fbpx
Connect with us

ANTICIPAZIONI

The Power of the dog di Jane Campion a Venezia 2021

Un originale Netflix, "The Power of the Dog" è interpretato da Benedict Cumberbatch, Kirsten Dunst e Jesse Plemons

Publicato

il

the power of the dog

Jane Campion, una leggenda a Cannes, (è l’unica regista donna ad aver vinto la Palma d’oro con “The Piano”) porterà il suo ultimo dramma “The Power of the Dog” in anteprima mondiale in concorso al Festival di Venezia.

Un originale Netflix,The Power of the Dog” è interpretato da Benedict Cumberbatch, Kirsten Dunst e Jesse Plemons. La sceneggiatura del film è stata scritta da Campion, basata sull’omonimo romanzo del 1967 di Thomas Savage.

The Power of the Dog: la trama

Ambientato negli anni ’20, il film parla di una coppia di ricchi fratelli del Montana, Phil (Cumberbatch) e George Burbank. Phil è brillante e crudele, mentre George è meticoloso e gentile. Insieme, sono comproprietari del più grande ranch nella loro valle del Montana. Quando George sposa segretamente la vedova locale Rose (Dunst), un Phil arrabbiato intraprende una guerra implacabile per distruggerla usando suo figlio Peter come pedina.

Campion non è estranea a Venezia, dove ha presentato in anteprima “An Angel at My Table“, Gran Premio della Giuria del festival nel 1990, tre anni prima della sua palma “Piano”.

Variety ha appreso che “The Power of the Dog” era stato invitato alla prima mondiale fuori concorso al Festival di Cannes, ma Netflix ha optato invece per lo svolgimento a Venezia, dove il film può competere. Secondo una regola stabilita dal suo consiglio di amministrazione, il Festival di Cannes infatti non può invitare film in concorso se non è prevista un’uscita nelle sale locali.

Alla fine, Netflix non era disposta a far uscire il film nelle sale in Francia per portarlo  in competizione a Cannes e nemmeno portarlo fuori concorso anche se  Thierry Fremaux aveva giurato di voler dare il bentornato a Netflix al festival con una prima di grande richiamo.

The Power of the dog a Venezia con Sorrentino

Da Venezia, Netflix presenterà anche il dramma personale di Paolo Sorrentino “The Hand of God”, un film  che segna il ritorno del regista della Grande bellezza su un set cinematografico. Il film è girato, nella sua nativa Napoli, 20 anni dopo il suo primo lungometraggio “One Man Up” nel 2001.

Il Lido negli ultimi anni ha stretto uno stretto rapporto con il colosso dello streaming statunitense, avendo lanciato, tra gli altri titoli, il semi-autobiografico “Roma” di Alfonso Cuaron, Leone d’Oro nel 2018 e 3 Oscar, e il “Marriage Story” nel 2019, che ha vinto un Oscar quell’anno.

Se da una parte Venezia è in una posizione ideale perchè si trova all’inizio della stagione dei premi (“Nomadland” è stato presentato in anteprima a Venezia l’anno scorso e ha vinto l’Oscar per il miglior film), Cannes è ancora venerato come il più grande festival cinematografico del mondo.

The power of the dogsE’ stato infatti prestigioso trampolino di lancio per molti film vincitori di Oscar nel corso degli anni, tra cui “Parasite” di Bong Joon-ho, che ha ricevuto la Palma d’oro nel 2019 e ha fatto la storia diventando il primo film in lingua straniera a vincere un Oscar per il miglior film.

Come precedentemente rivelato da Variety, Venezia ospiterà anche l’attesissima prima mondiale del reboot di Dune di Denis Villeneuve dalla Warner Bros. 

Dune: Villeneuve riporterà il suo cinema a Venezia?

La 78a edizione di Venezia si svolgerà dall’1 all’11 settembre come un vero e proprio evento fisico.

Bong Joon-ho presiederà la giuria principale.

Festival di Venezia 2021: tappeto rosso edizione 78

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.