fbpx
Connect with us

Anniversari

Steven Spielberg compie 74 anni: 5 film per celebrare il Re Mida di Hollywood

Per il compleanno di Speilberg segnaliamo 5 titoli da riscoprire in streaming

Publicato

il

steven spielberg

Verrebbe da  immaginare il compleanno di Steven Spielberg come un evento naturalmente fantastico.

Il Re Mida di Hollywood, creatore di molte icone del Cinema, non potrà sicuramente trascorrere un “normale” compleanno in casa, soffiando le sue 74 candele in famiglia. Avrà molto probabilmente escogitato uno stratagemma per uscire dalla “dimensione Covid ” che ci ha intrappolati tutti ed entrare in una realtà alternativa alla Ready player one.

Scherzi a parte, omaggiare il grande regista stilando una classifica dei suoi film più celebri sarebbe riduttivo, perchè il suo merito non è solo quello di aver regalato al Cinema grandi capolavori ma anche e soprattutto di aver inventato un suo modo personale di fare cinema e di avere la capacità di proiettare lo spettatore in una realtà “altra” tangibile. La regia è inoltre una parte fondamentale di Spielberg ma è ne è appunto solo una parte. “Autore” (scrittore di superbe sceneggiature) o promotore di idee interessanti , da “Poltergeist” a “I goonies”, da “Ritorno al futuro” ai “Men in Black”,  la sua storia cinematografica lo ha sempre mostrato al centro di un grande progetto, protagonista di importanti risultati, non solo per i suoi due Oscar vinti come regista ( per” Shindler’s list” e per “Salvate il soldato Ryan), oltre alle tantissime altre candidature (ben 17 per gli Oscar), ma soprattutto quale fautore di un’ impronta , che non è solo quella lasciata sulla walk of Fame.

Aldilà dei grandi capolavori come Shindler’s list (premiato con 7 Oscar ) o dei cult come E.T. l’extraterrestre, Jurassic Park,  Lo Squalo o Indiana Jones, il suo talento è comunque visibile anche in pellicole non sempre citate ma ugualmente straordinarie.

Vi segnaliamo 5 di questi film disponibili in streaming:

Minority Report (2002)

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/9/97/Minort.png/800px-Minort.pngWashington, 2054. Applicando una nuova tecnologia, l’omicidio è stato eliminato: infatti la polizia (grazie a tre giovani veggenti ritenuti infallibili detti “Pre-Cogs”, che sono in grado di vedere immagini che svelano il tempo, il luogo e altri dettagli dei reati che stanno per accadere) può prevedere il futuro e punire i colpevoli prima che i delitti vengano commessi. Il comandante John Anderton fa parte del reparto di intervento incaricato di arrestare i potenziali malviventi: ma quando anche per lui scatta l’ordine di arresto (per evitare che uccida un perfetto sconosciuto nelle prossime 36 ore), è costretto a provare la propria innocenza e a sfuggire al suo stesso dipartimento capitanato dall’eterno rivale Danny Witwer, che vuole eliminarlo.Thriller fantascientifico sul tema della visione. Sceneggiatura di Scott Frank e Jon Cohen, tratta dall’omonimo racconto di Philip K. Dick, pubblicato nel 1956. Atmosfera ben costruita per un thriller fantascientifico ottimamente interpretato da Tom Cruise e la “veggente” Samantha Morton. SU TIM VISION PRIME VIDEO E NETFLIX.

PROVA A PRENDERMI 2001

Frank W. Abagnale è un truffatore provetto. Nonostante non abbia ancora ventun anni, ha già assunto mille diverse identità: medico, avvocato, pilota di linea, docente di storia, assistente del procuratore generale. Grazie alla sua straordinaria abilità come falsario, ha messo da parte una fortuna: oltre sei milioni di dollari. Sulle sue tracce c’è l’agente Carl Hanratty, intenzionato a catturare colui che è entrato nelle liste dell’Fbi come il più giovane criminale di tutti i tempi.Leonardo Di Caprio irresistibile truffatore sentimentale in una storia vera che sembra inverosimile con un misurato Tom Hanks e un grande Christopher Walken nella rappresentazione del perseguimento ossessivo di un sogno. Amy Adams in uno dei suoi primi ruoli importanti. SU NETFLIX INFINITY E TIM VISION

IL COLORE VIOLA (1986)

Visualizza immagine di origineGeorgia degli anni. Un sud America  dominato da una mentalità schiavista e razzista. Celie (Goldberg), appena adolescente, viene violentata dall’uomo al quale è stata data come compagna. Successivamente le vengono sottratti i figli nati dalla relazione e viene venduta a un altro uomo. Questi, ancora più brutale del primo, comncia anche a insidiare Nettie, la sorella più giovane di Celie, che lo respinge con decisione. Cacciata da casa Nettie in seguito alla sua “ribellione”, alla povera Celie non resta che piegarsi alla vita da schiava. Uno dei casi più eclatanti tra tutti i film di Spielberg di una pellicola di qualità non completamente mai riconosciuta. Il film intenso e struggente regala momenti di grande cinema, con una Whoopy Goldberg da Oscar. Tante le nomination per la pellicola ma nessun premio. SU PRIME E INFINITY

HOOK CAPITAN UNCINO ( 1991)

 

Peter Banning è un affermato avvocato quarantenne che ormai non riesce più a dedicare il suo tempo né alla moglie Moira, né ai suoi figli, Jack e Maggie. Tornando a casa, Peter scopre che Capitan Uncino gli ha rapito i figli e li ha portati nell’Isola Che Non C’è. Grazie all’aiuto di Campanellino, Banning raggiunge la favolosa isola; qui però non mancano le beffe, non solo da parte di Uncino, ma anche da parte dei suoi ex compagni, i “ragazzi sperduti”. Soltanto attraverso un duro lavoro sul corpo e sulla mente, Banning tornerà ad essere il Peter Pan che è stato. Spielberg non avrebbe potuto trovare un Peter Pan più azzeccato del clown Robin Williams che veste qui i panni anche del borghese caduto nell’oblìo della matura età. Dov’è finito lo spirito bambino?In una metaforica favola per grandi e piccini, il regista racconta anche di sè, e dell’importanza di preservare il fanciullo che è in noi. Applausi a scena aperta per un Dustin Hoffman /Capitan Uncino davvero straordinario.

THE TERMINAL (2005)

File:The terminal.png

Viktor Navorski, Tom Hanks, proveniente dall’Europa dell’Est, si ritrova bloccato all’aeroporto JFK di New York perché a causa di un colpo di stato il suo Paese d’origine è stato cancellato. Ciò significa che il passaporto e i documenti dell’uomo non sono più validi. Senza un posto a cui fare ritorno, Viktor si sistema nel terminal dell’aeroporto, diventando amico delle persone che ci lavorano e innamorandosi di una hostess, Amelia Warren (Katherine Zeta Jones).  Surreale, poetico, metaforico ma allo stesso tempo realistico, questo delizioso film narra di un uomo senza terra a cui approdare, immerso ancora una volta in un limbo. Di nuovo l’isola che non c’è, ossessione spielberghiana, e di nuovo l’identità che non ha traccia di sè, se non nei ricordi e negli affetti qui da custodire gelosamente in una cassettina di metallo. Siamo cittadini in transito, ci ricorda ancora Spielberg, finchè qualcuno non ci dice che direzione prendere. SU NETFLIX, INFINITY, TIM VISION

Visualizza immagine di origine

 

LEGGI  SUI FILM DI STEVEN SPIELBERG

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.