fbpx
Connect with us

IN SALA

‘X: A Sexy Horror Story’ Chi ha paura del cinema porno?

Dal 14 luglio al cinema, A Sexy Horror Story si rivela la proposta estiva perfetta per divertire in compagnia, non tralasciando il gusto per il genere e sfruttandone al massimo tutte le suggestioni più classiche.

Publicato

il

Dal 14 luglio 2022 al cinema, distribuito da Midnight Factory (etichetta horror di proprietà di Koch Media), X: A Sexy Horror Story è il nuovo atteso film scritto e diretto da Ti West.

Un’opera degna di aspirare al titolo di cult del genere.

X: A sexy horror story | La trama

Siamo sul finire degli anni Settanta, in un’America rurale e assolata, in cui telepredicatori accusano Satana di traviare menti giovani e innocenti e invocano il perdono a patto di riconoscere i propri peccati.

A Houston, Texas, un gruppo di aspiranti celebrità cinematografiche, guidato dal produttore esecutivo Wayne (Martin Henderson), prende in affitto una fattoria per girare il suo primo film. Maxine (Mia Goth), Bobby-Lynne (Brittany Snow) e Jackson (Scott Mescudi) sono gli attori principali, mentre al reparto tecnico pensano RJ (Owen Campbell) e la fidanzata Lorraine (Jenna Ortega).

Non ci serve Hollywood.

Dopo un’accoglienza non esattamente calorosa, la troupe si sistema nella depandance e dà avvio ai preparativi. Quello che, però, i proprietari del posto non sanno è che si tratterà di un film porno. Con l’arroganza e la sicurezza di sé che li contraddistingue, i giovani non si fanno problemi ad andare in giro senza biancheria e a turbare la quiete con le loro performance.

x a sexy horror story

DSC_3762.NEF

‘X – A Sexy Horror Story’ un nuovo horror per Ti West

La passione che muove il cinema (indipendente)

Quando ci si trova di fronte a un tipo di cinema indipendente mosso da una reale passione e da abilità non indifferenti, il risultato non può che convincere. È il caso di X: A Sexy Horror Story, dove l’horror si mescola a una serie di allusioni e suggestioni più che accattivanti.

West torna a dirigere un lungometraggio, a distanza di sei anni da Nella valle della violenza, e per l’occasione riprende il suo genere prediletto. Le conoscenze in tema del giovane cineasta statunitense appaiono numerose e, sicuramente, frutto di un gusto personale e profondo, come suggeriscono anche le scelte stilistiche.

Il suo ultimo lavoro omaggia alcuni grandi classici del passato, prendendo in prestito quella particolare e inconfondibile atmosfera. Il terrore che si scatena via via nel corso delle vicende non riesce in alcun modo a frenare la curiosità e il desiderio. Così si consumano assassinii e mutilazioni, che trovano terreno fertile nell’innata incoscienza dei protagonisti.

Diamo al pubblico quello che vuole.

Chiaro quanto tutto ciò giochi al successo della pellicola, capace di divertire, intrattenere, spaventare, con la giusta e oculata dose di elementi.

Regole infrante e tanta energia

Scie di sangue, vetri infranti, strumenti di tortura e cantine buie anticipano l’epilogo della storia. Con un salto all’indietro di 24 ore, entra in scena il gruppo di personaggi, designati a condurre gli spettatori in una spirale di sesso e violenza.

x a sexy horror story

Le famose regole per sopravvivere in un film horror vengono infrante, una a una, sin dalla prima apparizione di Maxine. Dal canto suo, la Goth (in un doppio ruolo di cui preferiamo non svelare troppo) è perfetta nell’equilibrare diversi aspetti di una personalità alquanto disfunzionale. Tra sensualità, innocenza, spietatezza, disperazione, è lei ad avere un ruolo privilegiato all’interno della narrazione.

Ciononostante, ogni personaggio esibisce una sua precisa caratterizzazione, che gli permette di inserirsi nel quadro generale e di dargli colore. C’è chi convive con le ferite del passato e chi ambisce a diventare una star, chi crede nel vero amore, chi nel potere dell’arte e chi nel caro buon vecchio sogno americano. Opportunamente arrangiato a seconda di chi lo insegue.

Il lavoro del casting non sbaglia nemmeno in questo caso, nella scelta dei volti e dei corpi che muovono simili dinamiche.

La telecamera cambia le cose.

Preponderanti e assolutamente fascinosi, gli anni Settanta apportano un’energia imprescindibile. La colonna sonora va di pari passo con regia e montaggio, al fine di regalare un intrattenimento a trecentosessanta gradi.

Guardare X: A Sexy Horror Story diventa una vera e propria esperienza, da condividere con amici e fan del genere, come un giro sulle giostre o una gita al lago. Ma attenzione agli alligatori

*Sono Sabrina, se volete leggere altri miei articoli cliccate qui.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

X: A Sexy Horror Story

  • Anno: 2022
  • Durata: 105
  • Distribuzione: Midnight Factory
  • Genere: horror slasher
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Ti West
  • Data di uscita: 14-July-2022