fbpx
Connect with us

Rome International Documentary Festival

Rome International Documentary Festival: il programma

In vista del ritorno del Rome International Documentary Festival, la kermesse ha fornito delle prime anticipazioni sui concorsi ed eventi che accompagneranno le proiezioni.

Pubblicato

il

L’unico festival di Roma dedicato esclusivamente al documentario creativo, il Rome International Documentary Festival, sta per tornare. In vista della sua nuova edizione, la kermesse ha presentato delle prime anticipazioni.

Il RIDF 2023 avrà luogo dal 1 al 7 dicembre e, in attesa del suo ritorno, introduce già i membri della giuria e le masterclass che accompagneranno le proiezioni.

Quest’anno vengono proposti ben 11 film del concorso WORLD-DOC, dedicato ai documentari provenienti da tutto il mondo. Sono, invece, 10 i film italiani del concorso ITA-DOC, selezionati tra le migliori produzioni della stagione. Durante il festival sono previste quattro proiezioni al giorno in due sale dei film in concorso, alla presenza dei registi.

Rome International Documentary Festival: la giuria

In vista della sua seconda edizione, sono state presentate le due giurie del Rome International Documentary Festival.

La giuria del concorso ITA-DOC si compone di Caterina D’Amico, produttrice, autrice e “veterana del cinema italiano”, Ivelise Perniola, saggista e professoressa di Storia del Cinema e Cinematografia Documentaria presso l’Università Roma Tre e Beppe Leonetti, montatore e produttore cinematografico. Invece, la giuria del concorso internazionale WORLD-DOC è formata da Nira Burstein, pluripremiata regista newyorkese, vincitrice del concorso internazionale del RIDF 2022, Marco Bertozzi, regista, scrittore e professore di cinema alla IUAV di Venezia, e da Leonardo Di Costanzo, documentarista e regista di cinema di finzione, nonché formatore in numerose scuole di cinema a livello internazionale.

La serata d’apertura

Il Rome International Documentary Festival riapre i battenti il 1 dicembre con la proiezione dei due film vincitori della prima edizione del Festival: Charm Circle di Nira Burstein, premio internazionale 2022 e Kristos, l’ultimo bambino di Giulia Amati, miglior film del concorso italiano 2022. Entrambe le registe saranno presenti in sala.

Alle 21:15 si prosegue con l’ufficiale cerimonia d’apertura e la proiezione del pluripremiato film How to save a dead friend di Marusya Syroechkovskaya, del concorso WORLD-DOC, alla presenza della produttrice Ksenia Gapchenko.

Gli eventi speciali

Nel week end il RIDF 2023 si arricchisce con due eventi speciali, ovvero la proiezione di film fuori concorso di urgente attualità. Il primo, proiettato sabato 2 dicembre, è 20 Days In Mariupol di Mstyslav Chernov, candidato all’Oscar per l’Ucraina. Mentre, il secondo, è Planet B di Pieter Van Eecke, la cui proiezione avrà luogo domenica 3 dicembre.

Le masterclass

Nel corso del Festival, il Rome International Documentary Festival, in collaborazione con il DAMS Roma Tre, organizza quattro masterclass gratuite e aperte al pubblico. L’obiettivo delle masterclass RIDF è fornire un luogo di approfondimento tecnico-metodologico che esplori gli strumenti e le azioni utilizzati da registi, autori e montatori nella produzione di un film documentario.

IMMAGINI CHE BRUCIANO

Masterclass tenuta da Marco Bertozzi, 4 dicembre ore 16:00 – Nuovo Cinema Aquila

Un viaggio indisciplinato nel riuso d’archivio, una riflessione sulle modalità in cui le immagini trovate mutano e su alcuni luoghi del senso contemporaneo. UnArchive Found Footage Fest collabora con la masterclass.

REGIA E RAPPORTO CON I PERSONAGGI NEL CINEMA DOCUMENTARIO E DI FINZIONE

Masterclass tenuta da Leonardo Di Costanzo, 5 dicembre ore 09:00 – Aula Parco, DAMS Roma Tre

Leonardo Di Costanzo conduce una masterclass ospite nel corso di Storia del Cinema della prof. Ivelise Perniola. Di Costanzo, documentarista e regista di cinema di finzione attivo sia in Italia che all’estero, si concentrerà sulle differenze tra il lavoro con gli attori professionisti e quello con gli attori sociali.

MONTARE IL CONFLITTO

Masterclass tenuta da Roberto Perpignani e Beppe Leonetti, 6 dicembre ore 16:00 – Nuovo Cinema Aquila

Quali sono gli strumenti, le precauzioni e i pericoli narrativi utilizzati nella narrazione documentaria di un conflitto? I due montatori si concentreranno sulla difficile narrativa e quindi sulla creazione del film che ha alla base il conflitto.

VITE REALI O IMMAGINARIE?

Masterclass tenuta da Giuseppe Schillaci, 7 dicembre ore 16:00 – Nuovo Cinema Aquila

Come creare un documentario d’osservazione e un film d’archivio per trovare il senso della verità storica, drammatica e relazionale.

 

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.