fbpx
Connect with us

Prime Video SerieTv

‘La ruota del tempo 2’ recensione dell’episodio quattro e cinque

I nuovi episodi della Ruota del tempo, disponibili su Prime Video ogni venerdì, ci portano nel vivo dell'azione. Tra nuovi personaggi e incredibili voltafaccia, la storia degli amici dei Due Fiumi si complica e la minaccia del Tenebroso è sempre più incombente.

Pubblicato

il

La ruota del tempo 2 recensione

Con i due nuovi episodi, la storia de La ruota del tempo 2 entra nel vivo dell’azione. Il piano del Tenebroso per prendere il comando, anche attraverso la sottomissione di Rand e dei suoi amici, comincia a delinearsi. Risulta più chiaro chi siano gli alleati e chi i nemici, in una trama che si espande sempre più grazie ai nuovi personaggi. La serie viene distribuita da Prime Video, con un nuovo episodio ogni venerdì. 

Leggi: I primi episodi de La Ruota del tempo due non deludono.

Moraine e Rand

Nel quarto episodio scopriamo di più del passato di Moraine e intuiamo che sia stato un evento traumatico a temprare il carattere freddo con cui l’abbiamo conosciuta. Tornata nella sua casa d’infanzia, circondata dalle sue cose, i ricordi sembrano riemergere. Scopriamo che la donna appartiene ad una nobile casata in rovina, che sua sorella è negli anni della sua lontananza riuscita a risollevare con fatica. Emerge il tema del sacrificio della parte più umana di loro (la vita familiare, una relazione alla pari, la vecchiaia etc.) che alle aes sedai viene negata; discorso che si sta sviluppando in questa stagione in particolare attorno alla figura di Liandrin e alla perdita di suo figlio.

Rand, intanto, è finito nelle grinfie di una delle più forti alleate del Tenebroso, appena risvegliata dal maggiore dei Reietti Ishmael. Si tratta di Lanfear, la bella locandiera con cui il ragazzo dei Due Fiumi aveva instaurato una relazione, fino ad innamorarsene. Sembra quindi essere avvenuto il distacco decisivo dal suo amore d’infanzia Egwene, che crede ancora il ragazzo morto. 

La reietta Lanfear, passata al male dopo essere stata lasciata dal Drago Rinato in una sua precedente incarnazione, seduce Rand con l’intenzione di convincerlo ad avvalersi dei suoi poteri. Per una coincidenza un po’ troppo fortunata Moraine riesce a salvarlo giusto in tempo. Rand scopre quindi di non aver sconfitto il Tenebroso ma di aver creato un varco che ha permesso ai suoi emissari di tornare. Che possa essere l’occasione per il ragazzo di ritrovare un ruolo più attivo nella serie, a discapito dei suoi sensi di colpa?

Egwene al’Vere (Madeleine Madden), Nynaeve al’Meara (Zoë Robins) e Elayne Trakand (Ceara Coveney)

Nynaeve e Egwene

Intanto alla Torre Bianca, Nynaeve- appena tornata indietro dalla realtà degli archi- deve affrontare la perdita di una figlia che non è mai esistita. Il suo dolore per la perdita unito alla sua incomprensione per un sistema di regole che le sembra troppo rigido e dogmatico, fanno aumentare il malcontento dell’incalanatrice. É l’occasione perfetta per Lisandrin di esercitare la sua influenza sulla possibile recluta. Alla fine del quarto epidio, la aes sedai rossa attacca Nynaeve, Egwene e Elayne, che stava seguendo quest’ultima, confermando definitivamente la sua fedeltà al Tenebroso.

Sebbene non sappiamo ancora di preciso cosa le sia stato promesso per tradire le sue sorelle, durante il confronto con Nynaeve nel quinto episodio intuiamo qualcosa. Scopertasi un’aes sedai dell’Ajah Nera, Liandrin racconta come a lei e alle sue sorelle siano stati imposti i giuramenti (regole inviolabili a cui le aes sedai devono attenersi) al fine di indebolirle e renderle, agli occhi degli altri, meno umane. Il motivo dietro alla misandria della donna è quindi legato al forte senso di ingiustizia che sente per queste regole imposte dagli uomini per limitare il potere delle donne incanalatrice, in modo da renderle meno temibili.

Se Nynaeve e l’erede al trono Elayne sono rimaste con Liandrin, un destino peggiore è toccato a Egwene, catturata per essere resa una damane, un’incanalatrice costretta in schiavitù. Potrebbe essere l’occasione per la ragazza di mettere alla prova la sua tempra, lontana dall’ombra e dalla protezione di Nynaeve.

Perrin e Matt

Perrin ha finalmente scoperto di essere un ‘fratello dei lupi’, ovvero di avere una speciale connessione telepatica con questi animali. Il ragazzo fa fatica ad accettare questa situazione, specie l’idea di essere diverso dai suoi amici e dalla sua defunta moglie. Determinato a salvare Loial, catturato dal pericoloso esercito dei conquistatori stranieri del Seanchan, finisce per imbattersi in Aviendha. La giovane è una combattente esperta appartenente al popolo Aiel, di cui fa parte anche Rand. Dopo essere stata salvata da Perrin decide di seguirlo nel suo viaggio per sdebitarsi; tra i due sembra anche esserci del tenero.

L’arrivo di Aviendha potrebbe aumentare l’azione nello show. La scena del suo salvataggio si svolge con un combattimento perfettamente coreografato; un momento che si inserisce perfettamente nel ritmo della puntata, calibrando le lunghe scene di dialogo.

Matt è invece assente dal quinto episodio e si ha l’impressione che sia rimasto un po’ dimenticato finora. Dopo non essere riuscito ad affrontare Egwaine, ed essere scappato insieme alla sconosciuta Min, scopriamo- nel quarto episodio- che è vittima di un piano di Ishmael. Il capo dei Reietti sta infatti ricattando la ragazza perché consegni Matt, in cambio dalla liberazione dal suo potere di previsione del futuro.

la ruota del tempo 2 recensione

Avienda (Ayoola Smart) e Perrin Aybara (Marcus Rutherford)

La ruota del tempo 2×4 e 2×5- tiriamo le somme

Questi due episodi hanno finalmente districato alcuni nodi della trama e allo stesso tempo ci ha portato nel vivo dell’azione. Abbiamo visto più da vicino l’impero proveniente da Seanchan, dove Ishmael si è infiltrato. Il suo piano per sottomettere Rand e il suo gruppo sembra star guidando i ragazzi verso una meta comune, un ricongiungimento potrebbe arrivare per la fine della stagione, o anche prima.

Ben due personaggi- Liandrin e Lanfear- si sono rivelate alleate del Tenebroso ed è stato chiarito come questi riesca a servirsi delle persone, scoprendo le loro debolezze e offrendo loro il potere per liberarsene. Liandrin si rivela uno dei personaggi più interessanti. Nel suo giustificarsi con Nynaeve percepiamo come la sua decisione di unirsi alle tenebre sia sofferta e sospettiamo che possa esserci, in qualche modo, una sua redenzione.

La spiegazione che Moraine fa a Rand dell’armata dei Reietti, i paladini delle tenebre che Ishmael sta risvegliando, chiarisce la struttura futura della serie. I nostri hanno ancora molti nemici da battere prima di essere pronti allo scontro finale.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers