fbpx
Connect with us

Latest News

‘Bones and All’ e Luca Guadagnino: il cinema nel Sacro Bosco di Bomarzo

Sabato 5 agosto 2023 proiezione speciale nell’ambito del festival In arte Vicino. In programma anche una passeggiata-racconto dedicata all’ideatore del parco con Stefano Fresi

Pubblicato

il

Sabato 5 agosto alle ore 21 il cinema arriva per la prima volta nel Sacro Bosco di Bomarzo grazie alla proiezione speciale di Bones and all di Luca Guadagnino che sarà ospite della serata nell’arena allestita nella zona del Tempio.

L’evento – promosso dal Tuscia Film Fest – è inserito nel programma del festival In Arte Vicino, organizzato dal Sacro Bosco di Bomarzo in occasione dell’anniversario dei 500 anni dalla nascita di Vicino Orsini, ideatore del Parco.

In concorso alla 79ma Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia dove si è aggiudicato il Leone d’argento per la migliore regia e il premio “Marcello Mastroianni” per il miglior attore o attrice esordiente a Taylor RussellBones and All propone una storia d’amore di una dolcezza tanto sublime quanto oscura e inquietante, un viaggio on the road di due giovani statunitensi disadattati alla ricerca della propria identità, che condividono un appetito feroce e devastante che li allontana dal resto del mondo e, per quanto anelino a trovare un luogo nel quale sentirsi davvero a casa, li porta a fuggire.

Il film è basato sull’omonimo romanzo Bones & All (Fino all’osso) di Camille De Angelis.

 

“È la storia di due giovani – dice Luca Guadagnino – che scoprono che, per loro, non esiste un posto da poter chiamare casa, per cui devono reinventarselo. Maren e Lee vanno alla ricerca della loro identità in situazioni estreme, ma le domande che si pongono sono universali: chi sono, cosa voglio? Come posso sfuggire a questo senso di ineluttabilità che mi trascino dietro? Come possono entrare in sintonia con qualcun altro?”.

 

Protagonisti del film Timothée Chalamet (DuneThe french dispatchWonka) – lanciato dallo stesso Guadagnino in Chiamami col tuo nome per il quale ha ricevuto, tra le altre, una candidatura all’Oscar come miglior attore -, l’esordiente Taylor Russell e Mark Rylance (Il ponte delle spie, Il GGG – Il Grande gigante gentile, Don’t  Look Up).

 

Luca Guadagnino è nato a Palermo il 10 agosto 1971. È l’autore, il regista e il produttore di numerosi film acclamati da pubblico e critica, tra cui Io sono l’amoreA Bigger SplashChiamami col tuo nome e Suspiria.

Ha vinto o è stato candidato a numerosi premi, tra cui il Leone d’Oro della Mostra del Cinema di Venezia, il BAFTA al Miglior Regista e il Nastro d’Argento per la Miglior Regia.

È stato Presidente di Giuria del Beirut International Film Festival (2011) e del 68esimo Festival di San Sebastian.

Tra i suoi progetti in arrivo ci sono i film Challengers e Queer, interpretato da Daniel Craig le cui riprese sono attualmente in corso a Cinecittà.

 

La proiezione speciale sarà preceduta alle ore 19 da una passeggiata/racconto nel Sacro Bosco di Bomarzo dedicata a Vicino Orsini.

L’ideatore del parco sarà raccontato – attraverso suoi testi e corrispondenze che saranno letti dall’attore Stefano Fresi – in una narrazione che alternerà aneddoti e fatti storici, notazioni artistiche e filosofiche, curiosità e dettagli della sua vita amorosa, ricordi di eventi accaduti nel parco.

Si narrerà la sua infanzia romana, il sacco di Roma, la giovinezza a Venezia, le battaglie a fianco dell’imperatore, il suo distacco nei confronti del papato e la sua diffidenza per l’inquisitore cardinal de Gambara.

 

Dagli esordi sul grande schermo con Michele Placido in Romanzo criminaleStefano Fresi si è imposto come attore versatile, capace di muoversi tra commedia e ruoli drammatici, tra film d’autore e cinema di genere: è uno dei protagonisti della saga Smetto quando voglio insieme a Edoardo Leo, ha lavorato in più occasioni per Massimiliano Bruno, così come nelle serie Il nome della rosaI delitti del Bar Lume.

Nell’ultima stagione cinematografica è stato tra gli interpreti di Quando di Walter Veltroni e I migliori giorni di Massimiliano Bruno ed Edoardo Leo.

 

Il festival In Arte Vicino nasce dall’idea di Antonio Rocca, autore di una radicale reinterpretazione del Sacro Bosco di Bomarzo, che riconsegna a Vicino Orsini la piena responsabilità del progetto. Il signore di Bomarzo tradusse in pietra la mappa dell’universo redatta dal cabalista cristiano Giulio Camillo ne L’idea del Theatro (1550). Un progetto di natura sacrale che ancora oggi è possibile intravedere all’interno dell’area del cosiddetto Parco dei mostri.

 

biglietti della proiezione speciale di Bones and all saranno disponibili sul sito (www.tusciafilmfest.com) e nelle prevendite del Tuscia Film Fest a partire da venerdì 30 giugno 2023 mentre gli ingressi per la passeggiata-racconto (disponibili in numero limitato) e l’apertura straordinaria del Parco saranno in prevendita sul sito www.inartevicino.it.

 

Entrambi i tagliandi – salvo esaurimento dei posti – potranno anche essere acquistati il giorno dell’evento presso la biglietteria del Sacro Bosco di Bomarzo.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.