fbpx
Connect with us

CANNES

Quinzaine des réalisateurs 2022 i film selezionati

11 autrici su 24 in totale, 18 opere prime nuovi volti e star come Léa Seydoux e Adèle Exarchopoulos

Publicato

il

Quinzaine des Réalisateurs. i film

La Quinzaine des Réalisateurs, la sezione laterale che accompagna il Festival di Cannes, ha svelato la scaletta dei film selezionati per la sua 54a edizione. Sal’ultima per il direttore artistico uscente Paolo Moretti.

Troviamo film di A24, il film horror di Alex Garland “Men” con Jessie Buckley che sarà proiettato nella sezione Proiezioni speciali e “God’s Creatures”, un thriller psicologico diretto da Saela Davis e Anna Rose Holmer, il regista duo che ha esordito nel lungometraggio con il film del Sundance “The Fits”. Ambientato in un villaggio di pescatori irlandese, “Le creature di Dio” è interpretato da Aisling Franciosi, Emily Watson e Paul Mescal. Altri film di genere di alto livello nel roster includono l’atteso “Enys Men” del regista britannico Mark Jenkin.

La Quinzaine des Réalisateurs presenterà film di 11 registe e otto opere prime. In confronto, la competizione del Festival di Cannes ha attualmente solo tre film diretti da donne.

Cannes 2022 solo tre film di registe donne nella competizione

Quinzaine des réalisateurs:  Le donne alla Quinzaine

Diverse registe francesi che avrebbero dovuto essere presenti nella selezione ufficiale avranno i loro film in anteprima mondiale alla Quinzaine des Réalisateurs, ad esempio Lea Mysius (“I cinque diavoli”), Mia Hansen-Love (“One Fine Morning“), Alice Winocour (“Ricordi di Parigi”).

“One Fine Morning” è interpretato da  Lea Seydoux, Melvil Poupaud e Nicole Garcia. Il film ruota attorno a una giovane madre single che si prende cura del padre malato e inizia una relazione con un amico nonostante abbia già una relazione.

Paris Memories” vede Virginie Efira (la presentatrice del Festival di Cannes di quest’anno) nei panni di una sopravvissuta agli attacchi di Parigi del novembre 2015 che intraprende una ricerca per ritrovare la felicità. Protagonista anche Benoît Magimel (“Vivere”)

I cinque diavoli”, nel frattempo, è un ambizioso secondo lungometraggio di Mysius, che in precedenza ha diretto “Ava” e ha co-sceneggiato “Parigi, 13° distretto” di Jacques Audiard. Intrecciando elementi fantasy, il film è interpretato da Adèle Exarchopoulos e segue una giovane donna, Vicky, che vive con i suoi genitori e accoglie nuovamente sua zia dopo la sua scarcerazione. La sua presenza riporta il passato in modo violento e magico.

Altri film diretti da donne in programma per la Quinzaine des Réalisateurs includono il dramma in costume cileno di Manuela Martelli “1976” e il documentario intimo di Annie Ernaux e David Ernaux-Briot “The Super 8 Years”, il racconto canadese di formazione di Charlotte Le BonFalcon Lake ” e il film spagnolo ambientato in estate di Elena López RieraThe Water”.

Le dichiarazioni di Nanni Moretti

Moretti ha dichiarato durante la conferenza stampa tenutasi a Parigi che un film asiatico – un film cinese – sarà aggiunto in un’ultima fase.

Commentando la presenza più alta del solito di registe donne nella formazione, Moretti ha affermato che la Quinzaineaspira a rappresentare la diversità del cinema mondiale”.

Il cinema francese è molto presente perché è il principale paese che presenta film, quindi celebreremo questa vitalità“, ha aggiunto Moretti.

La Quinzaine des Réalisateurs si chiude con “Le Parfum Vert” di Nicolas Pariser, un ambizioso film d’avventura con Sandrine Kiberlain e Vincent Lacoste. Come già annunciato, il 18 maggio aprirà  il film drammatico in lingua francese di Pietro Marcello “Scarlet”.

Il riconoscimento alla carriera della Société des réalisateurs (SFR), sarà assegnata all’autrice americana Kelly Reichardt, che presenterà in concorso il suo nuovo film, Showing Up.

Quinzaine de Réalisateurs i Film

LONGS MÉTRAGES

 

L’ENVOL (Scarlet)

de Pietro Marcello

Film d’ouverture

 

1976 

de Manuela Martelli

Premier long métrage

 

THE DAM (Al-Sadd, السّد , Le Barrage,)

d’Ali Cherri

Premier long métrage

 

LES ANNÉES SUPER 8 (The Super 8 Years)

d’Annie Ernaux & David Ernaux-Briot

Premier long métrage

 

ASHKAL

de Youssef Chebbi

Premier long métrage

 

LES CINQ DIABLES (The Five Devils)

di Léa Mysius

 

DE HUMANI CORPORIS FABRICA

di  Véréna Paravel & Lucien Castaing-Taylor

 

LA DÉRIVE DES CONTINENTS (AU SUD) (Continental Drift (South))

de Lionel Baier

 

EL AGUA (The Water)

d’Elena López Riera

Premier long métrage

 

ENYS MEN  

de Mark Jenkin

 

FALCON LAKE 

de Charlotte Le Bon

Premier long métrage

 

FOGO-FÁTUO (Will-o’-the-Wisp, Feu follet)

de João Pedro Rodrigues

 

FUNNY PAGES 

d’Owen Kline

Premier long métrage

 

GOD’S CREATURES 

d’Anna Rose Holmer & Saela Davis

 

LES HARKIS  (Harkis)

de Philippe Faucon

 

MEN 

d’Alex Garland

Séance spéciale

 

LA MONTAGNE (The Mountain)

de Thomas Salvador

 

PAMFIR 

de Dmytro Sukholytkyy-Sobchuk

Premier long métrage

 

REVOIR PARIS (Paris Memories)

d’Alice Winocour

 

TAHT ALSHAJRA  (تحت الشجرة , Under the Fig Trees, Sous les figues)

d’Erige Sehiri

 

UN BEAU MATIN (One Fine Morning)

de Mia Hansen-Løve

 

UN VARÓN (A Male)

de Fabian Hernández

Premier long métrage

 

LE PARFUM VERT (The Green Perfume)

de Nicolas Pariser

Film de clôture

 

L’ultimo titolo verrà annunciato successivamente.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.