fbpx
Connect with us

Ortigia Film Festival

‘Moi aussi’. Il coraggio di denunciare gli abusi sessuali

Il cortometraggio di Judith Godrèche sul movimento #MeToo in Francia arriva all’Ortigia Film Festival

Pubblicato

il

Moi aussi è un cortometraggio della regista francese Judith Godrèche, proiettato, nella sezione Cinema Women, alla 16ª edizione dell’Ortigia Film Festival che si tiene, come ogni anno, nella città siciliana di Siracusa.

Il film nasce per la volontà della Godrèche di dare voce alle migliaia di vittime di abusi sessuali, spesso minorenni, dopo che lei stessa ha trovato la forza e il coraggio di denunciare le violenze subite, quando ancora era minorenne, nel mondo del cinema, divenendo, così, una delle principali voci del movimento #MeToo nel paese transalpino.

Volto noto del cinema francese, Judith Godrèche, dopo aver rivelato al mondo ciò che ha subito, ha ricevuto i messaggi di oltre cinquemila donne che, a seguito della sua testimonianza, hanno trovato la forza per uscire alla luce del sole, rivelando a loro volta le violenze subite.

Da qui, l’idea di realizzare Moi aussi che, presentato a Cannes nella sezione Un Certain Regard, ha riscosso un enorme successo, suscitando scalpore e rivelando al mondo alcuni dati che possono far comprendere la portata di questo dramma. Ogni anno, infatti, 160.000 bambini sono violentati in Francia, mentre solo una donna su cinque ha il coraggio di denunciare gli abusi subiti. Addirittura fra gli uomini che subiscono abusi, solo uno su quattordici riesce a uscire allo scoperto, denunciando i propri violentatori. L’ 81% delle vittime di abusi è minorenne.

Un film che rivela il coraggio di donne e uomini di denunciare gli abusi subiti

Da queste cifre, svelate alla fine del cortometraggio, si sviluppa un film estremamente poetico in cui assistiamo a una coreografia dove una giovane donna vestita di bianco e interpretata da Tess Barthélémy, figlia della regista, si unisce danzando alle molte persone – soprattutto donne, ma anche uomini – che si sono date appuntamento in una strada di Parigi per denunciare e solidarizzare fra loro. Coprendosi la bocca con le mani, in un gesto che vuole simboleggiare il silenzio imposto alle vittime di stupro dalla società.

Girato in una sola giornata il 23 marzo scorso, Moi aussi si conclude con la marcia silenziosa delle mille persone che, quel giorno, si sono ritrovate insieme spontaneamente, accettando l’invito della regista.

Donne e uomini di ogni età che, unendosi, hanno trovato il coraggio di rivelarsi, liberandosi, infine, di quella paura che li ha accompagnati per anni.

Gli articoli di Marcello Perucca

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

Moi aussi

  • Anno: 2024
  • Durata: 17'
  • Genere: Cortometraggio
  • Nazionalita: Francia
  • Regia: Judith Godrèche