Un triplo Vincent Price e il capolavoro riscoperto di Jacques Tourneur arricchiscono il catalogo Sinister

In fatto di pellicole dirette dal re dei b-movie Roger Corman prendendo ispirazione da Edgar Allan Poe, l’attivissima Sinister Film – attenta alla riscoperta su dvd di classici e cult del cinema di genere del passato – aveva già provveduto a lanciare su dvd La maschera della morte rossa (1964), interpretato dal mitico Vincent Price.

Come pure i due nuovi titoli cormaniani che, tratti dalle pagine dello scrittore originario di Boston, la label aggiunge al suo già ricco catalogo: I vivi e i morti (1960) e I racconti del terrore (1962).

ivivieimorti

Il primo, considerato uno dei punti più alti della filmografia del regista de Il pozzo e il pendolo (1961), è la trasposizione su celluloide del celebre racconto La caduta della Casa Usher, con Price nei panni di Roderick Usher, il quale, fratello della Madeline il cui fidanzato Philip Whintrop alias Mark Damon arriva nella casa per farle visita, mette l’uomo al corrente del fatto che la donna è finita preda di una maledizione che perseguita da secoli la loro dinastia, rendendoli pazzi e dotati di una potenza sovrumana.

Ovviamente, le cose non stanno proprio così ed il mistero s’infittisce, ma non sveliamo altro per non rovinarvi la visione, impreziosita anche dal documentario Vincent Price, un magnifico cattivo, incluso tra i contenuti speciali insieme a trailer originale e galleria fotografica.

iracconti delterrore

Il secondo, invece, vede addirittura il futuro dottor Phibes del grande schermo interpretare tre diversi ruoli in altrettanti episodi: un padre che, ancora tormentato dal ricordo della defunta moglie Morella, rivede la figlia, abbandonata quando era piccola; un assaggiatore di vino che finisce per subire la feroce vendetta del bevitore Montresor alias Peter Lorre (al quale è dedicato nella sezione extra anche l’interessante documentario Peter Lorre, l’uomo dietro la maschera), della cui moglie è l’amante; il signor Valdemar, gravemente malato, che muore sotto l’ipnosi di un mesmerista con il volto di Basil Rathbone, rimanendo vivo, però, nello spirito.

terroreeterrore

Ma Price, affiancato dai grandi Peter Cushing e Christopher Lee, è anche tra i protagonisti di un altro riscoperto Sinister Film: Terrore e terrore (1970) di Gordon Hessler, che, nonostante il titolo e il cast, non è un vero e proprio horror, ma un mix di fantamedicina, spionaggio e pellicola poliziesca volto a fornire una variante della tematica degli zombi.

Infatti, con un evidente sottotesto infarcito di attacco al consumismo, abbiamo una serie di omicidi a Londra che, apparentemente slegati dalle misteriose morti di esponenti di primo piano dei servizi segreti in uno Stato dell’Est, conducono al laboratorio di un dottore impegnato nella creazione di superuomini, sfuggitigli, però, al controllo.

notte_del_demonio

E non finisce qui, perché Sinister, che non smette mai di stupirci, recupera dal dimenticatoio anche il capolavoro del cinema satanico La notte del demonio (1957) di JacquesIl bacio della panteraTourneur, tratto da un racconto di M.R. James ed incentrato su uno psicologo americano approdato in Inghilterra per indagare sulla misteriosa morte di un suo collega e trovarsi ad avere a che fare con una setta dedita a culti demoniaci.

Una pellicola mai distribuita su vhs italiana e divenuta col tempo irreperibile, qui oltretutto proposta sia nella versione americana di 78 minuti che in quella inglese, più lunga, di 91.

Tutti i dvd sono introdotti dal trash director Luigi Cozzi.

Francesco Lomuscio



Condividi