fbpx
Connect with us

RIVEDIAMOLI

Casino un racconto divertente e coinvolgente di grandezza e decadenza

Publicato

il

Pur utilizzando esattamente gli stessi codici dei franchisee, CASINO ci mostra il funzionamento di un universo mafioso nuovo di zecca.

VEGAS, GLI INDIVIDUI E LA MAFIA

La messa in scena iconica di Scorsese è più o meno la stessa (lunghe inquadrature immersive, movimenti di macchina, freeze-frame, musica rock’n’roll in controtempo, cinica voce fuori campo, ecc.) ), così come la descrizione dettagliata di un microcosmo. In tutto il film possiamo osservare questi piccoli trucchi che permettono a Vegas di esistere. Cresceranno gradualmente, mostrando prima i vari individui che la compongono e il loro modo di gestire la vita quotidiana, per poi passare gradualmente alla visione d’insieme: il funzionamento del casinò e della mafia, e le politiche che ne derivano.

IL CONTRASTO, LA FUSIONE, IL CERVELLO E I MUSCOLI

Ma mentre si affronta il tema del sogno caduto, in CASINO c’è un’ulteriore dimensione, quella emotiva. La storia ruota intorno a tre personaggi: Asso, Nicky e Ginger.
Ace, come Henry/Ray Liotta in Les Affranchis, è attento, pragmatico, calcolatore, distante e autolesionista. Un personaggio guidato unicamente dal carisma magnetico di Robert de Niro. Nicky, il “fratello” violento e incontrollabile, è un personaggio di istinto e forza bruta che esiste veramente solo attraverso Joe Pesci. Sono quindi le auree degli attori che costruiscono i loro ruoli, più in ogni caso, che la loro scrittura. Ace e Nicky sono quindi la personificazione di queste due sfaccettature necessarie a portare il CA$H: cervello e muscoli. Osservare il contrasto, poi la fusione e infine l’opposizione tra questi due metodi contribuisce chiaramente a rendere il film così piacevole!

DA GINGER A VICKIE: STORIE DI DONNE E AUTODISTRUZIONE

Poi nel mezzo c’è Ginger, La Donna. Quella che provocherà le passioni e la caduta di tutti – lei compresa.
Così come Jake la Motta era così ossessionato da Vickie che si è perso mentalmente e si è tagliato fuori dalla sua famiglia, la caduta di Ace a tutti i livelli è totalmente legata alla sua storia d’amore unilaterale con Ginger, la pastorella che sta cercando di trasformare in madre; spieghiamo questo rapporto binario maschio/femmina nelle nostre recensioni di Who’s That Knocking at my door, Alice non è più qui e Bertha Boxcar. Sharon Stone interpreta Ginger con un’energia straordinaria. L’attrice, capace di passare completamente da una scena all’altra, gioca assolutamente su ogni scena emotiva. Fascino, gioia, tristezza, rabbia, disgusto, disperazione, dipendenza, amore folle… La sua recitazione, senza che io capissi bene il perché, mi ha ricordato l’interpretazione finale di Gena Rowlands in Opening Night. Scorsese, emotivamente pessimista con CASINO , ci mostra come l’egoismo degli uomini possa rendere infelice una donna e come lei, per disperazione, possa distruggere una famiglia, un impero. Sarebbe in qualche modo disperato nel vedere l’evoluzione del casinò online e la moltiplicazione dei siti web di gioco d’azzardo 

CASINO è un racconto divertente e coinvolgente di grandezza e decadenza, adattato da una storia vera. Il secondo elemento della “mitologia realistica” creata da Scorsese!

L’ossimoro “mitologia realista” è forse ciò che meglio definisce questo CASINO, insieme a Franchisees, Gangs of New York, Infiltrators, Boardwalk Empire e infine, The Wolf of Wall Street. Ciò che accomuna queste 6 opere è che sono racconti immersivi e divertenti di grandezza e decadenza, adattati da storie vere. Inoltre, c’è sempre questo personaggio molto distante che con il suo sguardo ci immerge in un universo molto marcato (la mafia di Brooklyn, i casinò di Las Vegas, le bande di New York alla fine del XIX secolo, la mafia irlandese di Boston, la mafia di Atlanta nel bel mezzo del proibizionismo, e “Wall Street”).

Alla fine, si ha l’impressione di guardare con CASINO, la seconda stagione di una serie di documentari sulla mafia: il cambio di scenario maschera a malapena l’ambizione comune: esplorare e decostruire un tema preciso. Era la famiglia a Les Affranchis, è l’affettivo in CASINO. Sarà trasmissione/affiliazione, dualità, politica ed economia nei quattro successivi!

Infatti, più che The Wire, The Sopranos o Breaking Bad, queste 6 opere di Scorsese sono forse quelle della serie THE ULTIMATE.