fbpx
Connect with us

Serie Tv

‘The Last of Us’ – La Recensione del quinto episodio

È guerra totale tra i rivoluzionari di Kansas City e i nostri eroici sopravvissuti

Pubblicato

il

Le Serie Sky nominate agli Emmy 

Siamo giunti a metà strada. La quinta puntata della serie di The Last of Us arriva in anticipo di tre giorni (grazie Superbowl!) sui canali HBO e Sky tramite On Demand (su Sky Atlantic la programmazione prosegue, come di consueto, con il nuovo episodio disponibile lunedì alle 03:00). Sceneggiatura a due mani gestita da Craig Mazin e Neil Druckmann, mentre la regia viene riaffidata a Jeremy Webb, già regista della precedente puntata.

The Last of Us, la trama del quinto episodio

Kansas City è in subbuglio, tutte le forze militari ribelli sono alla ricerca dei quattro fuggitivi più ricercati: Joel (Pedro Pascal), Ellie (Bella Ramsey) e i fratelli Sam (l’esordiente Keivonn Woodard) ed Henry (Lamar Johnson), in fuga per un motivo sconosciuto. I quattro dovranno trovare una via di fuga attraverso un mondo sotterraneo abbandonato e pericoloso.

All’armi, siamo ribelli!

La guerra è finalmente cominciata. Solamente accennata nel precedente episodio, l’insurrezione popolare di Kansas City diviene reale sin dai primi istanti, dove folle insurrezionaliste prendono il comando. Nessun filtro viene applicato sull’azione e sull’avvicendarsi della rivolta, cercando di dare verità allo spettatore anche nel creare una rivoluzione fittizia.

Non c’è pietà per nessuno: chi si oppone agli ordini o al procedere della ribellione viene spazzato via. Kathleen (Melanie Lynskey), capo dei ribelli, nonostante la voce flebile e il portamento non adatto a un leader rivoluzionario, porta avanti l’eccidio dei traditori senza mostrare risentimento.

Assetata di vendetta, Kathleen dà inizio alla caccia all’uomo che accompagna tutta la puntata, delineando un personaggio metodico ma comunque non insensibile al dolore e al peso che gravano su di lei.

Riflessi di storie diverse

Mentre le strade sono affollate dai veicoli blindati della resistenza cittadina, in un piccolo e velato solaio si nascondono Henry e Sam. Dal primo sguardo sulla loro vita da fuggitivi, è impossibile non fare paragoni con Joel ed Ellie. Storie diverse nel loro svilupparsi, quello sì, ma che li portano a incontrarsi ed aiutarsi a vicenda.

Entrambe coppie molto affiatate, dove una figura adulta (Henry e Joel) guidano il giovane inesperto e segnato da un handicap (l’immunità di Ellie e il sordomutismo di Henry, che comunica solo attraverso una lavagnetta giocattolo) in un mondo senza pietà.

Il legame tra Henry e Sam diviene riflesso ed estensione della dolcezza e delicata angoscia che Joel ed Ellie fanno sentire lungo queste prime quattro puntate. Simbolica, poi, è la scena nel bunker-asilo, momento di calma principale, dove Ellie e Sam giocano tra loro, creando un effetto stranamente inusuale per lo spettatore, non abituato a momenti (per lui) normali come questo, e dove Joel e Henry si raccontano, sperando di dare buoni consigli l’uno  all’altro.

“Se ti trasformi in un mostro, sei ancora tu?”

Tornati in superficie, lo scontro tra i miliziani di Kathleen e i quattro sopravvissuti raggiunge il culmine in un finale esplosivo, dove lo spettatore, ormai ipnotizzato dalle vicende umane e sociali della puntata, ritorna ad avere paura del vero pericolo, gli Infetti.

Il roboante scontro finale, poi, è accompagnato dalle ultime battute di episodio struggenti e tenere, dove l’innocenza fanciullesca cerca di vincere sull’inevitabile. Ma la morte è imparziale, incapace di riconoscere il giusto e implacabile nel suo agire.

Senza pietà alcuna nei confronti sia dei personaggi che del pubblico, l’episodio termina nel disarmo completo verso l’inevitabile e il dolore della perdita, sorretti solo dall’amore che i nostri cari ci hanno insegnato e mostrato, e di cui  faremo le veci.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers

The Last of Us

  • Anno: 2023
  • Durata: 1 ora
  • Distribuzione: HBO / Sky
  • Genere: Azione / Drammatico
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Jeremy Webb
  • Data di uscita: 13-February-2023