fbpx
Connect with us

Latest News

Melissa Barrera commenta il suo licenziamento da ‘Scream 7’

L'attrice Melissa Barrera, licenziata per i suoi post riguardanti la guerra tra Israele e Palestina, rilascia le sue dichiarazioni: "Per me il silenzio non è un'opzione".

Pubblicato

il

Melissa Barrera

Dopo un giorno dall’annuncio del suo licenziamento, Melissa Barrera, co-protagonista di Scream VI, ha rilasciato una dichiarazione pubblica sui social riguardante l’abbandono del franchise. Il licenziamento, richiesto dalla casa di produzione Spyglass è dovuto ad una serie di dichiarazioni dell’attrice riguardo la guerra tra Israele e Palestina, che sono stati ritenuti antisemiti dalla produzione.

Il 22 Novembre l’attrice scrive sulle sue storie Instagram:

“Prima di tutto ci tengo a dichiarare che condanno l’antisemitismo e l’islamofobia. Condanno ogni tipo di odio e pregiudizio nei confronti di qualsiasi gruppo di persone. Da latina, e con onore messicana, sento una grossa responabilità nell’avere a disposizione una piattaforma che mi dà il privilegio di essere ascoltata, per questo motivo ho provato a sensibilizzare il mio pubblico riguardo alle tematiche che mi stanno particolarmente a cuore, per prestare la mia voce ai bisognosi. Ogni singola persona su questa terra, di qualsiasi religione, etinia, genere, orientamento sessuale e status sociale, merita di avere pari diritti umani, vivere con dignità e, certamente, essere libera. Credo che sia necessario differenziare un gruppo di persone e chi li governa, nessun ente governativo dovrebbe considerarsi al di sopra delle critiche. Prego giorno e notte che non ci siano più morti, che non ci sia più violenza e che sia possibile una convivenza pacifica. Continuerò a dare una voce a coloro che più lo necessitano e continuerò a lanciare un messaggio di pace, affinchè siano rispettati i diritti umani e la libertà individuale. Per me il silenzio non è un’opzione”.

Fin dall’inizio della guerra, Melissa Barrera ha costantemente lanciato messaggi sulla sua pagina social, tra questi, per esempio, troviamo:

“In questo momento Gaza sta venendo trattata come un campo di concentramento. Ammassare tutta la popolazione in un angolo, senza vie di fuga, senza elettricità e senz’acqua… Nessuno sembra aver imparato niente dalla storia. E proprio come accadeva una volta, stiamo a guardare in silenzio, lasciando che tutto ciò accada. Questo è un genocidio, è un atto di pulizia etnica”.

Melissa Barrera in Scream

Le reazioni al licenziamento di Melissa Barrera

Il franchise di Scream sta subendo un periodo di crisi. Oltre al licenziamento sopra discusso, è stata resa pubblica anche la notizia dell’abbandono del progetto da parte dell’attrice Jenna Ortega. Anche se non sono state rilasciate dichiarazioni specifiche, sembra che la decisione fosse stata presa già un mese prima, e che non sia quindi correlata al caso.

Il regista, Christopher Landon, ha commentato la notizia del licenziamento in un tweet, poi eliminato:

“Questo è ciò che ho da dichiarare. Tutto fa schifo. Smettetela di gridare. Questa non è stata una mia decisione”.

Spyglass Entertainment ha invece dichiarato:

“Non tolleriamo l’antisemitismo e qualsiasi forma di incitamento all’odio, inclusi falsi riferimenti a genocidi, pulizia etica, distorsione dell’Olocausto e qualunque cosa che superi il limite del discorso d’odio”.

Fonte: The Hollywood Reporter

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.