fbpx
Connect with us

Live Streaming & on Demand

‘The Tender Bar’, paternità, formazione e sogno americano nella versione di Clooney

Su Prime Video l’ottavo lungometraggio del divo regista

Publicato

il

The tender bar

Disponibile su Prime Video, The Tender Bar è un lungometraggio biografico diretto da George Clooney e interpretato, tra gli altri, da Tye Sheridan, Daniel Ranieri, Ben Affleck, Christopher Lloyd, Lily Rabe.

Prodotto da Big Indie Pictures, Smokehouse Picture è distribuito da Amazon Studios.

The Tender Bar – Il trailer

The Tender Bar – La storia

Il piccolo JR e la madre Dorothy si trasferiscono nella casa paterna di lei. Qui vivono il nonno, la nonna lo zio Charlie che JR adora, la zia Ruth e quattro cugini. Il padre che JR non ha mai conosciuto, un disk jokey della radio noto come The Voice, è assente nella vita del figlio e malvisto dal resto della famiglia. JR ne conosce solo la voce che egli ascolta alla radio di nascosto. Gioisce quando il padre inaspettatamente lo chiama per portarlo alla partita. Le aspettative di JR vengono però deluse perché il padre non si presenta all’appuntamento, lasciando tuttavia intatto in lui il desiderio di poterlo ancora incontrare.

Un giorno il padre, finalmente, lo viene a prendere per uno sbrigativo giro in macchina del quartiere. JR comincia a capire che non può contare sul padre come figura di riferimento della sua crescita cercando da quel momento più appoggio sullo zio Charlie e sugli avventori del locale che questi gestisce, il Dickens, un bar con tanti libri a disposizione per la clientela.

Lo zio Charlie, persona colta come il nonno, pratica e di successo, che ama lo sport e possiede centinaia di libri, di buon grado educa JR a crescere secondo “la scienza dei maschi” e gli instilla l’amore per la lettura. JR capisce allora che nella vita vuole fare lo scrittore. La madre è invece convinta che lui andrà a Yale e che sarà un avvocato. Gli anni passano e in effetti JR viene preso a Yale dove si diplomerà con successo, ha una passione ricambiata per una collega ma per sentirsi veramente realizzato dovrà risolvere la questione del suo rapporto col padre.

Tra sogno americano e macchine lunghe

Tratto dal romanzo autobiografico di J.R. Moehringer che è anche produttore del film, The Tender Bar è un dramma di formazione che mette al centro l’arrivo alla vita adulta di un bambino cresciuto senza padre e che trova in un ambiente familiare allargato, sostegno, riferimenti e risposte ai quesiti della vita.

La voce narrante del protagonista adulto ci accompagna per tutto il viaggio, come gli annunci sul treno, scandendo in maniera didascalica, superflua e a volte irritante, tappe, obiettivi e considerazioni del protagonista. Senza la quale avremmo seguito la vicenda liberi dalle briglie di una guida che ostacola l’esplorazione di livelli di interpretazione più profondi e andare oltre quel primissimo strato di evocazione nostalgica.

Questioni sensibili legate ai temi del film, come quella dell’identità di un ragazzo che porta lo stesso nome del padre senza mai averlo conosciuto, diventano fondali senza valore sul terreno di scontro di esemplari maschi adulti alle prese con l’educazione di un fanciullo. Figure deboli come quella dello psicologo, fanno la stessa fine della figura paterna e vanno in pezzi o cadono sconfitte nel confronto impari con la totemica figura dello zio Charlie, anche questa incapace di andare oltre l’universale simbolico per umanizzarsi e toccarci il cuore.

I personaggi hanno a mala pena un nome ma è proprio sul nome che si gioca l’indentità affettiva

Nonostante la buona funzione, i personaggi mancano di quella tridimensionalità che ci lascino godere di sorprese o cambiamenti inaspettati. Fa forse eccezione lo sciatto e sguaiato nonno che si rivela poi fine letterato ma che tuttavia si unisce, anche lui, a un coro senza controcanto. Tutto si svolge secondo piani e desideri, non esistono ostacoli che il protagonista debba superare per il raggiungimento del suo obiettivo (diventare scrittore) salvo quello oggettivo dell’incerta condizione economica della famiglia, prontamente risolta dallo zio-mito, e quello interiore posto nella domanda: come essere figlio e crescere da uomo in assenza di un padre?

Corroborato da un’interpretazione attoriale degna di nota (il piccolo Daniel Ranieri), quello di JR è un personaggio che matura esperienze utili per sé e per gli altri. Quando infatti un cresciuto JR, a un buon punto del suo percorso, ha un confronto col padre che gli apre definitivamente gli occhi sull’impossibilità di un rapporto con lui, egli amareggiato si fa ambasciatore di un messaggio importante ben messo in rilievo nella storia al momento della risoluzione. L’ignara figlioletta della nuova amante del padre (ormai svelatosi un irrecuperabile poco di buono), una bimba che non ha mai lasciato le mura di casa e che rischia di diventare vittima di un’educazione sbagliata in un ambiente malato, gli chiede come si faccia a girare il mondo, egli le indica una via di salvezza che è la stessa attraverso la quale si è salvato lui.

«Devi andar bene a scuola. Devi andare molto bene a scuola. Questa è stata la prima cosa che ho dovuto fare. E a volte non devi fare altro».

È il momento più alto del film. Per il resto la tensione drammatica del racconto si allenta spesso, anche in corrispondenza dei pochi, nondimeno deboli, punti di svolta.

Il nome ereditato da un padre scomodo sembra essere l’unico fardello che JR si porta appresso

L’avventura del protagonista bambino che conquista l’età adulta è un viaggio senza eroe e senza prove di rilievo. La figura di JR si rafforza in termini di successo sociale in maniera inversamente proporzionale a quella del padre, prigioniera sin dall’inizio di una spirale di degradazione umana che lo porterà alla perdizione dell’alcol e della violenza e alla resa dei conti con un figlio di cui non sa fare il padre.

Altre info su The Tender Bar

 

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

The tender bar

  • Anno: 2021
  • Durata: 1h 46m
  • Distribuzione: Amazon Studios
  • Genere: Drama, Bio
  • Nazionalita: USA
  • Regia: George Clooney
  • Data di uscita: 07-January-2022