fbpx
Connect with us

Latest News

Locarno 2020: Lucrecia Martel vince il Pardo 2020

Locarno in edizione 'Covid' premia l'Argentina: Chocobar il film vincitore

Publicato

il

Locarno 2020  For the Future of Films, in una nuova veste per il Covid,  anche quest’anno lascia un segno.

Il Pardo 2020 è andato all’Argentina Lucrecia Martel per il documentario “Chocobar”, che racconta la difficile situazione dell’  Argentina per la crisi, economica e sanitaria e indaga sulla questione della colonizzazione ispanica nel Paese indigeno, a partire dall’uccisione del militante Javier Chocobar nel 2000.

Il film vincitore del Locarno Film Festival, racconta anche la storia, ambientata in Patagonia, dell’amicizia tra una tredicenne di origini ticinesi e un anziano indiano Mapuche.

Il prestigioso Pardo 2020 vale 70 mila franchi.

Il Campari Award, premio speciale della giuria, è andato invece al film “Selvajara” (Savagery) di Miguel Gomes, libero adattamento cinematografico del romanzo Brasile ignoto di Euclides da Cunha, che riguarda la vicenda della spedizione militare della Repubblica brasiliana di fine Ottocento, contro il piccolo insediamento di Canudos. Il valore del premio speciale della giuria è di 50 mila franchi.

Lo Swatch Award, premio al progetto più innovativo, del valore di 30 mila franchi,  è andato a “De Umani Corporis Fabrica” di Verena Paravel e Lucien Castaing Taylor, che tratta la  questione della bioetica e delle  nuove tecnologie.

Il Top Prize al Locarno’s Open doors è andato al “Ze” del regista mongolo Lkhagvadulam Purev-Ochir, ai Pardi di Domani è stato presentato Zahori di Marì Alessandrini, mentre la regista brasiliana ha presentato, assieme al produttore Sara Silveira, “Cidade, Campo”.

Assegnato poi l’SRG SSR Award, campagna pubblicitaria televisiva a Lux, documentario sull’esercito svizzero girato dai giovani Raphael Dubach e Mateo Ybarra.

Locarno 2020 : edizione sobria.

L’edizione, sobria e senza divi internazionali, non si è svolta come di consueto in Piazza Grande, ma con lo sguardo al futuro, pensando già ai Pardi di domani e alla prossima edizione del 74.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.