maggio, dando comunque la possibilità di una visione in simulcast, in lingua inglese.

Dario Cataldo

Utlima modifica: 11 giugno, 2017



Condividi