29 FESCAAAL: Baby del regista cinese Liu Jie vince l’edizione del 2019 del Festival del Cinema Africano, Asia e America Latina

Il vincitore del 29° FESCAAAL - Festival del Cinema africano, Asia e America Latina è il film Baby del regista cinese Liu Jie che mette in scena il dramma dell'abbandono dei figli disabili e la lotta di una giovane donna per salvarne uno

Ieri sera è stato proclamato vincitore del 29° FESCAAAL – Festival del Cinema africano, Asia e America Latina il film Baby del regista cinese Liu Jie. Edizione molto ricca quella di quest’anno con una maggiore varietà di film dalle diverse cinematografie. Significativa la presenza in concorso della metà di pellicole dirette da registe. L’attenzione allo sguardo femminile è stata una caratteristica costante di questa ventinovesima edizione. Una menzione speciale è andata alla regista Beatriz Seigner per Los Silencios, preferito anche dal pubblico del Festival. Mentre il premio per il miglior cortometraggio africano – una sezione caratterizzante il Festival – è stato assegnato alla giovane regista tunisino-americana Meryam Joobeur per Brotherhood.

Il Festival del Cinema africano, Asia e America Latina chiuderà ufficialmente oggi con le ultime repliche e proiezioni a Milano.

L’elenco dei principali premi:

Premio Comune di Milano – Miglior Lungometraggio “Finestre sul Mondo”
Baby di Liu Jie (Cina, 2018)

Menzione Speciale
Los Silencios di Beatriz Seigner, (Brasile/Colombia/Francia, 2018)

Premio come Miglior Cortometraggio Africano
Brotherhood di Meryam Joobeur (Tunisia/Canada/Qatar/Svezia, 2018)

Menzione speciale
#Je_suis_kamikaze, di Mohamed Touahria, (Algeria, 2018)

Premio Extr’A
La gita di Salvatore Allocca (Italia, 2018)

Menzione speciale
My Home in Libia di Martina Melilli (Italia, 2018)

Premio del Pubblico Città di Milano
Los Silencios di Beatriz Seigner, (Brasile/Colombia/Francia, 2018)

Utlima modifica: 31 marzo, 2019



Condividi