Connect with us

VIDEODRHOME

In alta definizione gli squali di 47 metri: Uncaged

In blu-ray per CG Entertainment 47 metri: Uncaged, sequel di 47 metri.

Publicato

il

Ricordate 47 metri, che nel 2017 inscenò la lotta per la sopravvivenza di due sorelle rinchiuse in una gabbia nelle acque messicane infestate da pescecani? Il britannico Johannes Roberts – autore, tra l’altro, di The strangers: Prey at night – ne ha concretizzato il secondo capitolo 47 metri: Uncaged. Un secondo capitolo annunciato per le sale italiane ma poi finito direttamente su piattaforme digitali, ora disponibile in blu-ray grazie a CG Entertainment (www.cgentertainment.it ).

Un secondo capitolo differente dal capostipite, che guardava in maniera evidente a survival movie quali Open water e Paradise beach – Dentro l’incubo.

47 metri: Uncaged, infatti, tende maggiormente a strizzare l’occhio al pubblico dei teenager tirando in ballo due sorelle adolescenti. Sorelle dalle fattezze della Sophie Nélisse di Storia di una ladra di libri e dalla Corinne Foxx figlia del vincitore del premio Oscar Jamie.

La prima è bullizzata dalle compagne di scuola. La seconda affiancata dalle sue migliori amiche, ovvero Sistine Stallone, il cui papà è il famosissimo Sylvester, e la televisiva Brianne Tju.

Durante un tour guidato a largo dello Yucatan su un’imbarcazione dal fondo di vetro decidono di staccarsi dal gruppo. Il motivo: avventurarsi nelle grotte sotterranee, in cui si nascondono antiche rovine azteche. Quindi, una volta superata la prima necessaria mezz’ora di presentazione, Roberts non può fare altro che scagliare contro loro uno squalo albino. Squalo il cui unico interesse è, ovviamente, sgranocchiare la fauna umana che incrocia sul proprio percorso.

Di conseguenza, stavolta è assente l’elemento di impedimento rappresentato nel capostipite dalla citata gabbia e si tende a privilegiare un certo clima avventuroso.

Senza dimenticare comunque la claustrofobia, garantita dal ristretto campo d’azione in cui si consuma la caccia alle prede.

Man mano che vengono abbracciati gli stilemi dello slasher movie attraverso l’entrata in scena di personaggi destinati, come da tradizione, a fare da vittime sacrificali. Le minacciose fauci pronte ad entrare più volte nell’inquadratura e la tensione fanno il resto. Fino all’abbondanza di colpi di scena dispensati dalla fase conclusiva, alla ricerca della spettacolarità, di 47 metri: Uncaged. Con il trailer e undici minuti di interviste al cast nella sezione extra del disco.