fbpx
Connect with us

AppleTv+ SerieTv

‘Teheran’: la recensione della seconda stagione

La vita complicata di una spia nella serie di Moshe Zonder, conosciuto per 'Fauda'. Nel cast di questa seconda stagione, oltre al ritorno di Niv Sultan, l’attrice Glenn Close.

Pubblicato

il

Teheran

In Teheran, la serie di Moshe Zonder, è mostrata la vita complicata di una spia  conosciuta per  Fauda. Nel cast della seconda stagione , su Apple Tv, oltre al ritorno di Niv Sultan, c’è l’attrice Glenn Close.

Su Apple TV potete vedere la serie Teheran

Teheran, la storia

Dopo i fatti avvenuti nella prima stagione, l’agente del Mossad, inviata a Teheran per hackerare il sistema elettrico della città, dovrà affrontare una nuova missione delicata sotto copertura, che metterà a repentaglio non solo la sua vita, ma anche quella delle persone più legate a lei.

teheran

Teheran 2, la recensione

La seconda stagione di Teheran non delude le aspettative. Il crescendo del finale dava infatti l’impressione che tutto ciò che si era visto fosse solo il preludio di una scontro politico e culturale tra due Paesi che non si sono mai amati. L’agente del Mossad è rimasta intrappolata in gabbia dopo gli ultimi avvenimenti. Tornare in Israele resta il vero punto interrogativo, ma il fatto che  Tamar Rabinyan sia ancora lì a Teheran può rappresentare un vantaggio da sfruttare, viste le sue grandi abilità informatiche. Lo ha già dimostrato se non fosse che durante la missione c’era qualcuno che le stava remando contro. E dovrà dimostrarlo ancora dopo i cambiamenti al vertice e l’investigatore delle Guardie della Rivoluzione Faraz Kamal che non ha smesso di cercarli.

Doppia vita

Anche in questa seconda parte di Teheran, emerge il lato più o meno oscuro della classica spy-story. Luci e ombre che si alternano e si rafforzano reciprocamente a seconda dell’obiettivo. Il personaggio interpretato da Niv Sultan presenta tutti i canoni di una spia. Un profilo basso, un passato che solo i più fidati conoscono, una certo distacco nelle decisioni e nelle operazioni speciali in cui è coinvolta. Eppure tutto questo, come si era visto nelle puntate passate, è difficile da contenere nel momento in cui certe sensibilità, così come i dilemmi etici nel corso del racconto, vanno a collidere con il sangue freddo di un agente segreto. A maggior ragione quando la famiglia è messa in mezzo a questa scacchiera, dove ogni mossa può essere fatale.

teheran

La sorpresa Glenn Close

Niv Sultan in Teheran, co-creata da Moshe Zonder (Fauda), è davvero perfetta in questo ruolo dove emergono, oltre al fascino, le sue sfaccettature che non sempre vengono valorizzate, lasciando spazio all’azione vera e propria. In questa serie si apprezza la tendenza a non dare nulla per scontato, sia nella contestualizzazione delle decisioni e dei pensieri che portano poi ad agire secondo istinto, sia nella consapevolezza dell’equilibrio precario in cui si trovano tutti i personaggi. Compresa la vera sorpresa di questa stagione che è Glenn Close nel ruolo della psicologa inglese Marjan Montazeri. Un pizzico del suo talento è più che sufficiente ad alzare l’asticella di questa serie travolgente e mai banale.

Teheran, Cast

  • Niv Sultan
  • Glenn Close
  • Shaun Toub
  • Navid Negahban

La serie Teheran é stata prodotta da Donna and Shula Productions in associazione con Paper Plane Productions.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Teheran

  • Anno: 2022
  • Durata: 8 episodi
  • Distribuzione: Apple TV+
  • Genere: Thriller
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Daniel Syrkin
  • Data di uscita: 06-May-2022