fbpx
Connect with us

Anticipazioni

‘Julia’: la serie cancellata su Max

La dramedy ispirata alla vita di Julia Child, ideata da Chris Keyser e interpretata da Sarah Lancashire, è stata cancellata da Max.

Pubblicato

il

Julia

Il servizio di streaming supportato da Warner Bros. Discovery ha cancellato la serie ispirata a Julia Child dopo due stagioni. La notizia arriva dopo la conclusione della seconda stagione il 21 dicembre e in un periodo di restrizioni di bilancio nel panorama televisivo, con Julia che si unisce a Our Flag Means Death nell’essere cancellata dallo streamer solo questa settimana. Entrambe le stagioni di Julia continueranno a essere disponibili per lo streaming su Max.

Creata da Daniel Goldfarb e lo showrunner Chris Keyser, con Sarah Lancashire nei panni di Julia Child e David Hyde Pierce. Max non possedeva lo spettacolo e invece pagava una tariffa di licenza ai produttori Lionsgate Television, che è in fase di scissione dalla rete via cavo premium Starz.

Un portavoce di Max ha dichiarato a The Hollywood Reporter:

“Siamo così onorati di aver collaborato con Chris Keyser, Daniel Goldfarb e il loro maestoso team creativo e il cast dinamico, guidato da Sarah Lancashire, durante la creazione di Julia. Grazie al loro bellissimo lavoro durante due stagioni di questo spettacolo sincero, sensuale e ispiratore, possiamo celebrare per sempre l’incredibile eredità di Julia Child”

Julia: l’eredità della serie

Julia ha ricevuto recensioni positive: lo spettacolo è “certified fresh” su Rotten Tomatoes con un punteggio del 93 percento tra i critici e del 91 percento tra gli spettatori. Nella sua recensione della prima stagione, il capo critico TV di THR, Daniel Fienberg, ha scritto che “la performance straordinaria di Lancashire eleva una biografia fin troppo convenzionale”.

Max aveva rinnovato la serie per una seconda stagione un giorno prima della sua conclusione.

Nel cast c’erano anche Bebe Neuwirth, Fran Kranz, Fiona Glascott, Brittany Bradford e Robert Joy. Goldfarb e Keyser erano produttori esecutivi insieme a Erwin Stoff, Kimberly Carver, Charles McDougall ed Erica Lipez di 3 Arts. Todd Schulkin della Julia Child Foundation for Gastronomy and the Culinary Arts era un produttore consulente.

Keyser ha dichiarato a THR:

“Daniel, Erwin ed io amavamo lo spettacolo, amavamo farlo e le persone con cui l’abbiamo fatto. Siamo grati per questo e a Sarah Aubrey e Suzanna Makkos [esecutivi di Max] per averci dato questa opportunità”

Con la cancellazione di Julia, Max ha ora in bilico la commedia di Issa Rae, Rap Shit. Il roster delle commedie dello streamer include anche And Just Like That, Sex Lives of College Girls, l’appena rinnovata Bookie di Chuck Lorre e Hacks, tra le altre.

Fonte: The Hollywood Reporter

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.