fbpx
Connect with us

FESTIVAL DEI POPOLI

‘Just Animals’ o come combattere il maltrattamento animale

Saila Kivelä (anche protagonista) e Vesa Kuosmanen dirigono un documentario potente in concorso al Festival dei popoli

Pubblicato

il

just animals

Il crudo dipinto di una parte di realtà finlandese in Just Animals in concorso al Festival dei popoli 2022.

Just animals: la sinossi

Fin da quando era giovane, Saila si è introdotta di notte in decine di fattorie finlandesi per documentare le orribili condizioni in cui vivono tantissimi animali da allevamento. In seguito, insieme al collega attivista Kristo, ammette pubblicamente la sua violazione e viene citata in giudizio dagli allevatori per ingenti somme di denaro, rischiando una lunga pena detentiva. Nel mentre, sua sorella Mai, che ne condivide lo spirito, si candida al parlamento e porta avanti la medesima lotta su un altro fronte. La protagonista cresce, si scontra con la difficoltà di sostenere con la medesima risolutezza gli ideali della giovinezza, mentre Kristo continua imperterrito la sua lotta per testimoniare le atroci sofferenze patite dagli animali. (Fonte: Festival dei popoli)

La recensione

Il vero attivismo di Saila racconta più di ogni altra cosa la realtà di alcuni allevamenti e alcune fattorie finlandesi. Abbracciando quasi 10 anni la protagonista, insieme alla sorella, combatte a suo modo una battaglia tutt’altro che semplice e che la porta anche a rischiare la reclusione.

Ma la sua lotta, oltre che coinvolgere il proprio paese e chi le sta vicino, riesce a bucare lo schermo. Arriva dritta allo spettatore che osserva inerme le immagini che si susseguono uno dietro l’altra. È impossibile rimanere indifferenti nel vedere le condizioni in cui versano alcuni poveri animali completamente abbandonati a loro stessi.

E la decisione di mostrare anche i momenti più crudi ha proprio questo obiettivo: quello di smuovere la coscienza comune.

L’attivismo e la dedizione di Saila

Spesso la giovane si ripete cosa vuol dire veramente essere attivista e cosa poter fare per migliorare il mondo. Ma non riesce mai a trovare una vera risposta. Nonostante questo la sua determinazione non la ferma. Ed ecco che così nasce anche la composizione del racconto. Un racconto che accosta e associa momenti apparentemente lontani tra loro, ma che in realtà hanno molti più punti in comune di quanto si possa pensare.

Scene solo all’apparenza ludiche con Saila che balla in primo piano tra luci colorate e musica a palla in netto contrasto con scene agghiaccianti che, seppur di pochi secondi, mostrano atrocità ai limiti dell’umano e dell’assurdo. Riequilibrate solo dalla divertente candid camera che è il momento più vicino e più semplice per lo spettatore medio che si rapporta a questo documentario.

A differenza di quanto suggerisce il titolo, Just Animals non è solo animali. È una lotta, uno scontro e l’apertura a un mondo che forse non tutti conoscono, ma che merita di essere raccontato (e denunciato).

Sono Veronica e qui puoi trovare altri miei articoli

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Just Animals

  • Anno: 2022
  • Durata: 82'
  • Genere: Documentario
  • Nazionalita: Finlandia
  • Regia: Saila Kivelä e Vesa Kuosmanen