fbpx
Connect with us

Guide

I cinque migliori esordi su Prime Video

Le opere prime dei registi più brillanti degli ultimi 10 anni disponibili su Prime Video.

Pubblicato

il

migliori esordi Prime Video

Il catalogo dei titoli disponibili sulla piattaforma di streaming Prime Video è molto vasto. Quelli che seguono sono i cinque migliori esordi alla regia, degli ultimi 10 anni disponibili su Prime Video.

Scappa – Get out di Jordan Peele

Un uomo afroamericano, Chris Washington (Daniel Kaluuya), parte per il weekend per conoscere i genitori della sua fidanzata bianca, Rose Armitage (Allison Williams). Chris è un po’ preoccupato per la differenza razziale e come potrebbero trattarlo i genitori di lei, ma questi, si dimostrano più che accoglienti. Chris inizia a notare comportamenti strani tra il personale afroamericano nella casa e, mentre partecipa a una festa organizzata dagli Armitage, si trova coinvolto in conversazioni inquietanti. Inizialmente attribuisce tali comportamenti alle differenze razziali, ma presto scopre che ciò che sta accadendo ha motivazioni più sinistre. Decide quindi, che è arrivato il momento di andarsene.

Il primo film di Jordan Peele, è stato un successo di critica e di pubblico, grazie alla sua sceneggiatura, premiata agli Oscar del 2018, nella sezione Best Original Screenplay. Oltre a Scappa – Get out, Peele ha diretto Noi e Nope, entrambi film di successo.

Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

Il primo film di Gabriele Mainetti, segue la storia del ladro Enzo Ceccotti (Claudio Santamaria) il quale, per fuggire dalla polizia, entra in contatto con una sostanza radioattiva che gli dona una forza sovrumana. Inizialmente il ladro accoglie i nuovi poteri come un dono, che può potenziare la sua carriera criminale, ma tutto cambia quando si imbatte in Alessia (Ilenia Pastorelli). La ragazza è convinta che lui sia l’eroe del celebre cartone animato giapponese Jeeg Robot d’acciaio.

Lo chiamavano Jeeg Robot ha vinto 2 Nastri d’Argento e 7 David di Donatello. Gabriele Mainetti ha diretto anche Freaks Out e ha iniziato le riprese per un nuovo film.

One Night in Miami… di Regina King

One Night in Miami… è ambientato nella notte del 25 febbraio 1964 e si basa su eventi reali. La storia segue il giovane Cassius Clay, appena diventato il nuovo campione del mondo dei pesi massimi di pugilato. Clay è impossibilitato a rimanere sull’isola di Miami Beach a causa delle leggi di segregazione. Decide di trascorrere la serata all’Hampton House Motel, in un quartiere afroamericano di Miami, festeggiando con tre suoi amici stretti: Malcolm X, Sam Cooke e Jim Brown. Durante questa storica serata, queste icone condivisero i loro pensieri sulle personali responsabilità, sul difendere i diritti e sull’indirizzare il paese verso l’uguaglianza.

One Night in Miami… è stato candidato a tre premi Oscar. Regina King aveva già diretto alcuni episodi di diverse serie TV, per esempio, è stata la regista per il quarto episodio dell’ottava stagione di Shameless. One night in Miami, è a tutti gli effetti, il suo esordio alla regia di un lungometraggio. Per il momento Regina King non ha diretto altri film ma è in fase di realizzazione la serie A man in full.

Lady bird di Greta Gerwig

Lady bird

Lady bird

Sacramento, California, 2002. Christine “Lady Bird” McPherson (Saoirse Ronan) è all’ultimo anno di liceo. Desidera lasciare Sacramento e andare al college a New York. Tuttavia sua madre, estremamente protettiva, è contraria e vuole che la figlia rimanga in California.

Tra i migliori esordi alla regia troviamo anche Lady Bird, diretto da Greta Gerwig. Il film è stato un grande successo per la critica e ha vinto un Golden Globe come miglior film. Gerwig ha diretto anche Piccole donne e Barbie, il più grande successo commerciale del 2023.

The witch di Robert Eggers

New England, 1630. A causa di visioni diverse sulla religione, una famiglia viene bandita dalla comunità. La famiglia cerca, allora, di vivere autonomamente ai confini di una foresta. Le condizioni di vita sono precarie, ma tutto peggiora, quando il loro neonato scompare misteriosamente. La famiglia è disperata e teme che il diavolo sia vicino.

The witch è diretto da Robert Eggers, ha ricevuto numerosi premi per la regia e per la performance di Anya Taylor-Joy. Il regista ha diretto anche The Lighthouse e The Northman, entrambi accolti positivamente da pubblico e critica. Eggers inoltre ha iniziato nel febbraio 2023 le riprese per Nosferatu, un remake del grande classico del cinema muto di Murnau.

I migliori esordi alla regia

In questa lista abbiamo incluso Peele ed Eggers, due registi diventati già molto amati tra i fan dell’horror contemporaneo, nonostante la loro limitatissima filmografia. Il film di Mainetti non ha nulla da invidiare ai film supereroistici hollywoodiani. Infine i film da esordienti di King e Gerwig, sono entrambi film impegnati socialmente e ricchi di messaggi.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.