Bergamo Film Meeting – Cinema d’Autore e Noir Stout

by

La 33a edizione di Bergamo Film Meeting è alle porte (7-15 marzo), un festival internazionale da sempre attento alla riscoperta dei grandi classici del passato, con omaggi e retrospettive di ampio respiro, ma anche a quel cinema indipendente e d’autore, capace di riflettere sulle innumerevoli sfumature, trasformazioni e complessità del presente, senza timore di sperimentare nuove forme di linguaggio e di contenuti.

Gli oltre 120 film in 9 giorni, provenienti dal panorama cinematografico nazionale e internazionale, offriranno una molteplicità di percorsi di visione, spunti di riflessione e di lettura, occasioni di scoperta, sorprese e molto di più. Come sempre, il programma (link sul fondo) sarà articolato in diverse sezioni: un concorso internazionale di lungometraggi, opere inedite e omaggi.

La retrospettiva quest’anno è dedicata al cinema Polàr, un incrocio fra il poliziesco e il noir francese e americano al quale è dedicata la birra speciale creata dal Birrificio Indipendente Elav che sarà proposta al Meeting Point ma che è già disponibile nei numerosi locali sparsi in tutta Italia che permetteranno ai loro clienti di assaporare la tensione e la riflessione, le sensazioni opposte che si rispecchiano nel colore e nel gusto della Noir Stout.

Bergamo Film Meeting continua con la sezione “Europa: femminile singolare”, documentari, anteprime e cult movie, incontri con gli autori, workshop, mostre, uno spazio dedicato al cinema d’animazione di Pavel Koutsky e alle proiezioni di film per giovani e giovanissimi.

Non solo il cinema ma anche l’arte parallela, la musica, avrà il suo ruolo da co-protagonista al Meeting Point dove avranno anche luogo gli incontri con i fumettisti Tuono Pettinato, DAW, Sarah Mazzetti e Dr. Pira oltre agli incontri con registi e autori. Tutto ciò avrà luogo all’Elav Igloo Meeting Point, uno spazio di 250 metri quadrati allestito in Piazza della Libertà e gestito dal Birrificio Indipendente Elav, insieme al quale Bergamo Film Meeting si è aggiudicato il premio Best Partnership al Festival of Festivals di Matera.

Elav Igloo – Meeting Point non è un semplice luogo di ristoro a disposizione del Festival ma una sua parte integrante, dove il meeting trova il suo vero significato, più chiaro nella sua traduzione in italiano: incontro. L’incontro fra persone e fra diverse arti, l’incontro grazie al quale la cultura si arricchisce di punti di vista e di sfumature spesso bagnate e illuminate dall’ebbrezza di un paio di birre.

Il programma completo del Bergamo Film Meeting è disponibile sul sito www.bergamofilmmeeting.it

Materiale fotografico e video www.bergamofilmmeeting.it/Mediabox

Di seguito la programmazione musicale e degli incontri al Meeting Point

La colonna sonora del Bergamo Film Meeting
La colonna sonora del Bergamo Film Meeting comincia a suonare in anticipo, mentre i titoli di testa compaiono sullo schermo, quando ancora tutto deve iniziare e il pubblico dell’ultimo minuto cerca nella penombra della sala un posto a sedere.

Dall’Elav Igloo Pub – Meeting Point, il gusto della Noir Stout ci proietta alle sale cinematografiche dove un film in bianco e nero ci tiene incollati allo schermo mentre la musica che dà ritmo alle immagini suona proprio accanto a noi.

Il noir della birra Elav creata ad hoc per l’edizione ed ispirata al genere polàr, si rispecchia nel black di Giulia Spallino & Yellow Ears Prod. che giovedì 5 marzo alle 21:30 aprirà le danze della 11 giorni di musica all’Elav Igloo Pub – Meeting Point.

L’arte cinematografica si sposa con la musica con la quale è da sempre legata con un doppio filo: jazz, rap o techno che sia, il cinema trova nella musica un’alleata per ogni situazione e i Mondongo accompagneranno la serata di venerdì sintetizzando i generi musicali più diversi e impossibili nel suono di un clarinetto, un sassofono, un basso elettrico e una batteria.

Sabato 7 cominciano le proiezioni BFM e L’Elav Igloo Pub – Meeting Point diventa anche il punto dove hanno luogo gli incontri fra i cinefili prima di riempire la sala e dopo le proiezioni. Il benvenuto al Meeting Point ha il suono del folk irlandese degli Inis Fail e porta con sé anche il retrogusto internazionale del Festival di cinema che da 33 anni rende Bergamo il centro della cultura cinematografica con attenzione al cinema d’autore e alle sperimentazioni più all’avanguardia.

Domenica 8, dopo l’incontro con il fumettista Tuono Pettinato, l’Elav Igloo Pub – Meeting Point si muoverà a ritmo delle sonorità revival del dj set Prepio&Joppa per poi ricominciare la settimana con l’eclettico live del one man band The Blues Against Youth con chitarra, voce, cassa e charleston a scandire il ritmo di un lunedì che sa di week end.

Martedì 10 marzo spazio a due voci del panorama reggae bergamasco con i confini disegnati con un dito nella sabbia e una leggera brezza a renderli inafferrabili: Shame & Skandal (Awa Mirone e Valentina Benaglia) con l’accompagnamento alla chitarra di Simone Zambelli. Prima del live, dalle 18, avranno luogo gli incontri con la fumettista Sarah Mazzetti, con la regista Aida Begić e l’attore Kristers Pikša.

Mercoledì 11 alle 18.00 l’aperitivo avrà come ospite il fumettista Daw, mentre la sera “T come Tango” ci porta, con un concerto che sa di spettacolo teatrale, da una prigione del Veneto ai porti di Buenos Aires, con una rosa in bocca e la passione sulla superficie della pelle, trasportati dalla gelosia. “Por Una Cabeza” di Carlos Gardel si sposta dalle sale di “Scent of a Woman” di Martin Brest in Piazza della Libertà, passando da Parigi, dove Bertolucci ha diretto l’Ultimo Tango.

Giovedì 12 si crea un parallelo fra il cinema sperimentale e l’avanguardia musicale del sempre più attivo panorama orobico. Gli Awa Oyo suonano una musica ibrida che viaggia dal soul al jazz, dall’oriente all’Africa, toccando corde reali e tasti digitali, soffiando fra un passato sperimentale e un futuro da immaginare.

Venerdì 13 la soundtrack che dà il via all’ultimo week end di Bergamo Film Meeting ha i suoni tipici del Brasile: CollettivoAstratti fa rivivere la tradizione del Chorinho di Rio de Janeiro con flauto, chitarra, cavaquinho e pandeiro. Alle 18 il fumettista Dr. Pira incontrerà il pubblico.

Sabato 14 piove sempre, o meglio, Pluie Toujours dove le note, come gocce scendono e rimbalzano a velocità variabili creando un folk a righe, tutto da leggere fra i suoni di chitarre, percussioni, fisarmonica ukulele e voci.

I titoli di coda del Bergamo Film Meeting suoneranno domenica 15 grazie al dj set di Careca & Randy Watson con un vasto assortimento di polverosi vinili dal funk al jazz, dal reggae all’hip hop.

Tutti gli spettacoli avranno luogo all’Elav Igloo Pub – Meeting Point in Piazza della Libertà inizio alle 21:30, ingresso gratuito. Il punto d’incontro del Bergamo Film Meeting è aperto tutti i giorni dalle 12.00 all’ 1.00 con cucina tradizionale, cugina vegetariana, cucina vegana, hamburgheria e ovviamente tanta birra Elav.

Download immagini: http://we.tl/K5K7PYPP6V

Utlima modifica: 6 Marzo, 2015



Condividi