Stasera alle 21,10 su MTV Sin City

  • Anno: 2005
  • Durata: 124'
  • Genere: Thriller, Noir
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Robert Rodríguez, Frank Miller, Quentin Tarantino

Sin City è un film del 2005 diretto da Robert Rodríguez, Frank Miller e Quentin Tarantino (special guest director in una parte dell’episodio Un’abbuffata di morte).

Tratta dall’omonimo fumetto Sin City dello stesso Miller, una serie dell’editore indipendente Dark Horse Comics, la pellicola è divisa in tre episodi, che raccontano tre storie dell’opera originale di Miller: Un duro addio, Quel bastardo giallo e Un’abbuffata di morte. All’inizio e alla fine del film viene accennata la parte che nel fumetto corrisponde al racconto Il cliente ha sempre ragione.

Tutto il progetto si è svolto sotto la supervisione dell’autore Frank Miller, che è anche co-regista e co-sceneggiatore del film, rimasto affascinato dal progetto del regista Rodríguez, da sempre un grande fan del fumetto. Oltre a Miller e Rodríguez, è accreditato alla regia anche Quentin Tarantino come «Special Guest Director», che ha diretto la sequenza in macchina con Jackie Boy (Benicio Del Toro) dell’episodio Un’abbuffata di morte per la simbolica cifra di 1 dollaro, restituendo un favore all’amico Rodríguez, che aveva composto alcune musiche per il suo Kill Bill per la stessa cifra.

Presentato in concorso al 58º Festival di Cannes, il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti d’America il 1º aprile 2005, mentre in Italia è stato distribuito il 1º giugno 2005, preceduto da un notevole battage pubblicitario, con anteprime nelle principali città italiane il 31 maggio 2005.

Le riprese del film sono iniziate il 29 marzo 2004 a Austin in Texas negli studi Green Screen della Dimension e si sono concluse a settembre 2004. Il budget per la realizzazione del film è stato di 40.000.000 dollari.

Tecnicamente il film presenta due caratteristiche peculiari:

È completamente girato in digitale, cioè non su pellicola cinematografica ma con cineprese particolari che salvano i filmati direttamente su di un supporto magnetico. Questo consente, fra l’altro, di vedere subito i risultati di una ripresa senza aspettare la stampa.

Ha un’ambientazione quasi completamente virtuale (le sole tre scenografie realizzate realmente sono quelle del bar di Sin City, della casa di Shellie e dell’ospedale). Gli attori hanno interpretato le scene negli studi della Dimension Studios a Austin nel Texas, davanti al green screen, utilizzando la tecnica del Chroma Key, con la quale è possibile aggiungere successivamente la scenografia, che in questo caso è stata realizzata completamente in digitale.

Come il fumetto, la pellicola è interamente in bianco e nero, con alcuni sprazzi di colore improvvisi per accentuare dei particolari importanti, un tecnica simile a quella usata prima da Francis Ford Coppola in Rusty il selvaggio (film con cui Sin City ha un attore in comune, Mickey Rourke) e poi da Steven Spielberg in Schindler’s List e, precedentemente, da Sergej M. Ejzenštejn in La corazzata Potëmkin. Le sequenze a “colori” rispettano quelle del fumetto originale, che anch’esso presentava alcune vignette con aggiunte cromatiche per evidenziare alcune caratteristiche sia emotive che fisionomiche.

Michael Douglas rifiutò la parte di Hartigan, poi andata a Bruce Willis. Altri attori a cui era stato proposto un ruolo nel film sono Christopher Walken e Willem Dafoe per la parte del senatore Roark, Nick Stahl per la parte di Junior, ma furono anche considerati Steve Buscemi e Leonardo Di Caprio. Robert Rodríguez aveva pensato a Johnny Depp per il ruolo di Jackie Boy, poi andato a Benicio Del Toro.

Ecco il Trailer:

Utlima modifica: 25 Aprile, 2015



Condividi