Le 10 migliori Bond girl di sempre

Quando il regista Sam Mendes ha chiamato Monica Bellucci per un ruolo in Spectre , la bellezza di una donna di 51 anni è andata perduta: “Devo sostituire Judi Dench?“, aveva chiesto. A quanto pare, il regista aveva in mente qualcosa di diverso: voleva che l’attrice italiana interpretasse un interesse amoroso per Bond, in linea con la propria l’età. “Il concetto“, ha detto Mendes, “è rivoluzionario“. Solitamente si celebrano gli attori che si sono alternati nel ruolo dell’agente segreto ma ispirandoci all’infografica interattiva creata da Betway Casino, pensiamo un po’ alle sue dieci ragazze più potenti, sovversive e affascinanti di tutti i tempi.

Ursula Andress
Il primo adattamento cinematografico del romanzo di
Ian Fleming ha portato al successo la Bond girl in bikini: si tratta di Ursula Andress come Honey Ryder in Dr. No . Quando il suo famoso due pezzi bianco (completo di cintura degli attrezzi) è andato all’asta nel 2001, l’attrice svizzera ha commentato il significato del suo ruolo e di quel succinto costume da bagno. “Questo bikini mi ha reso un successo grandioso. Come risultato del ruolo di protagonista nel Dr. No, come prima ragazza Bond, mi è stata data la libertà di scegliere ruoli futuri ” ha detto alla CNN nel 2001 . “Il mio ingresso nel film indossando il bikini su quella bellissima spiaggia sembra ora essere considerato un momento classico nel cinema, e mi ha reso famosa nel mondo come” la ragazza di Bond “.

Honor Blackman
Nel 1964 l’attrice britannica
Honor Blackman divenne la più vecchia Bond girl di tutti i tempi, con 39 anni in più di Sean Connery, interpretando Pussy Galore in Goldfinger. Blackman era talmente pratica nelle arti marziali che fece tutte le sue acrobazie in Goldfinger. L’attrice ha anche commentato la scelta della Bellucci in merito all’età della protagonista. “Semplicemente non capisco perché siamo ancora ossessionati dall’età”, ha scritto in una colonna sul Mirror. “O meglio, non capisco perché gli uomini siano ancora così ossessionati dall’età delle donne. Perché è proprio di questo che stiamo parlando“. Mentre Blackman ha applaudito Spectre per la sua chiamata al casting, ha avuto un altro asso nella manica: “E smettila di chiamarci ragazze Bond, siamo donne e attrici!”

Barbara Bach
Blackman non è l’unica attrice a essere critica nei confronti del franchise di Bond. Nel 1983
Barbara Bach – che ha interpretato l’agente russo Anya Amasova nel 1977 nel film La spia che mi amava – ha descritto 007 come “un maiale sciovinista che usa le ragazze per proteggersi dai proiettili.”

Shirley Eaton 
La data di uscita di Spectre (6 novembre) è in realtà il 51° anniversario di un altro momento storico di Bond: quando la dorata Shirley Eaton è apparsa sulla copertina della rivista Life. La celebre Eaton ha portato molti a credere di essere morta durante le riprese e si è diffuso così il mito secondo cui si può morire per “asfissia” della pelle. (Ma non è possibile).

Jane Seymour
Jane Seymour aveva solo 20 anni quando ha recitato al fianco di
Roger Moore nel film del 1973 Live and Let Die. La sua età, tuttavia, rappresentava qualcosa di molto diverso nell’universo 007. “Il personaggio di My Bond doveva sembrare vergine. Non penso che lo facciano molto spesso” ha detto Seymour nel 2012. “È interessante notare che ogni volta che incontro alcune delle altre ragazze di Bond, ho sempre qualcosa in comune, ed è una sorellanza interessante. “.

Grace Jones
Nel film 
A View to a Kill del 1985 la supermodella interpretava May Day, uno scagnozzo superstrong e fidanzata di un demenziale industriale (interpretato da Christopher Walken). Il film non è stato solo l’ultimo film di Roger Moore nei panni di Bond, ma ha segnato un nuovo e potente cambiamento per il ruolo della Bond girl.

Famke Janssen A
A proposito di potenti scagnozzi, come dimenticare lo spietato personaggio di
Famke Janssen in GoldenEye ? Nel 1995 Janssen portò il tropo della “femme fatale” a un livello completamente nuovo con la sua mossa originale: strangolare a morte i compagni di letto con la sola forza delle sue gambe.

Michelle Yeoh
Bond ha finalmente incontrato il suo match nel 1997 
Tomorrow Never Dies, ma non era nella forma di un subdolo megalomane. L’alleata di Bond, Wai Lin (interpretato da Michelle Yeoh) è stato il punto luminoso del film, con i critici che la definiscono la prima ragazza di colore Bond da poter “prendere sul serio.” Pierce Brosnan ha chiamato Yeoh  “la femmina di James Bond” e il suo ruolo era così popolare che si parlava persino di affidare all’attrice malese uno spin-off incentrato su di lei.

Halle Berry
A lei appartiene l’omaggio in bikini arancione alla grande Ursula Andress. Il ruolo di Halle Berry nei panni di
Jinx Johnson nel film Die Another Day del 2002 nel ruolo di Bond-girl è stata molto amata, tanto che come con Yeoh, i produttori erano interessati a uno spin-off su Jinx. Fu la MGM a tirarsi indietro prima della produzione a causa di “divergenze creative”.

Eva Green
Nel 2006, 
Casino Royale, Bond è diventato l’agente segreto dagli occhi dolci con Daniel Craig. “Lui è la ragazza schiava, non io” ha dichiarato Eva Green, che interpretava Vesper Lynd nel 2007. Green ha detto di aver combattuto perché il suo personaggio se ne andasse contro la tradizione e ancora con i suoi vestiti addosso. “Nella scena della doccia – ricordi? – volevano che mi spogliassi fino alle mutandine” disse Green. “Abbiamo fatto una bella lotta per questo. Andavo da Daniel e chiedevo il suo supporto”. I suoi sforzi sono stati ripagati: Vesper Lynd è ora considerata una delle migliori ragazze Bond di tutti i tempi.

I migliori Guest Post sono su Taxidrivers.it

 

Utlima modifica: 12 marzo, 2019



Condividi