Stasera in tv La7 dalle 21,10 in poi omaggio a Nanni Moretti con Palombella rossa e Ecce Bombo

Stupendamente surreale, spettacolare nella messinscena, Palombella Rossa è forse il capolavoro di Nanni Moretti. Un solo set predominante, diversi piani temporali, continui cambi di vista nella stessa scena non possono lasciare indifferenti, l’ambizione del regista è tanta, le motivazioni ancora di più: la crisi della sinistra italiana, la crisi del PCI. E l’operazione è riuscita con delle sequenze memorabili

Stasera in tv su Rai 3 alle 21,15 in prima visione Mia madre di Nanni Moretti, con Margherita Buy e John Turturro

Si avverte chiaramente nell’ultimo film di Nanni Moretti uno scatto in avanti, una fermezza nuova, e il bisogno di dire addio all’istrionismo che tanto aveva caratterizzato il suo cinema precedente. Michele Apicella non c’è più, le sue provocazioni, il suo presentarsi come ragazzo-prodigio, Nanni è diventato definitivamente adulto, e allora la faccenda si fa più complicata, i dubbi invece di diminuire aumentano, il mondo appare più complesso ma al tempo stesso più ricco

Locarno 70 (Concorso): Madame Hyde di Serge Bozon, versione femminile e contemporanea del classico di R.L.Stevenson

Serge Bozon con Madame Hyde realizza una versione femminile e contemporanea del classico della letteratura horror di Robert Louis Stevenson, trasportando le vicende in una scuola della provincia francese. Un’operazione poco riuscita che implode in un film stucchevole e noioso. E anche la grande Isabelle Huppert è al di sotto delle performance a cui ci ha abituato negli ultimi film

Stasera alle 21 su La7d La messa è finita di Nanni Moretti

La messa è finita è un film del 1985 diretto da Nanni Moretti. In concorso al Festival di Berlino del 1986, il film ha vinto l’Orso d’argento, gran premio della giuria e ottenuto la menzione speciale della giuria Cicae. Ancora frammentario e parzialmente legato ad una narrazione episodica, ma in grado di esporre una drammaticità che cresce linearmente senza mai scadere in patetismi, La messa è finita è il film della consacrazione di Nanni Moretti

Stasera alle 21,15 su Rai Movie Habemus Papam di Nanni Moretti

Habemus Papam è un film del 2011 di Nanni Moretti, interpretato dallo stesso Moretti assieme a Michel Piccoli e Margherita Buy. La pellicola ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui un European Film Award, sette Nastri d’argento (compreso quello per il regista del miglior film) e tre David di Donatello (tra cui quello al miglior attore protagonista); è stato inoltre eletto miglior film dell’anno dai Cahiers du cinéma

Festa del Cinema di Roma: Filmstudio mon amour di Toni D’Angelo

Non retorico, filologicamente rigoroso, commovente: il tributo che Toni D’Angelo, insieme al testimone storico per eccellenza, Armando Leone, ha reso al Filmstudio, è un atto d’amore che non scivola mai nei toni della celebrazione gratuita, ma, rischiando anche di non piacere a tutti, ripercorre, nei tempi consentiti da un documentario, la storia di uno dei più importanti centri culturali della capitale

Nanni Moretti stacce!

Nanni Moretti ha ragione (si fatela la battuta “la ragione è degli stupidi” ) il pubblico italiano che va al cinema è un pubblico mediocre perché si fa condizionare da mille cose, le nuove generazioni (grazie alle loro famiglie) preferiscono uccidersi di alcool per le strade o andare da Amici e fare i tronisti nella vita

Lo Schermo È Donna: dal 15 al 20 giugno 2015 torna a Fiano Romano la rassegna che premia il talento femminile

Premio Giuseppe De Santis” a Vittoria Puccini, protagonista in “L’Oriana” di Marco Turco; “Premio Giuseppe De Santis alla carriera” a Cristina Comencini e Francesca Polic Greco, sua aiuto regista nel film “Latin Lover”; “Premio speciale alla carriera” a Piera Degli Esposti; “Premio Giuseppe De Santis-Giovani” a Greta Scarano per il film “Senza nessuna pietà” di Michele Alhaique. Serata di chiusura con Nanni Moretti che presenta “Mia Madre”. Tanti altri gli ospiti che si alterneranno sul palco del Castello Ducale di Fiano Romano: da Nanni Moretti, a Roberto Herlitzka, fino a Eleonora Danco e Lunetta Savino

Mia madre

Michele Apicella non c’è più, le sue provocazioni, il suo presentarsi come ragazzo-prodigio, Nanni Moretti è diventato definitivamente adulto, e allora la faccenda si fa più complicata, i dubbi invece di diminuire aumentano, il mondo appare più complesso ma al tempo stesso più ricco

“Il Gusto del Cinema” a Cortinametraggio

In una sezione speciale, guardando all’Expo in arrivo, tre appuntamenti in corto con le sequenze che fanno gola: una collaborazione tra Cortinametraggio e il Trailers Film Fest, con una selezione in tre capitoli dei trailers storici dedicati a cinema e tavola

N-Capace

La fine e il principio. Eleonora Danco, autrice, regista, attrice, performer, si sofferma su questi due momenti salienti dell’esistenza per dare vita ad un flusso narrativo libero, in cui è l’inconscio a trapelare dalle numerose interviste – performance disseminate durante l’arco degli ottanta minuti di visione.

I vincitori del Taormina Film Fest

A sbancare in questa 65a edizione dei Nastri d’argento è stato Nanni Moretti con “Habemus Papam”, film che ha ottenuto ben sei Nastri su sette nomination: migliore regia e miglior film, assegnati a Nanni Moretti; miglior produttore (lo stesso Moretti e Domenico Procacci); miglior fotografia a Alessandro Pesci; miglior scenografia a Paola Bizzarri e miglior costumi a Lina Nerli Taviani.

^ Back to Top