fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

IDFA 2022: Roberta Torre vince il Premio Miglior Regista con “Le Favolose”

“Le Favolose” di Roberta Torre era l'unico film italiano in concorso

Pubblicato

il

idfa 2022

Roberta Torre si aggiudica il Premio Miglior Regia all’IDFA nella Sezione Envision per il film documentario “Le Favolose”. La regista è stata premiata con la seguente motivazione:

“Abbiamo riconosciuto la capacità di Roberta Torre di fondere i principali strumenti registici: musica, montaggio, scenografia ed elementi di costume per realizzare questo commovente e divertente ritratto di riunione di fantasia di un gruppo di donne trans, figlie della rivoluzione sessuale”.

Le Favolose” di Roberta Torre, unico film italiano in concorso nella Sezione Envision che vede in gara 12 film, arriva ad Amsterdam, dopo il successo alle Notti Veneziane delle Giornate degli Autori e il Festival di Tokyo.

Il film è una produzione Stemal Entertainment, Faber Produzioni con Rai Cinema, prodotto da Donatella Palermo, in sala con Europictures. Distributore internazionale Vision Distribution.

Succede spesso che in morte le persone transessuali vengano private della loro identità. Sette amiche trans si ritrovano per rievocare la loro amica Antonia, sepolta dalla famiglia vestita da uomo.

“Antonia rappresenta tutte le persone trans che hanno perso la battaglia del riconoscimento della propria identità nel momento della loro morte. Questo film è un contributo alla ricerca della libertà, un inno a chi fa della propria vita un percorso libero, con forza coraggio lacrime, gioia, nonostante tutto”. Roberta Torre

idfa 2022

IDFA 2022

Il documentario di Lea Glob “Apolonia, Apolonia“, sulla pittrice figurativa francese Apolonia Sokol nel corso di 13 anni, ha vinto il premio per il miglior film nella sezione Concorso Internazionale al festival di film documentari IDFA di Amsterdam.

Variety  ha descritto il docu come “un lavoro straordinariamente idiosincratico”.  Il film è una coproduzione tra Danimarca, Polonia e Francia.

Il docu ha personaggi che respirano vita e ci portano in un viaggio, aprendoci al mondo della cultura e dell’arte, degli affari e della politica, dei meccanismi di una storia di successo”, hanno dichiarato i giurati del Concorso Internazionale.

Il premio per la miglior regia è andato al documentarista britannico Simon ChambersMolto rumore per morire“. Circa gli ultimi cinque anni della vita dell’eccentrico zio del regista, David, il film personale e umoristico è stato uno dei preferiti dal pubblico. “La morte non è un finale in questo film dolorosamente divertente’ .

Il premio per il miglior montaggio  è andato a Mario Steenbergen per “Viaggio nel nostro mondo” (Paesi Bassi), mentre “Paradise” di Paul Guilhaume (Francia, Svizzera) è stato notato per la sua fotografia.

Nella Envision Competition, il “Manifesto” di Angie Vinchito (Russia) ha ottenuto il primo premio. Un mosaico di video spesso scioccanti che gli adolescenti russi hanno pubblicato sui social media, il documentario è stato elogiato dai giurati.

La 35a edizione di IDFA  si concluderà il 20 novembre.

IDFA 2022

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.